28 Febbraio 2024

Chiara Boni richiama l’eleganza British

L'ironia pungente delle rivoluzioni stilistiche d'oltremanica. Ma anche drappeggi e cappelli sontuosi per gli abiti da sera che tornano in grande stile.

28 Febbraio 2024

Chiara Boni richiama l’eleganza British

L'ironia pungente delle rivoluzioni stilistiche d'oltremanica. Ma anche drappeggi e cappelli sontuosi per gli abiti da sera che tornano in grande stile.

28 Febbraio 2024

Chiara Boni richiama l’eleganza British

L'ironia pungente delle rivoluzioni stilistiche d'oltremanica. Ma anche drappeggi e cappelli sontuosi per gli abiti da sera che tornano in grande stile.

Con la collezione Autunno/Inverno 2024, la stilista Chiara Boni celebra il punk borghese che riflette lo spirito più autentico della moda britannica. Profondamente irriverente, sempre con eleganza. Una valigia di ricordi di viaggio, fatta di pezzi inediti reinterpretati dal suo stile italiano.

Pattern tartan e scozzesi rubano i riflettori, tingendo il guardaroba di un’atmosfera cozy e senza tempo. Motivi sartoriali tradizionali, tra cui lo spigato e il Principe di Galles, aggiungono un’attitudine maschile, creando un affascinante contrasto con le silhouette femminili, a volte arricchite da dettagli di ispirazione kilt. 

In linea con il vibe della collezione, il jersey iconico del brand è stampato con un motivo che imita perfettamente la flanella, mentre il velluto aggiunge una nota di seducente raffinatezza.   

Evocando una passeggiata nella campagna britannica, la palette di colori è ricca e avvolgente: si spazia dal bianco invernale, al blush lavanda, al rosa petalo e al chartreuse fino ai toni intensi del mirtillo, del mogano, del muschio, dell’ottanio e del blu artico.

L’offerta di abiti comprende una vasta gamma di stili, che vanno dai mini dress ai maxi abiti tagliati in forme che esaltano la silhouette femminile.  

La proposta di spezzati si arricchisce non solo di morbidi completi sartoriali, ma anche di top bustier, blazer allungati e pantaloni dalle diverse vestibilità.

Drappeggi arricchiscono i fluidi abiti da sera, realizzati con tessuti metallici nei toni dell’oro e dell’argento. Paillettes e lurex aggiungono ulteriore brillantezza alla collezione, mentre i maxi fiori che sbocciano sugli abiti celebrano la bellezza degli impeccabili giardini della Gran Bretagna.

Anche la passerella della collezione è stata curatissima, con un accompagnamento audio di grande effetto, un’opera d’arte a se stante creata proprio per l’affollatissima presentazione milanese.

Lo styling della sfilata è stato curato da Simone Guidarelli. La colonna sonora originale, scritta e composta da Thomas Costantin, (Thomas Costantin Studio Milan), parte dal libro autobiografico “Io che nasco immaginaria” scritto e pubblicato lo scorso novembre 2023 dalla designer Chiara Boni. In un paragrafo la stilista parla del suo arrivo a Londra e da come tutto è partito. Con
l’aiuto di una voce narrante lo show inizia da lì, si racconta della Londra di fine anni ’60, dalle chitarre glam mixate ai clacson del traffico di Times Square. Il caos della metropoli, l’energia instancabile della metropoli che al tempo (ma non solo) era uno dei centri del mondo.
Il fascino di Londra si racconta andando avanti, si parla della trasgressione dell’epoca, quella bella, le bombolette spray ed il brit rock. Il racconto poi evolve nella Londra contemporanea, con ritmi più elettronici e sensuali, sono stati campionati i suoni della caccia alla volpe, che ci portano un po’ nell’universo della campagna inglese, dove suoni di volpi processate con ambienti più misteriosi ci portano ad un beat elettronico, come quello che si potrebbe trovare in un club di Londra al giorno d’oggi. Si ringraziano gli amici artisti Andrea Fumagalli (Blu-
vertigo), EYEGUYS, Filippo Scandroglio, Giulia Bevacqua che hanno contribuito a “instrumentare” la sound- track.

Fotografie: Loris Patrizi al Chiara Boni fashion show della Milano Fashion Week febbraio 2024

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Memento, nuova stella di Asian Fake

Memento è uno degli artisti più interessanti del panorama musicale nazionale. Studia chitarra classica, scrive e compone musica con influenze

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”