Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 26/05/2018

Eco, quando il lusso e lo stile sono naturali

A Roma moda, bellezza e tecnologia cruelty free e sostenibile per un mondo più verde al centro di un'esposizione presso l'Accademia l'Oréal.

A Roma moda, bellezza e tecnologia cruelty free e sostenibile per un mondo più verde al centro di un’esposizione presso l’Accademia l’Oréal.

La mostra che mette in relazione fashion, bellezza, creatività e innovazione sostenibile ha sede in un elegante palazzo storico a piazza Mignanelli, accanto ad alcuni dei più importanti negozi e maison del lusso a Roma: ECO, un evento che ha visto brand di diverse aree merceologiche presentare i loro prodotti concepiti e prodotti nel rispetto della natura e del mondo che ci circonda.

Ospite d’onore della serata lo “Stilista della natura” Tiziano Guardini, così definito da numerose testate tra cui il NY Times, Vogue, Interview e il Corriere della Sera. Per lui la sostenibilità è un valore aggiunto alla creatività, all’innovazione e alla sperimentazione.

La sua collezione Three Days to Butterfly ci accoglie nelle sale dell’Accademia proiettandoci immediatamente in un mondo in perfetta armonia con l’ambiente e la sacralità della vita. I capi di questa collezione sono stati totalmente realizzati utilizzando seta prodotta ai piedi dell’Himalaya e ricavata da bozzoli sfarfallati.

Secondo la cultura ahimṣā (dal sanscrito “non violenza”) infatti, nel rispetto dei dettami del Mahatma Gandhi, si produce seta salvaguardando la vita dei bachi che la producono. Per questo si aspetta che la farfalla esca dal bozzolo prima di lavorarlo. Sin dai tempi antichi una caratteristica di pregio della seta era il filamento lungo ed intatto: per non spezzare il filamento laboriosamente secreto dal baco, si bolliva il bozzolo con il baco all’interno. Si poteva così dipanare il bozzolo non danneggiato dal baco stesso, ottenendo un filo lungo fino a 900 metri. A giudicare dal meraviglioso risultato la seta utilizzata da Tiziano Guardini ci è sembrata ancora più bella forse perché arricchita dal rispetto della vita e della natura. I capi esposti, realizzati con sapiente maestria sartoriale, sono di un’eleganza regale.

Sin dagli esordi lo stilista ha creato capi d’alta moda ispirati dalla natura e nel rispetto della stessa come la “giacca aghi di pino” o l’abito realizzato ricamando insieme radici di liquirizia, oper che rappresentano solo una piccolissima parte dei suoi abiti scultura, prodotti negli anni secondo il concetto di eco-couture. Questo suo approccio ed uno stile impeccabile hanno fatto si che le collezioni di Guardini siano state esposte in tutto il mondo nei più prestigiosi ambiti internazionali: da Londra al Vietnam, da Pechino a Ginevra e nelle capitali della moda italiana, Roma e Milano.

Ma chi, come Guardini, vuole vivere in armonia con la natura e nel rispetto della vita ha bisogno che tutto il suo mondo accolga e rispecchi il suo pensiero. E molte sono le aziende e i creativi avvviati su questi virtuosi percorsi. Ne citiamo alcuni che hanno partecipato all’evento di cui siamo stati ospiti.

Il giovane brand OOD Ligeah trasforma il legno in un morbido tessuto con cui realizza accessori. Ma non stiamo parlando di modal, il tessuto ricavato dalla cellulosa di legno di faggio, ma di una rivoluzionaria lavorazione per cui fogli di diversi legni vengono accoppiati ad un tessuto utilizzando un collante a basso impatto ambientale. Il legno poi viene microinciso al laser per avere una texture ed una mano simile alla pelle diventando così più morbido e duttile ma cruelty free.

Il brand Dà quy invece realizza calzature interamente ecosostenibili utilizzando solo materiali naturali, eco-friendly e animal free.

Anche il mondo della bellezza partecipa a questa nobile gara per salvaguardare il futuro del pianeta: L’Oréal da 44 anni, con il brand Decléor, studia e immette sul mercato prodotti composti da ingredienti naturali selezionati estratti dalle piante ed estremamente efficaci. La linea Aromessence comprende concentrati di oli essenziali in formule di oli botanici o cere che agiscono non solo sul corpo ma esercitano il loro potere rilassante e distensivo anche sulla mente, come hanno spiegato gli esperti che hanno presentato i flash treatment, trattamenti veloci di detersione e cura.

Attenzione anche alla cura dei capelli. Gli ospiti hanno goduto di un’esperienza di trattamento ad opera del team Orazio Anelli, con i prodotti della nuovissima linea Professionnel100% naturale Source Essentielle.

Vi chiederete perché tanta attenzione, ormai il mondo è inquinato. Ma se ognuno di noi, nel suo piccolo, quotidianamente, interviene nel rispetto dell’ambiente potremo, col tempo e la costanza, migliorare la situazione. Anche grazie a Clairy, startup che rappresenta il primo produttore di depuratori d’aria, per monitorare e migliorare la qualità dell’aria nelle nostre case o nei nostri uffici. I loro accessorio dal design innovativo e ricercato, eliminando l’inquinamento interno, creano ambienti più sani e abbinandoli alle pareti o ai quadri verdi in muschio stabilizzato di Moss Roma di Abito Verde potremo vivere in ambienti eleganti e sani con un tocco di natura.

Protoart, un laboratorio specializzato in prototipazione e stampa 3D che permette di ridurre il margine di errore di progettazione del 90% risparmiando tempo prezioso e denaro, ha curato oggetti di design realizzati con la tecnologia cad 3D Solidworks 2017 che permette di scansionare oggetti organici, per lo più tronchi e rami di alberi, per progettare e realizzare componenti di arredo molto stravaganti con la natura protagonista, senza deturparla né danneggiarla.

Anche il catering di questo evento era ecosostenibile: Spoon Food® ha creato un’innovativa base alimentare a forma di cucchiaino, brevettato nelle forme e nei processi. Un prodotto elegante che viene consumato dopo essere stato farcito e condito a dovere, eliminando totalmente l’uso della plastica usa e getta.



Camilla Di Biagio
The Way Magazine ha un occhio sulla "grande bellezza" di Roma (e non solo) grazie a Camilla. Sempre attratta dal fashion world lo vive sin da giovanissima. Se tre è il numero perfetto, la perfezione nasce dal connubio moda, musica, spettacolo. Fashion designer, fashion stylist ed event planner, si dedica alla scoperta ed alla formazione di giovani creativi, preferendo il dietro le quinte alle luci della ribalta. Dopo una lunga stagione dedicata alla produzione e all'allestimento di sfilate (Milano Moda, Alta Roma) e alle mostre d'arte, ora affianca alla sua professione anche l'insegnamento allo Ied di Firenze.
Leisure - 11/01/2018

Nitro: “Siamo immersi nella confusione”

Si riprende il gusto delle sue origini dalla provincia veneta Nitro, in questi giorni a Milano per p [...]

Travel - 16/07/2018

L’hotel di lusso senza formalità è Nidum Casual Luxury Hotel

Nasce dall’intuizione di un giovane albergatore, Maximilian Pinzger, il Nidum Casual Luxury Hotel [...]

Design of desire - 14/07/2018

Il video-mapping al teatro greco di Siracusa

Al 54° Festival del Teatro Siracusa ancora in corso nella località archeologica siciliana, arriva [...]

Top