24 Febbraio 2024

Ermanno Scervino, moda protettiva

Alla Milano Fashion Week 2024 per i climi freddi il marchio fiorentino lancia doposci di pelliccia ecologica e stivali aderenti a tacchi vertiginosi.

24 Febbraio 2024

Ermanno Scervino, moda protettiva

Alla Milano Fashion Week 2024 per i climi freddi il marchio fiorentino lancia doposci di pelliccia ecologica e stivali aderenti a tacchi vertiginosi.

24 Febbraio 2024

Ermanno Scervino, moda protettiva

Alla Milano Fashion Week 2024 per i climi freddi il marchio fiorentino lancia doposci di pelliccia ecologica e stivali aderenti a tacchi vertiginosi.

Il corpo femminile è espressione di forza, una peculiarità che riesce a venir fuori anche nella moda invernale. La donna è custode di intelligenza, humor, seduzione e di una gestualità che trasformano il corpo in un manifesto di personalità. La collezione Ermanno Scervino per l’autunno-inverno 2024/2025 è un’indagine sul corpo e sulle sue armature.
La delicatezza scultorea e la femminilità determinata approdano sulla passerella, svelando il potere
al contempo rivelatorio e protettivo degli abiti. La moda è strumento di autodeterminazione.
L’atteggiamento di posare le mani sui fianchi a strizzare la vita, delle gambe nude che segnano il
passo, di concedersi a un abbraccio tenendo saldo il bavero dei cappotti, sono segni di sicurezza.
Coniugando spigoli e rotondità delle femminilità, Ermanno Scervino ridisegna i confini dei propri
codici identificativi, aggiungendo un tocco sobrio di mistero.


La consapevolezza non richiede proclami.
I tessuti tradizionali maschili, dai gessati alle grisaglie in lana, sono la tela che dà voce all’animo
sartoriale del marchio, caratterizzato da costruzioni elaborate per le giacche a clessidra che
scolpiscono il corpo, dai cappotti spigati con le spalle scese che lo accarezzano, fino agli abiti bustier
in double di lana, esempi della maestria artigianale e tecnologica dell’atelier. I completi grigio piombo
hanno pantaloni oversize, contribuendo all’incedere teatrale delle modelle, e abbinati a blazer e
giacche spencer.
Caposaldo dell’opera stilistica di Ermanno Scervino, la corsetteria portavoce di seduzione; ricorre
nella collezione sotto forma di reggiseni in double di lana abbinati a gonne longuette con lavorazioni
ad intarsio, negli abiti midi color nude impreziositi da una trapuntatura piazzata e nelle versioni
ricamate che traspaiono sotto i vestiti da sera in organza impalpabile.
La pelle effetto cocco si trasforma in armatura, metafora della capacità delle donne di reinventarsi,
per i caban a spalla larga strizzati in vita, per i peacoat foderati in shearling e decorati da ricami in
maglia, così come sugli abiti bustier.
Il gioco delle proporzioni, nella collezione è rafforzato dai grossi doposci di pelliccia ecologica
ricamati a mano come i giacconi di mongolia e di shearling e dagli stivali aderenti come calze, dal
tacco altissimo.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”