Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 23/04/2020

Iconic Tech Couture di Hydrogen, moda sostenibile con i tessuti Carvico

Collezione di completi da uomo che non si stropicciano. Il fondatore Alberto Bresci: "Una campagna social per il comparto fashion".

Hydrogen ha lanciato la Iconic Tech Couture, una collezione creata e prodotta interamente in Italia, carryover, senza tempo. Alberto Bresci, designer e fondatore del brand, si lega al coro degli stilisti italiani che credono ci sia bisogno di collezioni che durino nel tempo, che mantengano intatto il proprio DNA e non conoscano stagionalità. La Iconic Tech Couture è una collezione di capi che conserva l’etiquette classica garantendo però un comfort assoluto grazie a materiali tech, portando nel mercato fashion un’evoluzione dell’eleganza, un’attenzione all’ecosostenibilità e al rispetto dell’ambiente. Utilizzando i tessuti Carvico con cui sono realizzati i capi, infatti, si recupera il 36% dell’acqua usata nei processi produttivi, si ottiene una riduzione delle emissioni di CO2 e si ricicla il 95% dei rifiuti prodotti.

La proposta suits ben rappresenta l’uomo d’affari moderno che non scende a compromessi sul design e sulla libertà di movimento senza abbandonare il “fatto bene” tradotto da Hydrogen attraverso il blazer due bottoni con rever classico o punta lancia ma anche tramite il doppiopetto sia per la giacca che per il panciotto. I pantaloni interpretano le due anime della collezione, ovvero dinamica e sartoriale: dinamica come il pantalone nella versione jogging con elastico in vita e gamba “dritta”e sartoriale come il chinos tradizionale.

 

I completi Carryover (composti da giacche, pantaloni, gilet e tute) della Iconic Tech Couture sono realizzati con uno speciale tecno-tessuto chiamato “Carvico Revolutional™, creato e prodotto in Italia e coperto da ben due brevetti internazionali –uno per la costruzione innovativa e uno per il processo produttivo, eco-sostenibile.

Il materiale vanta una vasta gamma di “Harmonious Techno-Features” : eccezionale traspirabilità e capacità di termoregolazione, no effetto pilling, compatto ed estremamente sottile e leggero (195gr mt2), protezione dai raggi UV.

Perfetta vestibilità ed elevata elasticità grazie ad un particolare stretch in 3D assicurano movimenti confortevoli vestendo come fosse una seconda pelle. Ideale per chi viaggia, si piega in valigia e non si stropiccia.

Inoltre Il brand padovano lancia sui social “Safe is better” , campagna di sensibilizzazione che porta proprio il volto del suo designer e fondatore Alberto Bresci: “Ho creato questa campagna social per sensibilizzare la ripresa dell’economia nel comparto fashion e per dare un messaggio positivo e ottimista, come sono io: si riprenderà ma in modalità SAFE. La moda si colloca tra le eccellenze nel mondo e quella italiana è vista con ammirazione da sempre, come il nostro food & wine e il nostro turismo. Tutto ciò che è Made in Italy deve ripartire con slancio – ha commentato Alberto Bresci – Spero che questa situazione di emergenza abbia sensibilizzato l’opinione pubblica e tutti gli imprenditori del mio ambito sul fatto di rivalorizzare la nostra italianità, il nostro Made in Italy. Nel mio caso già da un anno ero partito con “Hydrogen Future Lab”, un progetto pensato e realizzato interamente in Italia: reinventare il completo classico maschile in modalità tecnologica, con tessuti tecnici stretch in 3D ed ecosostenibili e trova oggi una grande attualità”.



Leisure - 20/11/2017

Quando Modena era Mutina

Sono passati 2200 anni dalla fondazioni di una delle capitali della cultura italiana, Modena. Si chi [...]

Society - 24/06/2020

Atossica, riciclabile, con carta filtrante. È la mascherina di Bonazzi Grafica e Fedrigoni

Una nuova tipologia di carta filtrante, formata da cotone e pura cellulosa FSC: una carta che risul [...]

Trends - 22/03/2017

Restauri straordinari: il prima e dopo del capolavoro ligneo a Firenze

Effetto photoshop o meticoloso restauro made in Italy? La foto del capolavoro ligneo di Palazzo Pitt [...]

Top