29 Gennaio 2024

Milano Unica, riparte il salone del Tessile

Gli appuntamenti con le aziende espositrici. Talk pubblico con Sabato Sarno (Gucci) e tributo all'Osservatorio Giappone.

29 Gennaio 2024

Milano Unica, riparte il salone del Tessile

Gli appuntamenti con le aziende espositrici. Talk pubblico con Sabato Sarno (Gucci) e tributo all'Osservatorio Giappone.

29 Gennaio 2024

Milano Unica, riparte il salone del Tessile

Gli appuntamenti con le aziende espositrici. Talk pubblico con Sabato Sarno (Gucci) e tributo all'Osservatorio Giappone.

Milano Unica è la fiera di riferimento dei tessuti e degli accessori di alta gamma per l’abbigliamento Donna e Uomo. Particolarmente attesa per l’edizione 2024 (30 gennaio-1 febbraio presso Rho Fiera Milano) la nuova Area Video Tendenze accoglierà i visitatori all’ingresso del padiglione 20, con un’installazione immersiva che consentirà di vivere un’esperienza sensoriale senza precedenti, permettendo ai visitatori di entrare fisicamente in scena tra i temi delle Tendenze di Milano Unica per la stagione Primavera/Estate 2025.

Tra gli espositori Franco Mantero, per la seconda volta a Milano Unica. Mantero Seta torna con le collezioni di tessuti femminili – adatti anche alla categoria merceologica maschile – sia nel segmento Premium, con una proposta dedicata alla stampa e una allo jacquard, che in quello Luxury, ambito di riferimento dell’azienda con prodotti caratterizzati da una ricerca tecnica e creativa in linea con le aspettative delle grandi maison oltreché da standard qualitativi massimi. La collezione Luxury, che si articola in tre macroaree, ricalca la necessità diffusa di tranquillità e offre tre differenti proposte alle diverse esigenze del mondo dell’abbigliamento attuale attraverso 120 proposte di tessuti.

MANTERO – Tra gli espositori, Mantero Seta, da Grandate, provincia di Como. “Pour vivre heureux vivons cachés” rappresenta il motto della tendenza Quiet Luxury, alla quale si ispira una parte della collezione Luxury.
Questa filosofia si manifesta attraverso un bon-ton silenzioso che trova espressione nell’eleganza quotidiana e coinvolge una selezione di tessuti con superfici 3D, strutturate e dotate di proprietà protettive e termoregolatrici, richiamando l’attenzione verso lo stile Outdoor Athleisure. Materiali come scuba, jersey, tessuti compatti e cadenti, felpe e imbottiture leggere sono protagonisti. La palette colori è ricca di tonalità avorio, sfumature di lilla, varie proposte nei toni del blu e del grigio, antracite, terracotta e verde pallido.
Il classico stile Mantero emerge nella seconda categoria, esplorando un’estetica più latina. La collezione si distingue per l’utilizzo di tessuti arricciati, cloqué, con dettagli pizzo e ricami, e propone un lurex serale ispirato al flamenco. Inoltre, si orienta verso la corrente della New Black Vanguard, incorporando richiami alle tendenze africane e mettendo in primo piano le fibre naturali. La collezione si concentra anche su texture effetto pelle animale, effetti “fuori acqua” come il lycra e motivi jacquard brillant et mat. I colori si fanno più vivaci e la palette si apre al corallo, al verde brillante, al porpora, al viola e ai toni ocra.
Un approccio più raw si identifica nella terza categoria che, prendendo ispirazione dal brutalismo contemporaneo e dal grunge anni ’90, propone denim 3D, nylon leggerissimi 10 denari con lamine effetto muta e pigmenti fluo, una delle tecniche più innovative sperimentate dall’azienda nel corso dell’ultimo anno. Le cromie di questa terza proposta si fanno più profonde con toni blu notte, grigi e sabbia intervallati da gialli acidi, terracotta e rosa ciclamino. Trasversale nelle tre categorie è soprattutto il devoré su velluto in doppia tintura: una tecnica di stampa con acidi che crea tessuti dal grande fascino grazie all’effetto visivo delle trasparenze e alla sensazione tattile dei velluti devorati.

La fiera agli spazio di Rho Fiera Milano è una sintesi di tutte le tendenze per l’abbigliamento che si vedranno nelle collezioni e nei trend di acquisto nelle prossime stagioni.
Per esempio, per lo sport, che è un’attività sempre in maggiore crescita anche trans-generazionale, le innovazioni non si fermano. E TexClubTec, la sezione Tessili Tecnici ed Innovativi di Sistema Moda Italia, presenta nell’Area Innovazione di Milano Unica una visione che intende essere d’insieme, ma nello stesso tempo diversificata, dei numerosi utilizzi dei tessili innovativi, funzionali e tecnici per il settore abbigliamento, caratterizzati dalla capacità di offrire performance e funzionalità specifiche o di essere realizzati con processi innovativi e sostenibili.
Il Forum espositivo organizzato da SMI-TexClubTec presso Area Innovation a Milano Unica, 30-31 gennaio, 1 febbraio 2024, è posizionato all’entrata della Hall 8.

Sono 2.776 di 342 espositori i campioni di tessuti e accessori esposti nella sezione MU Tendenze Sostenibilità che rispettano i criteri stabiliti dalla Commissione Tecnica Sostenibilità di Milano Unica.

Questi espositori si riuniscono nell’area Tendenze Sostenibilità dedicata ai campioni di tessuti e accessori che hanno caratteristiche di sostenibilità che rispettano i criteri stabiliti dalla Commissione Tecnica di Milano Unica

Nei cartellini che accompagnano la presentazione dei campioni esposti sono indicati graficamente i valori fondamentali che ispirano la sostenibilità: la garanzia per la salute di lavoratori, consumatori e cittadini che richiede l’eliminazione delle sostanze chimiche pericolose; l’attenzione alla riduzione dell’uso di risorse naturali e ai princìpi dell’economia circolare; la promozione della giustizia sociale, la lotta ai cambiamenti climatici e la difesa della biodiversità.

Oltre a questi 5 valori fondamentali sui cartellini si trovano le informazioni su 3 caratteristiche importanti dell’organizzazione della impresa: l’esistenza di un sistema di gestione aziendale sostenibile; l’esistenza di una dichiarazione dell’impronta ambientale del prodotto (PEF) conforme ai metodi indicati metodi dalla Commissione Europea per misurare le prestazioni ambientali dei prodotti e l’esistenza di un sistema di tracciabilità della filiera dei fornitori.

APPUNTAMENTI – Si chiama “Intelligenza Artificiale: prospettive e sfide per il settore tessile e accessori” il primo talk pubblico di Milano Unica atteso per le 10,30 del 30 gennaio 2024 presso l’Auditorium, Centro Servizi di Rho Fiera Milano. Ci saranno i saluti istituzionali di Roberto Foresti, vice direttore generale di Fiera Milano, Carlo Capasa presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana, e gli interventi del presidente della manifestazione, Alessandro Barberis Canonico, Marco Montemagno (founder 4Books), Nicola Gatti, professore Ordinario del Politecnico di Milano, Ottavio Fogliata, founder & Ceo di Storykube, Hiroshi Komoda, direttore esecutivo di Japan Fashion Week Organization, Sergio Tamborini, presidente di Sistema Moda Italia, Maurizio Forte, direttore centrale Settori dell’Export di ICE Agenzia, Adolfo Urso, ministro delle Imprese e del Made in Italy.

Per i possessori di badge della fiera, ci sarà anche un cocktail al termine della prima giornata di fiera (ore 18,30) con un light dinner a cura di Da Vittorio e musica dal vivo con DJ set, come momento celebrativo per i 10 anni dell’Osservatorio Giappone.

L’Osservatorio Giappone della 38^ edizione di Milano Unica vedrà la partecipazione di 37 aziende espositrici, un numero senza precedenti.

La 38^ Milano Unica si terrà a partire dal 30 gennaio 2024, per tre giornate, e ospiterà il “20° Japan Observatory a Milano Unica P/E 2025”, organizzato in collaborazione con la Japan Fashion Week Organization (JFW) e JETRO (Japan External Trade Organization).

Esporranno 37 aziende, di cui 34 presenti fisicamente e ulteriori tre grazie allo stand dimostrativo “JOB Plus”, per una superficie totale di 674 mq.

Sabato Sarno (Gucci) e l’Osservatorio del Giappone al centro di due degli happening più attesi di Milano Unica 2024.



Giovedì primo febbraio 2024 alle ore 10 presso l’Auditorium, Centro Servizi, Rho Fieramilano, ci sarà invece un incontro pubblico con Sabato Sarno, il celebre e discusso nuovo direttore creativo di Gucci.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”