1 Febbraio 2017

Sabrina Persechino ad Alta Roma porta la pietra Jaali

La cultura araba influenza la realizzazione, non solo l'estetica, di questi abiti preziosi visti ad Alta Roma.

1 Febbraio 2017

Sabrina Persechino ad Alta Roma porta la pietra Jaali

La cultura araba influenza la realizzazione, non solo l'estetica, di questi abiti preziosi visti ad Alta Roma.

1 Febbraio 2017

Sabrina Persechino ad Alta Roma porta la pietra Jaali

La cultura araba influenza la realizzazione, non solo l'estetica, di questi abiti preziosi visti ad Alta Roma.

La pietra Jaali è perforata a mo’ di grata, lavorata solitamente con motivi ornamentali. Sabrina Persechino l’ha individuata come ispirazione della sua collezione d’alta moda presentata ad Alta Roma in questi giorni.

L’utilizzo della Jaali è reso possibile con l’intarsio geometrico e calligrafico, in modo da deginire una griglia che funge da passaggio di luce e aria, fondamentale nelle società islamiche per preservare l’intimità familiare.

I vestiti visti in passerella sono quindi degli eleganti filtri, dei diaframmi che modificano il passaggio della luce a seconda delle ambientazioni esterne e dell’incidenza dei raggi solari.the way magazine persechino (2)Sabrina Persechino crea del macramè geometrico che diventa elemento di forza e trasparenza negli abiti bianchi dalle forme lineari e pulite. Una trama nodosa a base quadrata a disegnare una griglia ornamentale che lascia spiare la siluette esaltandone la femminilità.
Dal gioco della rifrazione e dalla deviazione subita dall’onda luminosa attraverso il passaggio nella Jaali scaturisce il tessuto in filigrana oro. Un intreccio di sottili fili in resina ritorti a creare un elegante effetto di struttura traforata.
Il taglio netto sulle pelli dal colore olio, crea intarsi e fessure, feritoie di luce  e geometrie perfette su prospetti razionalisti di estrema indossabilità.
All’oro è affidato il compito di fil rouge della collezione: elemento di legame e connessione tra tutte le altre trame in piqué di seta nero e sabbia le cui ampiezze emulano le suriyah libiche.
La cartella colori è influenzata dalle architetture arabe e dai colori desertici. Immancabile il nero, che caratterizza Sabrina Persechino, e l’oro, in doppia tonalità, che unisce e vivacizza gli outfit da giorno, cocktail e da grande soirée.

Per info sulla stilista qui

the way magazine persechino

Read in:

Picture of Christian D'Antonio

Christian D'Antonio

Christian D’Antonio (Salerno,1974) è direttore responsabile della testata online di lifestyle thewaymagazine.it. Iscritto all’albo dei giornalisti professionisti dal 2004, ha scritto due libri sulla musica pop, partecipato come speaker a eventi e convegni su argomenti di tendenza e luxury. Ha creato con The Way Magazine e il supporto del team di FD Media Group format di incontri pubblici su innovazione e design per la Milano Digital Week e la Milano Design Week. Ha curato per diversi anni eventi pubblici durante la Milano Music Week. È attualmente ospite tv nei talk show di Damiano Gallo di Discovery Italia. Ha curato per il quartiere NoLo a Milano rassegne di moda, arte e spettacolo dal 2017. In qualità di giudice, ha presenziato alle manifestazioni Sannolo Milano, Positive Business Awards, Accademia pizza doc, Cooking is real, Positano fashion day, Milan Legal Week.
Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”