10 Giugno 2024

Stile e cuore green per i cappelli Doria 1905

A Pitti Immagine Uomo 2024 le tendenze per l'estate 2025. Il brand di qualità made in Italy sfodera copricapi per uomo e donna di grande pregio.

10 Giugno 2024

Stile e cuore green per i cappelli Doria 1905

A Pitti Immagine Uomo 2024 le tendenze per l'estate 2025. Il brand di qualità made in Italy sfodera copricapi per uomo e donna di grande pregio.

10 Giugno 2024

Stile e cuore green per i cappelli Doria 1905

A Pitti Immagine Uomo 2024 le tendenze per l'estate 2025. Il brand di qualità made in Italy sfodera copricapi per uomo e donna di grande pregio.

Un viaggio errante alla ricerca di in un’isola che non c’è. Questa la filosofia per la collezione di cappelli dell’azienda Doria 1905, un grande protagonista del made in Italy nel mondo dei copricapi. Le nuove creazioni si ammireranno a Pitti Immagine Uomo a Firenze dall’11 al 14 giugno 2024 al Padiglione Centrale (Salone M, Piano Inferiore, Stand 30).

Con passione e condivisione, ancora una volta, Doria sposa un progetto di Lanificio Bottoli, intrepretando uno dei suoi tessuti della linea B-ECO, creato da filati grezzi nei loro colori originali non tinti o con tinture di sostanze naturali. Una preziosa miscela di Lino, seta, lana, dalle disegnature materiche realizzati con innovative tinture vegetali come l’Indaco. Materiali eco-friendly a basso impatto ambientale che riducono anche l’utilizzo dell’acqua ed esaltano le caratteristiche delle fibre.

Temi cari a Doria che, da sempre, studia le collezioni con attenzione alla naturalezza, alla filiera e al riutilizzo. La sostenibilità e la circolarità sono valori che il Brand rende propri, riproponendo materiali di collezioni passate con una luce nuova, rinnovati, oppure mixati per creare i suoi originali ed unici patchwork, fin dai primi del ‘900 simboli di una filosofia green.

C’è uno spirito hippy che pervade lo stile di Doria, un sottile flusso che si respira fin dalla prima collezione del rilancio del brand. Quel leggero trait d’union tra etereo e rock che si legge nelle forme morbide, pure, nelle ali leggermente danzanti seppur mai in modo eccessivo. In quella leggerezza, che sorge dalla lavorazione artigianale, dalla maestria proposta fin dal primo capo immaginato e poi realizzato, che racconta di spazi aperti, di tempo rilassato, di conquiste e di luci rarefatte.

Una ricerca che non ha mai smesso di concentrarsi sulla semplicità, sulle proporzioni e sulla progettazione di copricapo che potessero vestire “teste libere” senza ingombro e senza peso.

Una sfrontata semplicità per Doria 1905 che non rincorre affannosamente il trend del momento, piuttosto lo osserva, lo elabora, riportandolo sempre alla sua essenza. E’ lo spirito di Doria, il suo esprit libre, che gioca con le linee pure del suo archivio con un’interpretazione forte e uptodate. 

Olive Dreams, Notturno, Fondale, Orizzonte, Lava Falls, Raw, Oyster pink, Wisteria lane, Frumento, Rosmarino, Malva. Le essenze che si respirano nell’aria delle terre salentine si materializzano in colori intensi. I Panama si accendono di colori profondi che ricordano le spezie, intrecciano fili che riportano ai prati fioriti. Le finissime carte giapponesi si contrappongono alla selvaggia IRACA colombiana, intrecciata a mano per creare pezzi unici anche nei colori. Filati grezzi, nei loro colori originali non tinti, mettono in luce la bellezza e l’unicità della materia e degli intrecci.

Colore anche per contrastare la pioggia. Acqua, Sole, Fiordaliso, Fuoco, illuminano giocosamente i leggerissimi cappelli tascabili Raindrops, divenuti ormai capi iconici. Questi immancabili e pratici compagni di viaggio affiancano il mood safari della linea free-time in cotone trattato 100% water-repellent nel profondo e neutro colore Storm Denim.

Un mix di colori e materiali che celebra l’immancabile stile west-side di Doria.

Racconto di viaggio che si srotola in un tragitto tra giardini italiani, savane, deserti e giungle tropicali, interpretato dall’occhio e dalla creatività del fotografo Mauro Lorenzo.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

“M Il figlio del secolo” a teatro, emozione e thriller

E’ la sera della prima a Milano, al Piccolo Teatro, del ritorno in città dello spettacolo – e romanzo – di cui tutti parlano già da tempo. Tutto è già stato, tutto è già compiuto ma questo tutto ha altri

Venice Glass Week a settembre

Arriva la seconda edizione di Venice Glass Week, il primo festival internazionale della città dedicato all’arte del vetro, con particolare

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”