Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 10/03/2018

Vladimiro Gioia in estate nel Sol Levante

I fiori simbolici e il recupero di antiche stampe nell'arte comunicativa dello stilista. Che per la prossima stagione calda va in Giappone a caccia di ispirazioni.

Il Sol Levante ispira ancora stilisti e creativi di tutte le estrazioni, tale e tanta è la sua storia da riscoprire Un viaggio nell’anima antica del Giappone e dei suoi contrasti, lo fa Vladimiro Gioia per la Primavera Estate 2018: la delicatezza della natura e la forza dei combattenti giapponesi, peculiarità che vivono in ogni donna.

vladi vladimiro

Una donna “Samurai” sospesa tra il suo essere guerriera saggia e di grande nobiltà e la sua visione zen del vivere, leggiadro e armonioso: immancabile quindi la stampa ispirata alla corrente artistica Azuchi-Momoyama, dove il Sakura, fiore feticcio della cultura nipponica e simbolo di bellezza, viene accostato al Samurai, immagine di forza e di combattività.

La collezione vuole anche rievocare il liberty orientale nipponico con stampe medusa o ancora i classici paraventi nelle pagode sono richiamati da stampe pavone ed airone, soggetti tradizionali giapponesi.

L’impalpabilità di abiti, gonne e bluse in georgette di seta assume un aspetto più aggressivo grazie alle passamaneria cucita a mano su spalle, punto vita e lunghezze che vogliono ricordare le armature dei Samurari, così come i dettagli in pelle che sostituiscono le cinture delle gonne e le zip sui bomber in pelle che una volta aperte creano la perfetta geometria dell’armatura.

Materiali che danno vita a un incontro-scontro tra forza e delicatezza: bouclé 100% cotone, georgette, broccato, organza 100% seta jacquard, pelle, macramè ricamato. E ancora pizzo cordonetto spalmato: un pizzo nero illuminato da una lamina d’argento che dona luce alla collezione, come le paillettes, usate per la prima volta dal designer.

Anche PVC e Nylon fanno il loro debutto nella collezione Primavera Estate 2018: materiali tecnici, utilizzati non solo per capi spalla ma anche per gonne e abiti, che vogliono sottolineare ancora una volta lo spirito combattente della donna Vladimiro Gioia. Così come anche la presenza costante del colore nero vuole rimarcare questa caratteristica, addolcita però dalle stampe colorate e delicate della tradizione giapponese.

Una collezione che non perde di vista l’istinto combattivo e anticonformista della donna Vladimiro Gioia che per la Primavera Estate 2018 strizza l’occhio al suo lato più femminile.



Fashion - 12/04/2018

Ulturale, le cravatte fatte a mano, come una volta

Ulturale è sinonimo di cravatta, è sinonimo di stile, è sinonimo di eccellenza italiana e paradig [...]

Society - 28/06/2018

Alessandro Canino: “Tutto per quella parola: brutta”

Un inno per il women empowerment quello che Alessandro Canino scrisse e portò al successo negli ann [...]

Leisure - 14/11/2017

A BookCity le foto artistiche di Ferdinando Scianna

La fotografia e la poesia in un solo libro. A BookCity di Milano arrivano storie e riflessioni di be [...]

Top