Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 03/02/2020

Wrangler ritorna agli anni 90: rispuntano le camicie a quadri

Anche Brad Pitt nell'ultimo film di Tarantino indossa un modello vintage. I (continui) rinascimenti dello stile denim e cowboy.

Kurt Cobain come involontario testimonial e ripescaggio del capo-simbolo degli anni 90: le camicie a quadri che tanto erano care agli idoli del Grunge. Boscaioli e nostalgici del country-western sono avvisati: Wrangler ha reinserito nelle sue collezioni il capo iconico di metà decennio dei Nirvana, quel dettaglio che faceva già molto incurante e reazionario, ma che ora è uno status giocoso e citazionista senza i significati sociali dell’epoca.

Wrangler, in linea con le tendenze del momento, ha creato alcuni capi chiave dove si possono evidenziare, al centro della collezione, le classiche camicie a quadri, magliette dall’animo retrò e jeans scuri. L’icona denim gioca con il casual look anti-fashion delle band anni ’90, mescolando silhouettes over e tocchi nostalgici, aggiungendo finiture di adatte alle nuove generazioni.
La palette ruota attorno al nero, evocando le taglienti origini della sottocultura punk o lo stile indossato nei bar grunge di Los Angeles. Le tonalità chiave che fanno da sfondo sono il blu elettrico e l’arancio fiammante, due nuances dal carattere audace.
Le ispirazioni arrivano dall’abbigliamento sportivo e dalle grafiche retrò, ma per questa collezione, Wrangler si allontana dalla tendenza poppy degli anni ’80 e si dirige verso un’atmosfera più cool tipica dei thrift-store di Seattle.

Le camicie a quadri da uomo e da donna sono al centro della collezione SP20 di Wrangler nelle tonalità blu, nero e marrone. Per le donne, l’abito a camicia a quadri dalla vestibilità femminile da poter indossare con la classica camicia da boscaiolo. Tutte le nostre camicie sono ora in 100% cotone organico. Non solo camicie per Wrangler. Il denim viene proposto con lavaggi neri e scuri. La giustapposizione nelle texture è una parte fondamentale del look: Wrangler aggiunge denim rivestito nei jeans e nelle giacche, donando un aspetto più smagliante, rock, mentre il jeans e la giacca da uomo hanno elementi nostalgici di velluto a coste. L’innovativo processo di tintura a schiuma di Wrangler, Indigood, è stato introdotto nei denim Greensboro e Larston.

La tintura in schiuma cambia radicalmente il modo in cui l’indaco viene applicato al filato durante la produzione del denim. Il processo utilizza la schiuma per trasferire la tintura sui filati, sostituendo completamente i tradizionali serbatoi d’acqua e vasche chimiche della colorazione indaco convenzionale. Il processo di colorazione in schiuma è il modo più sostenibile per tingere il denim.

In questo inverno in corso, invece, i classici incontrano l’high fashion. L’icona denim di Wrangler si abbina all’innovativo marchio Opening Ceremony con un progetto che offre nuova vita ad alcuni capi dell’archivio di Wrangler. 

 
La collaborazione per l’autunno/inverno 2019 è un autentico mix di stili chiave che Wrangler ha accumulato durante gli anni ’90 nei Superstore americani, quando gli americani acquistavano pantaloni cargo, jeans ampi e magliette con grafiche. Anni in cui dominavano silhouette oversize, tessuti pesanti e duraturi dall’identità fluida. 
 
Il nome della collezione Value deriva dai grandi magazzini in cui questi stili erano molto popolari – l’idea era che le persone mettessero nel carrello un paio di jeans mentre stavano acquistando generi alimentari o articoli per la casa. Questo contrasta l’esperienza di vendita coinvolgente di Wrangler e l’approccio culturale e curato di Opening Ceremony nei confronti della moda, approccio che ha trasformato il marchio in una comunità creativa globale.
 
Value fa anche riferimento ai valori di Wrangler: la produzione di questa collezione è stata infatti realizzata in quantità limitate in cotone organico, così da rivisitare il significato in continua evoluzione di “valore” e l’impegno costante di Wrangler per la sostenibilità. 

Attingendo al lungo patrimonio western di Wrangler, e alla moda street style degli anni ’80 e ’90, la collezione Value presenta una filosofia sul fit che consente ad ogni persona di indossare la collezione. Camicie a quadri, magliette a maniche corte e a maniche lunghe con grafiche audaci sono abbinate a giacche con cappuccio impermeabili con retro in color block.
Le giacche di jeans sono squadrate, i jeans, le salopette e i pantaloni cargo in denim si allargano. Le zip sulle maniche delle giacche e sui pantaloni rendono il capo scomponibile cambiandone il look, in un gioco di vestibilità e praticità sperimentale. La collezione è disponibile esclusivamente nei negozi Opening Ceremony e sul sito https://www.openingceremony.com/Designers/W/WRANGLER/

ORIGINI E TESTIMONIAL – Le origini di Wrangler risalgono al 1904 a Greensboro, in North Carolina. Wrangler è nato nel 1947 con prodotti creati per specifiche esigenze dei cowboy e di coloro che lavoravano nei ranch. Quando il denim fu adottato come uniforme del crescente movimento giovanile degli anni ’50, Wrangler divenne sinonimo si atteggiamento giovanile. Un marchio di denim fondatore, con uno spirito pionieristico, Wrangler ha inventato il rivoluzionario broken twill denim. Le innovazioni più recenti includono Indigood, un processo di tinteggiatura sostenibile che riduce i prodotti chimici ed elimina l’utilizzo di acqua. Oggi una testimonial d’eccezione per il brand è l’icona fashion Kim Kardashian.

 

Denim Wrangler a vita alta 14MWZYB, realizzati negli Stati Uniti, cuciture classiche a “W” sul retro per Kim Kardashian. Patch Wrangler con etichetta Wrangler. Un raro pezzo di archivio degli anni ’70.

Nel rilascio della prima foto di preview del nuovo film di Quentin Tarantino ‘Once Upon a Time in Hollywood’ – che è ambientato nel 1969 ed è uscito nel 2019 – Brad Pitt, co-protagonista insieme a Leonardo Di Caprio, indossa la giacca Wrangler vintage 24MJZ dei primi anni ’60.

Questo modello, unico nella storia di Wrangler, fu il primo prodotto con una nuova tecnica inventata da Wrangler nel 1964: un nuovo tessuto denim intrecciato con spiga alternata che dona l’unico e distinguibile motivo più movimentato a zig-zag.

Brad Pitt indossa una giacca in denim iconica di Wrangler nel nuovo film di Quentin Tarantino ‘Once Upon a Time in Hollywood’.

 

WRANGLER ESTATE 2020 – Attraverso un’influenza nostalgica, Wrangler prende ispirazione dagli anni ’90 e riporta in primo piano i look di quell’epoca, insieme agli ideali di globalizzazione e unità. In tutta la gamma denim, i materiali sono autentici e pregiati, con una gamma di lavaggi, vestibilità e tessuti più leggeri che offrono modelli in linea con tutte le tendenze.

Ispirata dai messaggi di positività e successo di Wrangler e attingendo alla sensazione di forte unione di quest’anno, la collezione primavera/estate 2020 di Wrangler è destinata a portare nuove emozioni e ricordi.

Per gli uomini, il nuovo Texas Slim Fit – con una vestibilità straight e tradizionale – fa da padrone mentre il trend utility viene presentato con una gamma che comprende una giacca, un jeans cargo e un gilet di jeans. Un jeans e una giacca sono sottoposti al trattamento colorblock. Tornano i lavaggi scuri, ma accanto a tonalità più chiare che richiamano i denim slavati degli anni novanta. Per le donne, i jeans skinny e straight rappresentano la gamma standard, ma alcune aggiunte mettono in risalto il denim. Il mom fit è il modello chiave, con jeans, shorts e pantaloncini con bretelle e un nuovo chino mom-style. Il look utility è rappresentato da jeans e jumpsuits. Nell’anno delle olimpiadi, Wrangler rievoca lo stile atletico dei precedenti giochi con colori a contrasto e forme anni ’90 che danno un tocco nostalgico all’abbigliamento sportivo. Per le donne vengono proposte felpe, polo e magliette dalla vestibilità corta. Colori vivaci tra cui rosso e blu sono presentati accanto a nostalgiche sfumature color pastello ispirate ai colori delle spiagge. Nelle proposte uomo, i colori a contrasto fanno da padroni su giacche, felpe con cappuccio e mezza zip frontale. Le grafiche assumono un’atmosfera nostalgica, ispirate alle t-shirt acquistate come souvenir nei negozi vintage.

Per le donne, magliette con vestibilità maschile hanno grafiche che evocano ricordi da spiaggia, mentre un autentico logo “Jeanies” di Wrangler fa ritorno su diverse magliette. Il motivo arcobaleno di Wrangler ritorna su felpe e magliette fornendo uno stile più incisivo, accompagnato da t-shirt loggate più minimali. Le tonalità pastello vengono utilizzate su pantaloncini, camicie a quadri e giacche per un look vacanziero che viene completato da una camicia con stampa vintage. Per l’uomo, t-shirt con logo e polo sono disponibili in vivaci nuance, accompagnate da tonalità più tenui. I riferimenti alle origini di Wrangler nel 1947, quando lanciò i suoi primi jeans da cowboy, sono rappresentati con stampe su t-shirt, mentre le autentiche grafiche del mondo Wrangler degli anni ’80 e ’90, che promuovono unione e accettazione sono rappresentate su magliette e felpe. Le camicie a quadri sono proposte con le classiche colorazioni rosso, nero e blu, dove si aggiungono colori più chiari ispirati al surf.

 



Leisure - 14/12/2018

Marco Rotelli: “Quando non c’erano soluzioni, è arrivata la musica”

Sentire cantare a 26 anni Marco Rotelli i versi "Sono ancora vivo, malgrado l'incidente", è di un c [...]

Leisure - 02/09/2020

laFeltrinelli sostiene la musica italiana. Ecco come

laFeltrinelli è a fianco dell’industria musicale italiana in occasione di “Heroes - Il futuro [...]

Leisure - 27/10/2019

Alessandro Siani: “Il giorno più bello del mondo non è solo per ridere”

"Non ho mai praticato la materia della riflessione, era una cosa che non mi veniva spontanea. Poi Ma [...]

Top