29 Marzo 2022

Riaperture di stagione: Madernassa a Cuneo e Marro a Porto Cervo

Due stelle Michelin per due fratelli in cucina a Guarene, in Piemonte. E cresce l'attesa per il debutto dell'imprenditore milanese in Sardegna.

29 Marzo 2022

Riaperture di stagione: Madernassa a Cuneo e Marro a Porto Cervo

Due stelle Michelin per due fratelli in cucina a Guarene, in Piemonte. E cresce l'attesa per il debutto dell'imprenditore milanese in Sardegna.

29 Marzo 2022

Riaperture di stagione: Madernassa a Cuneo e Marro a Porto Cervo

Due stelle Michelin per due fratelli in cucina a Guarene, in Piemonte. E cresce l'attesa per il debutto dell'imprenditore milanese in Sardegna.

Riparte la stagione primaverile della buona e alta cucina italiana e dal Piemonte alla Sardegna tornano i luoghi di bellezza fuori e dentro la tavola. Due fratelli, un resort e tanto buon cibo di classe sono alla base dell’entusiasmo per la riapertura (oggi, 29 marzo 2022) de La Madernassa Ristorante & Resort, 2 stelle Michelin a Guarene (Cuneo) . Terminata la pausa necessaria per rinnovare le sale che accolgono gli ospiti a tavola, il 2022 della struttura sarà all’insegna dell’eccellenza e della sostenibilità con nuovi talenti.

Ad affiancare l’executive chef Giuseppe D’Errico, il fratello Francesco nel ruolo di chef de cuisine.

Francesco e Giuseppe D’Errico alla Madernassa in provincia di Cuneo con una delle loro creazioni in tavola.
Lo chef Francesco D’Errico tra Fabrizio Ventura e Ivan Delpiano, proprietari della struttura piemontese.

Non potremmo essere più contenti –  dichiarano gli imprenditori Ivan Delpiano e Fabrizio Ventura – di aprire la stagione con Giuseppe e Francesco D’Errico, che hanno accolto con grande entusiasmo l’opportunità di riunirsi, dopo i loro singoli percorsi formativi. Sono partiti entrambi dall’Italia con gli insegnamenti del grande Maestro Gualtiero Marchesi, poi Giuseppe sceglie la Francia con uno dei piu’ prestigiosi ristoranti al mondo, La Maison Troisgros tre stelle Michelin, dove si ferma per sei anni   al fianco di Michel Troisgros.

Anche Francesco dopo un’esperienza con Bottura parte per la Francia restando per sei anni  nel ristorante stellato Maison Decoret a Vichy  dove, proprio con l’aiuto dello chef Jacques Decoret MOF, si allena per partecipare  al prestigioso concorso MOF, competizione quadriennale che designa i migliori lavoratori di Francia, fino ad arrivare in semifinale. Due percorsi separati quelli di Giuseppe e Francesco per forgiarsi e sviluppare individualmente capacità e sensibilità.”

Il desiderio dei fratelli D’Errico di ritornare in Italia, mettersi in gioco insieme, lavorare a stretto gomito per far esplodere la loro creatività, ha così trovato casa alla Madernassa.

Alessandro Marro, un passato nel mondo della moda, un presente nell’imprenditoria della ristorazione. Marro ha avuto un grande exploit con Fisheria, ristorante di pesce ad Assago, alle porte di Milano, e Marro nella vicina Rozzano.

IN SARDEGNA – Si avvicina la data dell’inaugurazione del ristorante di Porto Cervo di Alessandro Marro, che aprirà ufficialmente a giugno. “Punteremo sul pubblico italiano ed internazionale. Speriamo che per l’apertura della stagione la situazione si calmi e soprattutto per i civili coinvolti malauguratamente nel conflitto”.

Imprenditore della ristorazione, Alessandro Marro, già titolare di due ristoranti, uno specializzato in pesce e uno in carne e pizza, propone al suo pubblico una experience a contatto con i sapori, il gusto e nuove esperienze culinarie.

Per il nuovo ristorante a Porto Cervo, che avrà uno stile più internazionale rispetto a Milano, sta preparando un opening in grande stile con due feste esclusive. La prima a giugno e la seconda a luglio, nel locale che sta prendendo forma.

Le divise sono state studiate da un designer sotto la guida di Alessandro Marro, data la sua esperienza nel mondo della moda.

Tra i protagonisti accanto alla cucina mediterranea, rivisitata in chiave fusion, anche sushi, con piccola area dedicata alla pizzeria e alla panificazione. Da Marro ci saranno i prodotti locali a km zero, provenienti da piccole aziende del territorio, come vini locali e prodotti caseari, ma non mancheranno le materie prime internazionali, all’insegna del luxury food.

Non ci saranno prezzi proibitivi; Marro Porto Cervo si posiziona su una fascia medio alta, ma un vasto pubblico potrà vivere questa experience nel mondo del food e del design.

Chi arriva in barca potrà usufruire della navetta come servizio per gli yacht e non mancherà il catering sulle barche e lo chef a domicilio, sempre con prodotti accuratamente selezionati secondo il mood tipico i Marro Porto Cervo.

Quali saranno i piatti di tendenza?

Plateau Black Diamond, con assortimento di crudo , ma anche cotto, con king crab, astice, aragosta, gamberi sbollentati, caviale, o plateau di sushi con assortimento dei migliori tipi da degustare anche come antipasto. Non mancherà la pizza rossa con burrata, gambero rosso di Mazara, granella di pistacchio e spolverata d’oro!”

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Davide Nanni fa cucina selvaggia

Prima di raggiungere il successo, Davide Nanni, la cui aspirazione era di diventare “lo chef buono”, ha affrontato una dura

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”