Magazine - Fine Living People
Gallery

Questo slideshow richiede JavaScript.


Gallery - 31/08/2017

Esordio dell’Home Festival con gli italiani in attesa dei Duran Duran

Il momento clou con Max Gazzè. E ci sono anche iniziative culturali per riscoprire le bellezze del Veneto.

Sono stati gli italiani a tener banco nella prima serata “zero” dell’Home Festival a Treviso. La notte di esordio del festival si è conclusa ieri con i grandi live di Max Gazzè, Omar Pedrini, Rumatera, Los Massadores e The Bastard Sons of Dioniso. All’Aperol Spritz @ Home per l’appuntamento gratuito uno dei momenti clou per coinvolgimento è stata l’esibizione di Max Gazzè, forte di una recente lunga esposizione radiofonica e di grandi successi live.

Oltre a lui, sul palco dell’Home Festival anche Omar Pedrini, il rocker, cantautore ed ex cantante dei Timoria, fresco del nuovo album “Come se non ci fosse un domani”. A tutto rock poi coi Rumatera, gli scatenatissimi Los Massadores e la band figlia di X Factor The Bastard Sons of Dioniso. Ma non finisce qui. Ci sono anche Eva Pevarello, finalista ad X Factor, Digital Monkey Beat Dj Set Pau (Negrita) & Dj AM:PM, Wardogs, Craven, The Brokendolls, Kani, Old 7 Years e Tytus.

INIZIATIVE – Ai lettori di The Way Magazine interessati alla cultura farà piacere sapere che il festival più grande d’Italia (per i Duran Duran oggi attese 100mila persone) si diversifica con successo dalla musica alle altre discipline.

All’Home Garden, anche il Glamping (il camping di lusso): il vero trend del momento che unisce alla bellezza del vivere en plein air un tocco glamour tutto da provare. Lezioni di Yoga e Pilates in compagnia di Serena Cagnin al mattino e Dj Set by Lemonade Partytrip nel pomeriggio, per chi preferisce restare in campeggio. L’entrata all’Home Garden con formula Basic Daily sarà disponibile anche in loco dalle ore 15.00.

Il Paper Gods Tour dei Duran Duran ha girato l'Italia l'estate scorsa. Ora per il 2017 unica data a Treviso.

Il Paper Gods Tour dei Duran Duran ha girato l’Italia l’estate scorsa. Ora per il 2017 unica data a Treviso.

Dal 31 agosto al 3 settembre, durante il giorno saranno infatti organizzate visite guidate di Treviso intitolate “Home Art” in collaborazione con l’Ufficio Iat di Treviso e bike tours con pedalata assistita sulla ciclovia Treviso-Ostiglia, accompagnati dalle guide di Vibe. Dulcis in fundo, le guide di Travelsport propongono un duathlon dolce composto da una parte in bici e una di soft rafting sul fiume Sile, il più lungo fiume di risorgiva d’Europa.

Il Veneto è tra delle Regioni più suggestive d’Italia per la ricchezza delle sue città d’arte, i borghi, l’enogastronomia ed il suo patrimonio naturale.
Gli ospiti di “casa” e non solo, approfittando del Festival, avranno così l’occasione di visitarlo in compagnia di guide locali esperte.

Disponibile inoltre sul sito di Home festival nella sezione “Plan your Trip”, una mappa gratuita e scaricabile direttamente sul proprio smartphone, con tutti i punti d’interesse della Marca Trevigiana, Padova e Venezia, per vivere la destinazione in piena libertà.

PISTOLETTO – Home Festival alla sua ottava edizione, che si celebra dal 30 agosto al 3 settembre in zona Dogana a Treviso, oltre ad accogliere i grandi protagonisti della musica internazionale tra i quali Duran Duran, Liam Gallagher e The Libertines, è anche un’autentica “House Of Arts”, la Casa dell’Arte e della Cultura. Tante le novità, uniche e straordinarie. In primis, il famoso Maestro Michelangelo Pistoletto torna a stupire all’HF, porterà nientedimeno che l’opera simbolo dell’Arte povera e icona della creatività contemporanea, la Venere degli stracci che quest’anno compie 50 anni (1967- 2017). Un’opera che ha attraversato mezzo secolo di storia raccontandone il suo radicale rinnovamento artistico-sociale, ponendo l’arte al centro di una trasformazione sociale responsabile, nonché l’etica quale irrinunciabile suo contenuto. Provocatorio accostamento tra la bellezza idealizzata del calco della Venere con pomo di Bert Thorvaldsen e la montagna di stracci colorati, usati, vissuti e consumati, scarto di una società sempre più veloce, l’opera è realizzata per l’HF in dimensioni XXL.

Top