Magazine - Fine Living People
Gallery

Questo slideshow richiede JavaScript.


Gallery - 08/12/2018

Un balletto “d’azione” per Il Barbiere di Siviglia

L'ha concepito la coreografa Monica Casadei e l'ha portato in scena con la Compagnia Artemis Danza a Milano.

In occasione dei centocinquant’anni dalla morte di Gioachino Rossini, Monica Casadei con la Compagnia Artemis Danza affronta uno dei titoli più celebri del maestro pesarese, Il Barbiere di Siviglia, con un’interpretazione coreografica per quattordici danzatori che ha debuttato a Pesaro, nello storico Teatro Rossini, la scorsa primavera.

Lo spettacolo, come vedete dalle foto dell’inviato di The Way Magazine, Gianni Foraboschi, è approdato al teatro Menotti di Milano (ci resta fino al 9 dicembre 2018, www.teatromenotti.org) ed è stato curato dalla coreografa Monica Casadei.

L’artista lo ha immaginato come un avveniristico “balletto d’azione” e che, come di consueto, coinvolge in una contaminazione di linguaggi tutto il corpo creativo di Artemis, che si arricchisce in questa occasione dell’intervento dell’artista pesarese Giuliano Del Sorbo e dei costumi realizzati da Daniela Usai, coinvolgendo anche gli artisti visivi e l’elaborazione musicale di Luca Vianini, che si confronta con Rossini.

Produzione Compagnia Artemis Danza in collaborazione con AMAT e Comune di Pesaro Coproduzione Italian Festival in Bangkok, Festival Orizzonti, Armonie d’Arte Festival in collaborazione con Rossini Opera Festival e Teatro Comunale di Bologna. Gli abiti sartoriali sono stati realizzati da A.N.G.E.L.O. Vintage Palace Con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Emilia Romagna Assessorato alla Cultura. Foto di Gianni Foraboschi/The Way Magazine.

Nella lettura di Monica Casadei Figaro è il prototipo dell’uomo di successo nel mondo di oggi. Inguainato in rigorosi abiti manageriali, l’eroe rossiniano diventa l’emblema di chi riesce a soddisfare con efficacia, vivacità e savoir faire le aspettative di una società che impone ogni giorno di raggiungere i propri obiettivi ottimizzando tempi ed energie.

Sul piano coreografico, il personaggio di Figaro si moltiplica nei corpi dell’intera compagnia, dove, senza distinzioni di gender, gli interpreti agiscono con la determinazione, l’energia e il rigore di una squadra speciale: tonici, grintosi e iper-concentrati, la loro danza manipola il tempo e lo spazio senza tregua, tesse e scioglie in continuazione una rete infinita di cambi di direzioni, incroci di traiettorie e intarsi di movimenti. Quasi seguissero le rotte di affollatissime e rumorose highways i danzatori vi si districano con lucidità ed energia marziale, ingranaggi sapienti del folle meccanismo del vivere sociale.

Lo spettacolo ha visto la coproduzione dell’Italian Festival in Thailand di Bangkok, del Festival Orizzonti di Chiusi e di Armonie d’Arte Festival di Borgia. Dopo la data pesarese il “Barbiere di Siviglia” di Monica Casadei è stato infatti presentato il 31 marzo 2018 a Bangkok, per poi iniziare una tournèe italiana e internazionale.

Fotoservizio di Gianni Foraboschi per The Way Magazine.



Top