24 Gennaio 2017

Barron Trump: vergogna mediatica sul palco del mondo

24 Gennaio 2017

Barron Trump: vergogna mediatica sul palco del mondo

24 Gennaio 2017

Barron Trump: vergogna mediatica sul palco del mondo

Non se Barron Trump sia autistico o meno: ma accade che in rete giri un video che beffeggia un bambino di soli 10 anni per movenze scomposte e curiose durante l’insediamento del padre Donal Trump a Presidente degli Stati Uniti d’America.

Addirittura l’attrice Rosie O’ Donnell ovviamente avversa politicamente al tycoon, si lascia andare ad affermazioni che invitano alla querela, mozzando il principio etico che i bambini non si toccano. Mai. A maggior ragione se potrebbero avere, come lei urla nei social, seri problemi psichici.

Perché? Perché essere sul palcoscenico più esibito del mondo, può far male a chiunque: non a caso la figlia di Clinton, Chelsea, che aveva 12 anni quando Bill divenne il numero 1 al mondo, ne ha generosamente preso le difese, pur sottolineando che altri sono i suoi ideali politici. Ho osservato bene il video incriminato: certo alcuni gesti stereotipati potrebbero indurre il sospetto di autismo, ma in ogni caso affermare ‘ecco nelle mani di chi siamo’ indicando Barron come una cavia da giustiziare in laboratorio, è infame. Ancora di più, fare passare l’assunto che essere padri di un ragazzino con problemi, possa inficiare un cammino presidenziale. Risulta doppiamente scandaloso: l’hadicap non è vergogna, ma un dramma verso cui occorre innalzare ulteriore solidarietà, per rafforzare famiglie molto provate e che spesso si sentono abbandonate da tutti. Allora se malauguratamente fosse vero, mi auguro che Trump faccia qualcosa in più per alleviare, con provvedimenti legislativi, le persone colpite da autismo e la fatica dolorosa dei loro cari che li assistono. Il resto, è vergogna mediatica. 

Read in:

Picture of Cinzia Alibrandi

Cinzia Alibrandi

Autrice messinese ma milanese di adozione, laureata in Lettere presso l'università "La Sapienza" e diplomata all'"Accademia di arti drammatiche" di Roma. Ha un passato di attrice, specialmente teatrale, con qualche incursione nel cinema. Oggi insegna italiano e storia nel triennio di Architettura del liceo artistico milanese "Boccioni", dove ha ideato, organizzato e curato i "giovedì letterari", aperti sul territorio, per la biblioteca, intervistando autori italiani di spicco nel panorama nazionale. È sei volte edita con 'Anna e i suoi miracoli' - Armando Siciliano editore, 'Petali di Marta' - Ensemble e con 'Torna a casa lettera' - Ensemble, Collana Pongo (di cui è stata inventrice e direttrice editoriale), 'Storie di amori e disamori- dalla A alla Z e ritorno’ - Giulio Perrone Editore, 'La vita é così' - Mondadori/Piemme, scritto con la famosa attrice Dalila Di Lazzaro, e sua biografia, e la biografia scritta con il noto stilista lombardo Martino Midali pubblicata da Cairo ‘La stoffa della mia vita-un intreccio di trama e ordito’, presentata a Milano da Jo Squillo, a Roma da Stefania Sandrelli, a Napoli da Marisa Laurito. Cinzia Alibrandi ha promosso e ha girato in Italia e all'estero (Dublino e Londra) con degli happening legati al lancio dei suoi libri, stabilendo un ponte culturale con noti stilisti (Chiara Boni, Maria Grazia Severi, Martino Midali, Cettina Bucca, Josè Lombardi, Gerardo Orlando, e le siciliane Tina Arena, Milena Bonaccorso, Miluna) ed orafi raffinati (Stroili, Stellina Fabbri, Francois Larnè, Pippo Alvaro). I suoi romanzi hanno la prefazione prestigiosa dell’autore internazionale Andrea G. Pinketts; "Petali di Marta" si avvale della copertina a opera della fotografa di moda Agnes Spaak, sorella dell'attrice Catherine. Ha vinto il 'Premio Sicilia'- sezione Letteratura nel 2014; il Premio 'Orgoglio siciliano' nel 2015 - sezione Letteratura; il Premio Speciale alla Carrera al T.A.R.C. Pagliara 8^ Edizione nel 2019. Ha ideato e ha curato per "Assodigitale"per un biennio una rubrica settimanale molto seguita, "tacco & stacco". È giornalista professionista e collabora in modo fisso con i settimanali ORA, VOI, TUTTO, dove intervista le star, e ha una rubrica fissa in cui scrive di amore e tematiche di coppia nel mensile “LEI STYLE”, e intervista i più grandi pensatori italiani.
Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”