Magazine - Fine Living People
La scrittora racconta

La scrittora racconta - 09/10/2016

L’armadio d’autunno svela gli acquisti sbagliati

È arrivato ottobre e il primo freddo. Avete presente quando siete ancora abbronzati, con i sandali ai piedi, con il vestitino che vi ondeggia addosso come le onde del mare su cui avete immerso il corpo grati e affogato il cupo dell’inverno, e d’improvviso vi ritrovate inadatti a insistere nelll’ignorare che sì, é proprio arrivato l’autunno?
Dunque, è ora di tirare un sospiro rassegnato e dopo la fresca e piacevole salsedine, passare ad odorare le corpose caldarroste all’angolo della strada.
È giunto il momento di aggiornare l’armadio, ed invertire la stagione facendo l’ascensore con gli abiti: al piano alto gli estivi, e giù gli abiti pesanti.
L’impresa non è semplice come appare: puntuale come la bottiglietta di tabasco che riemerge inutile dal fondo della dispensa e mai hai usato, riaffiora quell’acquisto sbagliato, fastidioso come un errore di gioventù, che non riesci a cancellare dalla mente!
Eccolo quel vestito color vino, costato un botto e che ti sbatte in faccia più d’un palo, con quel taglio a godet che t’ingrassa di tre chili, come se non bastassero i tuoi, di chili di troppo!
Lo tiro giù dallo scomparto alto, poi lo assesto rassegnata in fondo, appiattito alla parete affinché non appaia alla mia vista troppo sovente.
Dopo, con un moto istintivo, lo acchiappo, lo stritolo, afferro un sacchetto, lo ripongo decisa.
Lo regalerò a quella cara amica magra e asciutta come una sardina, con cui lo avevo comprato tre anni fa, e che tanto ne aveva caldeggiato l’acquisto.
Immagino ne sarà felicissima, specie quando nel consegnarglielo, ribadendo che solo l’intimità tra noi mi permette questo passaggio di consegne, aggiungerò che a lei sì, starà d’incanto, con il fisico da urlo che si ritrova!
Così, ci si sbarazza di un ingombro, di un passato errore, di un consiglio infelice.



Cinzia Alibrandi
Autrice messinese ma milanese di adozione, laureata in Lettere presso l'università "La Sapienza" e diplomata all'"Accademia di arti drammatiche" di Roma. Ha un passato di attrice, specialmente teatrale, con qualche incursione nel cinema. Oggi insegna italiano e storia al liceo artistico milanese "Boccioni", dove ha ideato, ha organizzato e ha curato i "giovedì letterari", aperti sul territorio, per la biblioteca intervistando autori italiani di spicco nel panorama nazionale. È tre volte edita con 'Anna e i suoi miracoli' - Armando Siciliano editore, 'Petali di Marta' - Ensemble e con 'Torna a casa lettera' - Ensemble, Collana Pongo (di cui è direttrice editoriale). Ha girato in Italia e all'estero (Dublino e Londra) con degli happening legati al lancio dei suoi libri, stabilendo un ponte culturale con noti stilisti (Chiara Boni, Maria Grazia Severi, Martino Midali, Cettina Bucca, Gerardo Orlando) ed orafi raffinati (Stroili, Stellina Fabbri, Francois Larnè, Pippo Alvaro). I suoi romanzi hanno la prefazione prestigiosa di Andrea G. Pinketts; "Petali di Marta" si avvale della copertina a opera della fotografa di moda Agnes Spaak, sorella dell'attrice Catherine. 'Premio Sicilia'- sezione Letteratura - nel 2014 e Premio 'Orgoglio siciliano' 2015 - sezione letteratura. Ha ideato e ha curato per "Assodigitale"per un biennio una rubrica settimanale molto seguita, "tacco & stacco". Attualmente collabora con il settimanale ORA. Ha curato il romanzo di Dalila Di Lazzaro 'La vita è così' - Piemme/Mondadori
Fashion - 13/06/2018

Rifle, 60 anni festeggiati a Pitti col Polimoda

A Pitti Uomo numero 94, presentata oggi la capsule collection RIFLE “Follow the Tribe” realizzat [...]

Fashion - 23/09/2016

Co|Te e il bisogno di pulizia formale nella moda

Co|Te ha fatto pulizia. Formale e sostanziale, visto che il marchio di moda milanese ha fatto una pr [...]

Leisure - 07/06/2017

Il drago e la fornace, paradiso toscano del buon vivere italiano

Il Drago e la Fornace è un'azienda agricola nel cuore della campagna senese, sul percorso della Via [...]

Top