28 Ottobre 2019

Luca Miano, dalla vetta dell’Etna alle colline di Hollywood

L'incontro con Los Angeles, una nuova vita e il sogno americano che si sta realizzando. Un ragazzo italiano che fonda una casa di produzione cinematografica, la “Lord Gentleman Pictures”.

28 Ottobre 2019

Luca Miano, dalla vetta dell’Etna alle colline di Hollywood

L'incontro con Los Angeles, una nuova vita e il sogno americano che si sta realizzando. Un ragazzo italiano che fonda una casa di produzione cinematografica, la “Lord Gentleman Pictures”.

28 Ottobre 2019

Luca Miano, dalla vetta dell’Etna alle colline di Hollywood

L'incontro con Los Angeles, una nuova vita e il sogno americano che si sta realizzando. Un ragazzo italiano che fonda una casa di produzione cinematografica, la “Lord Gentleman Pictures”.

Luca Miano nasce a Catania il 7 Gennaio 1990, vive a Zafferana Etnea e frequenta il liceo a Acireale. Dopo, si laurea in Giurisprudenza a Bologna. Eppure coltiva un sogno stelle a strisce, che prende corpo quando a soli venticinque anni si trasferisce a Hollywood. Bel ragazzo, si può pensare a una carriera di attore, invece lui vuole stare nella stanza dei bottoni, e fare il produttore cinematografico, vedendo step by step, un progetto prendere corpo e sostanziarsi in un film o in un documentario.

 

Ti laurei a Bologna in Legge e poi voli in America: come nasce il tuo sogno americano?

 

Dopo la laurea, atterro negli Stati Uniti il 5 Maggio 2015. Con un amico, con negli occhi tanti film visti, affitto una macchina e attraversiamo l’America in un “coast to coast”da antologia. Dopo quattro settimane di meraviglie negli occhi, arrivo a Los Angeles. È amore a prima vista: è lì che voglio stare, e realizzare il mio sogno.

 

E che accade?

 

Intanto sono felice di respirare l’aria tanto amata del mondo del cinema, perché i miei sogni mi sembrano a portata di mano. Dopo, tocco il cielo con un dito: sono l’unico aspirante italiano ammesso, tra i migliori 25 candidati di tutto il mondo, al prestigioso “American Film Institute” (Afi), dove conseguo il “Master in produzione cinematografica”.

 

Immagino che questa formazione sia stata un grande volano per la tua carriera.

 

Senza dubbio: realizzo numerosi cortometraggi, alcuni dei quali vincitori a dei film festival. In più, ho l’opportunità di avvicinare dei veri miti, Neil Canton di “Ritorno al Futuro”, Richard Brown di “Catch 22”, serie Tv su Sky Italia diretta da George Clooney, Lianne Halfon & Russell Smith di “Juno” e “Noi Siamo Infinito”, Stan Brooks  di “Marvel” e “ Agents of Shield”, Ed Decter di “Tutti Pazzi per Mary”.

 

E dopo il Master che accade?

 

Concretizzo il mio desiderio di produrre, e fondo una società di produzione di cinema indipendente “Lord Gentleman Pictures”, con sede tra Italia e Stati Uniti. Per un siciliano in America, non esiste confine ed io, con il mio cinema, ambisco a raccontare sul grande schermo storie senza barriere. Il cinema indipendente permette di procedere a piccoli passi, dando voce a progetti rilevanti culturalmente.

 

Quali sono i tuoi maestri?

 

Sono un accanito lettore e naturalmente, un appassionato cinefilo, da sempre innamorato di Fellini, David Lynch, Carlo Ponti, Dino De Laurentiis, Irwin Winkler e Scott Rudin. Da produttore, i miei esempi spaziano dai registi, agli attori, ai produttori. Tuttavia in modo sovrano, è la storia da raccontare che mi deve intrigare. Se riesco nell’intento di vederla trasposta in un film, io ho vinto!

 

Qual è il tuo prossimo progetto?

 

Vi ho lavorato per un anno, riuscendo ad acquisire l’esclusiva dei diritti di “Chasing 4:00.0”, una sceneggiatura che prende spunto da Roger Bannister, atleta inglese che nel 1954 batte il record del miglio in meno di quattro minuti, tempo epocale. Mi ha catturato un mondo inglese carico di sentimenti variegati, dove domina la voglia di raggiungere un obiettivo, sfidando l’incredulità del mondo che ti considera folle. Anche io, nel mio piccolo, ho sgomitato per ottenere i finanziamenti per realizzare il progetto. Sono perseverante, proprio come il campione a cui ho deciso di dare voce. Spero che l’America sia benigna con me.

 

L’intervista è terminata e la scrittora augura che per ogni sogno che vola, ci sia un posto dove possa atterrare.

Read in:

Picture of Cinzia Alibrandi

Cinzia Alibrandi

Autrice messinese ma milanese di adozione, laureata in Lettere presso l'università "La Sapienza" e diplomata all'"Accademia di arti drammatiche" di Roma. Ha un passato di attrice, specialmente teatrale, con qualche incursione nel cinema. Oggi insegna italiano e storia nel triennio di Architettura del liceo artistico milanese "Boccioni", dove ha ideato, organizzato e curato i "giovedì letterari", aperti sul territorio, per la biblioteca, intervistando autori italiani di spicco nel panorama nazionale. È sei volte edita con 'Anna e i suoi miracoli' - Armando Siciliano editore, 'Petali di Marta' - Ensemble e con 'Torna a casa lettera' - Ensemble, Collana Pongo (di cui è stata inventrice e direttrice editoriale), 'Storie di amori e disamori- dalla A alla Z e ritorno’ - Giulio Perrone Editore, 'La vita é così' - Mondadori/Piemme, scritto con la famosa attrice Dalila Di Lazzaro, e sua biografia, e la biografia scritta con il noto stilista lombardo Martino Midali pubblicata da Cairo ‘La stoffa della mia vita-un intreccio di trama e ordito’, presentata a Milano da Jo Squillo, a Roma da Stefania Sandrelli, a Napoli da Marisa Laurito. Cinzia Alibrandi ha promosso e ha girato in Italia e all'estero (Dublino e Londra) con degli happening legati al lancio dei suoi libri, stabilendo un ponte culturale con noti stilisti (Chiara Boni, Maria Grazia Severi, Martino Midali, Cettina Bucca, Josè Lombardi, Gerardo Orlando, e le siciliane Tina Arena, Milena Bonaccorso, Miluna) ed orafi raffinati (Stroili, Stellina Fabbri, Francois Larnè, Pippo Alvaro). I suoi romanzi hanno la prefazione prestigiosa dell’autore internazionale Andrea G. Pinketts; "Petali di Marta" si avvale della copertina a opera della fotografa di moda Agnes Spaak, sorella dell'attrice Catherine. Ha vinto il 'Premio Sicilia'- sezione Letteratura nel 2014; il Premio 'Orgoglio siciliano' nel 2015 - sezione Letteratura; il Premio Speciale alla Carrera al T.A.R.C. Pagliara 8^ Edizione nel 2019. Ha ideato e ha curato per "Assodigitale"per un biennio una rubrica settimanale molto seguita, "tacco & stacco". È giornalista professionista e collabora in modo fisso con i settimanali ORA, VOI, TUTTO, dove intervista le star, e ha una rubrica fissa in cui scrive di amore e tematiche di coppia nel mensile “LEI STYLE”, e intervista i più grandi pensatori italiani.
Ti potrebbe interessare:

Spontini arriva nel Middle East

Il CEO di Spontini Massimo Innocenti è entrato nei particolari anche dell’accordo annunciato il 17 gennaio scorso tra i produttori

BYD punta sul mercato turco

(Adnkronos) – BYD allarga le sue mire espansionistiche, puntando dopo l’Europa, alla Turchia.  Recentemente, il colosso automobilistico cinese, ha rivelato

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”