4 Dicembre 2023

A Firenze sulle orme del granduca Pietro Leopoldo

Lo chiamavano dottore. La sua visione illuminata trovò terreno fertile soprattutto in campo tecnico scientifico e contribuì al progresso degli studi e delle applicazioni in campo medico.

4 Dicembre 2023

A Firenze sulle orme del granduca Pietro Leopoldo

Lo chiamavano dottore. La sua visione illuminata trovò terreno fertile soprattutto in campo tecnico scientifico e contribuì al progresso degli studi e delle applicazioni in campo medico.

4 Dicembre 2023

A Firenze sulle orme del granduca Pietro Leopoldo

Lo chiamavano dottore. La sua visione illuminata trovò terreno fertile soprattutto in campo tecnico scientifico e contribuì al progresso degli studi e delle applicazioni in campo medico.

In questo inizio di dicembre a Firenze si organizzano passeggiate storico scientifiche, dall’Ospedale di Santa Maria Nuova al Museo Galileo sulle orme del Granduca Pietro Leopoldo.

E’ il programma degli incontri “Il Granduca Pietro Leopoldo e la Scienza”, che si svolgeranno dal 30 novembre all’11 dicembre. L’iniziativa rientra fra le manifestazioni della Festa della Toscana 2023.

Il ciclo comprende quattro percorsi dedicati alla storia della Chirurgia, della Ginecologia e Ostetricia, della Farmacia e dell’Elettricità applicata alla Medicina. Ogni itinerario (con partenza alle 15.30) si snoderà dall’Ospedale di Santa Maria Nuova al Museo Galileo, dove verranno visitate le collezioni di strumentaria chirurgica e medica provenienti dall’Ospedale stesso. Accompagneranno i visitatori quattro “guide” d’eccezione: professionisti in campo medico, che approfondiranno ogni specifico argomento. 

Da sinistra: Modello ostetrico in terracotta
1770-1775; Ferri chirurgici per interventi ostetrici e ginecologici
seconda metà sec. XVIII.

Il primo appuntamento il 30 novembre, in occasione della Festa della Toscana, è stato concentrato sulla “Storia della Chirurgia e strumenti chirurgici”, tenuto da Francesco Tonelli, professore emerito di Chirurgia dell’ Università degli Studi di Firenze.

Il 4 dicembre toccherà alla “Storia dell’Ostetricia e Ginecologia e cere anatomiche” con la guida del dottor Alberto Mattei, direttore di Ginecologia e Ostetricia Ausl Toscana Centro. Il 7 dicembre il percorso si articola “Dall’Orto medico alla farmacia”, con la dottoressa Irene Ruffino, direttrice del Laboratorio Galenico Ausl Toscana Centro, per approfondire la storia dei preparati farmaceutici. Ultimo incontro l’11 dicembre con “Elettricità e medicina” accompagnati dal dottore Leonello Guidi, direttore di Neurologia Ausl Toscana Centro che approfondirà le antiche metodologie di intervento sui disturbi mentali. 

L’obiettivo è far conoscere il patrimonio storico scientifico di Firenze durante il Granducato. 

La visione illuminata del Granduca Pietro Leopoldo trovò terreno fertile soprattutto in campo tecnico scientifico e contribuì al progresso degli studi e delle applicazioni in campo medico, tanto da fargli meritare il soprannome di “dottore”. Molte delle collezioni medico scientifiche esposte oggi al Museo Galileo provengono dall’Ospedale di Santa Maria Nuova, una delle più antiche strutture ospedaliere ancora in funzione. In periodo granducale l’Ospedale fu un centro propulsivo di studi e applicazioni mediche importanti e di un’organizzazione sanitaria illuminata. Il Museo Galileo, insieme al Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze, è invece diretto erede del Regio Museo di Fisica e Storia Naturale, fondato nel 1775 da Pietro Leopoldo nel Palazzo Torrigiani di via Romana, attualmente sede del Museo “La Specola”. 

“Firenze non è solo un centro d’arte e di cultura ma anche di scienza e medicina e questi itinerari ci permettono di scoprirlo, ammirando da vicino strumenti d’epoca, entrando nei locali di un antico spedale, e ascoltando gli approfondimenti di medici ed esperti” commenta Giancarlo Landini presidente della Fondazione Santa Maria Nuova. “Partecipando a queste camminate inoltre si potrà contribuire a tutelare e valorizzare i beni di interesse storico-artistico di proprietà dell’Azienda Usl Toscana Centro e sostenere le necessità degli ospedali dell’Azienda”.

Vasi da farmacia
sec. XIX

Visite guidate per un numero max di 20 persone, prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: info@fondazionesantamarianuova.it. Per la visita è richiesta la disponibilità ad una donazione di 10 euro a persona. 

Il ricavato dell’evento verrà devoluto alla Fondazione Santa Maria Nuova e contribuirà a sostenere le necessità sanitarie e di valorizzazione del patrimonio storico artistico dell’Azienda Usl Toscana Centro. 

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”