6 Novembre 2022

A Paratissima 2022 il fotomaterismo di Jacopo Di Cera

Tramite la materia ci si può riconnettere con “l’ora”, il sé, con il vivere e quindi con l’arte come sua rappresentazione.

6 Novembre 2022

A Paratissima 2022 il fotomaterismo di Jacopo Di Cera

Tramite la materia ci si può riconnettere con “l’ora”, il sé, con il vivere e quindi con l’arte come sua rappresentazione.

6 Novembre 2022

A Paratissima 2022 il fotomaterismo di Jacopo Di Cera

Tramite la materia ci si può riconnettere con “l’ora”, il sé, con il vivere e quindi con l’arte come sua rappresentazione.

A Torino arriva il Fotomaterismo di Jacopo Di Cera in occasione della settimana dell’arte. A Paratissima 2022 il nuovo approccio artistico, un movimento che ha la finalità di trasformare la fotografia da immagine a opera d’arte unica, coonsidera la fotografia come forma di linguaggio ed espressione.

Il processo fotomaterico trasforma in un corpo materiale l’anima fotografica. La materia si fonde al contenuto e, lo eleva secondo l’artista “imprimendogli un significato ed un valore più forte e soprattutto unico. Il processo fotomaterico è un vero e proprio progetto artistico, come quello fotografico. Parte da un lavoro fotografico completo e lo trasforma, attraverso una serie di azioni e pensieri creativi in un’opera unica. In una fase storica in cui siamo dopati di immagini dovuta alla rapida ascesa della digitalizzazione e alla conseguente enorme amplificazione, a tratti compulsiva, tramite i diversi strumenti sociali, credo che l’immagine e la materia possano creare un nuovo livello di esperienzialità artistica. La materia crea esperienza, ti aiuta a riconnetterti con il reale, è unica, è vera”.

Dalle foto di Andrea Agostinelli scattate on location si vede tutta l’essenza del nuovo approccio di Di Cera.

Nato a Milano nel 1981, Jacopo Di Cera si laurea nel 2005 presso l’Università Bocconi di Milano in Economia Aziendale. Lavora per anni come responsabile marketing in molte aziende multinazionali. Studia fotografia con grandi fotografi internazionali con i quali ha modo di sperimentare e di confrontarsi.
Ha esposto i suoi lavori a Roma al Museo di Roma in Trastevere e a Palazzo Valentini con un importante progetto su Gerusalemme. Nel 2010 vince il prestigioso quarto posto al concorso del National Geographic.

Tramite la materia ci si può riconnettere con “l’ora”, il sé, con il vivere e quindi con l’arte come sua rappresentazione. Con la materia possiamo tornare a vivere un’esperienza più intensa, l’immagine ne esce più rafforzata, chi la osserva non attiva solo la vista ma anche gli altri sensi.

Jacopo Di Cera è portato a Torino tramite bArt, un network che connette diversi operatori – artisti, curatori, gallerie, enti pubblici e privati – favorendo la sperimentazione e la ricerca, sviluppando la conoscenza del patrimonio artistico contemporaneo e incentivando il confronto con realtà internazionali mediante la promozione della creatività in tutti i settori dell’Arte.

Read in:

English English Italian Italian
Christian D'Antonio

Christian D'Antonio

Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Ti potrebbe interessare:

Il pitch day arriva anche in Italia

Per la prima volta si apre anche a Milano un’opportunità concreta e trasparente per giovani scrittori, autori e sceneggiatori di presentare

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”