18 Dicembre 2019

AbitareIn si allea con la collezione privata Castello Pozzi: opere nei progetti residenziali

Il fine di avvicinare l’espressività umana e artistica a quella professionale e culturale dei progetti residenziali a Milano.

18 Dicembre 2019

AbitareIn si allea con la collezione privata Castello Pozzi: opere nei progetti residenziali

Il fine di avvicinare l’espressività umana e artistica a quella professionale e culturale dei progetti residenziali a Milano.

18 Dicembre 2019

AbitareIn si allea con la collezione privata Castello Pozzi: opere nei progetti residenziali

Il fine di avvicinare l’espressività umana e artistica a quella professionale e culturale dei progetti residenziali a Milano.

AbitareIn, leader nel settore dello sviluppo residenziale a Milano quotata sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana, e la Collezione Privata Castello Pozzi hanno stretto alleanza per fornire arte alle proprie realizzazioni. Il format si chiama “AbitareIn + Arte” e rappresenta una novità assoluta per il settore.

In occasione del lancio del progetto è stata inaugurata, il mese scorso all’interno dello showroom di viale Umbria 32 a Milano, una mostra permanente che vede l’esposizione di opere d’arte e riproduzioni d’autore firmate Elio Fiorucci e Ottavio Missoni, provenienti dalla Collezione Privata Castello Pozzi.

L’ad di AbitareIn Marco Grillo illustra così i principi e la visione che stanno alla base di questo progetto:

“L’arte così si avvicina ai cittadini, al vivere quotidiano, agli spazi comuni: la inseriamo negli spazi verosimili del nostro showroom fino a farla entrare nelle case dei nostri clienti, ma non come egocentrico protagonista quanto piuttosto come compartecipe e co-attore al pari livello dello sviluppo architettonico e urbano”.

Con lui, Rinaldo Denti, presidente della Collezione Privata Castello Pozzi, che ha avviato lo scorso 9 novembre la partnership con l’installazione, presso il nuovo showroom di AbitareIn in via Savona 105, dell’opera monumentale “Genius: l’abbraccio“, destinata ad essere poi posizionata nel giardino condominiale del nuovo progetto residenziale “Palazzo Naviglio“.

Questo percorso di avvicinamento tra arte e architettura proseguirà poi anche all’interno di tutti i futuri progetti realizzati da AbitareIn, che saranno abbinati a diverse opere d’arte con lo scopo di sottolineare e rilanciare la sensibilità e la ricerca del bello, affinché l’attività di rigenerazione urbana di cui da sempre la società si fa portatrice diventi costantemente più efficace e fruibile.

Commenta così la nuova iniziativa Marco Grillo, AD di AbitareIn: “Crediamo che arte e architettura, così come arte e città, sia un binomio che necessiti di una nuova rivalutazione e di una rinascita di coppia. Come appare naturale che un edificio possa essere decorato con elementi esterni che ne sottolineino il linguaggio architettonico, come appare inevitabile che una città sia riempita di architetture, piazze e giardini, strade ed edifici pubblici in un intreccio virtuoso e inestricabile tra aspetti funzionali ed estetici, così risulta evidente il bisogno di richiamare e far emergere il connubio e l’espressività che queste due realtà sono in grado di sviluppare, non solo individualmente ma soprattutto se messe in contatto. La forza e l’intensità che possono comunicare non devono essere viste indipendentemente ma anzi unite, assemblate, accoppiate, per un nuovo messaggio ancora più ricco e carico di contenuto.”

Prosegue Rinaldo Denti, Presidente della Collezione Privata Castello Pozzi: “Quando possiamo far rivivere dentro le nostre case i nostri grandi eroi contemporanei che abbiamo magari conosciuto, indossato… allora l’Arte la sentiamo vicina perché racconta anche la nostra storia, il nostro vissuto“.

 

Abitare In + Arte” nello showroom principale della società (zona metro Lodi, Milano), ci sono alcune riproduzioni d’autore firmate Ottavio Missoni ed Elio Fiorucci provenienti dalla Collezione Privata Castello Pozzi.

Prosegue Grillo: “Pensiamo dunque all’arte da una parte e all’architettura dall’altra. Sono mondi affini, che si accompagnano senza intrecciarsi, che procedono per strade individuali. Parlano a occhi differenti, con linguaggi non sempre confrontabili. Come qualcuno ha detto: L’arte è l’espressione di sé e l’architettura non lo è, essa ha una funzione e deve guardare al contesto in cui si trova”.

Il curatore d’arte Rinaldo Denti, presidente della Collezione Privata Castello Pozzi.

Abitare In si definisce una società “di Stilisti Urbani: crediamo che arte e architettura, un po’ come arte e città, sia un binomio che necessiti una nuova rivalutazione e una sorta di rinascita di coppia. Come appare naturale che un edificio possa essere decorato con elementi esterni che ne sottolineino il linguaggio architettonico, come appare inevitabile che una città sia riempita di architetture, piazze e giardini, strade”.

Read in:

English English Italian Italian
admin

admin

Siamo una testata giornalistica di lifestyle maschile e femminile. Ci rivolgiamo a persone interessate alle novità anche di lusso, non solo di prodotto ma anche di tendenza e lifestyle. La nostra mission: celebrare l’ambizione puntando all’eleganza dei potenziali lettori “Millennial” (età 18-34).
Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?