Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 26/05/2018

Al Festival del Verde e del Paesaggio di Roma

un momento davvero unico. Il Festival del Verde e del Paesaggio – che si è svolto all’ Auditorium Parco della Musica di Roma dal 18 al 20 maggio 2018 –

Per chi ha il pollice verde (o aspira ad affinarlo) è stato un momento davvero unico.

Il Festival del Verde e del Paesaggio – che si è svolto all’Auditorium Parco della Musica di Roma dal 18 al 20 maggio 2018 – si è riconfermato un evento focale per gli appassionati e gli esperti del settore, con un’edizione che è stata premiata in termini di pubblico e critica. Piante, design, soluzioni per l’outdoor, eccellenza del vivaismo e dell’artigianato italiano, sono “piccoli e grandi rifugi vegetali dove trascorre il tempo e vivere momenti di felicità quotidiana”. Tra gli splendidi spazi verdi esposti al Festival – pensati, ideati, progettati e messi in essere da eccellenti professionisti del settore – ha accolto i visitatori in un delicato salotto vegetale Happy Garden”, il giardino felice progettato dall’Architetto Chiara Sottosanti.

A Roma, all’Auditorium Parco della Musica, si è svolta la kermesse. Si tratta di un’oasi in una cità dove, nonostante i suoi oltre 40.000 ettari di verde pubblico, si può avere l’impressione di vivere in una foresta di palazzi e monumenti, certo bellissimi ma di marmo e mattoni. Al festival green c’erano 20.000 mq quadrati del Parco pensile dell’Auditorium invasi da fiori, giardini, e paesaggi per l’ottava edizione dell’evento.

Si chiama Festival del Verde e del Paesaggio perché richiama un mercato ricco di piante ma anche di laboratori, corsi di giardinaggio, novità per la coltivazione, l’arredo degli spazi e l’architettura dei giardini. Un concorso di giardinaggio “Avventure Creative – carpet garden” è invece riservato alla progettazione di giardini e “Balconi per Roma”. 

Una delle fasi più apprezzate del programma è stato il percorso tra le piante curative grazie agli esperti della Federazione Erboristi italiani. n questo moderno Eden si passeggia tra giardini creati per l’occasione, come “La Soglia”, ideato dai giovani paesaggisti del corso di Progettazione del paesaggio di II livello promosso dall’Associazione Simonetta Bastelli, che fa dialogare architettura e natura. O nell’installazione tridimensionale Tillandsia Wall – Sinfonia Verde con le sue nuvole sospese di verde, progettate secondo i canoni del Biophilic Design, dal biotecnologo Paolo Michieli e dall’architetto Roberta Filippini. Ammirare “Il giardino che scotta” con cactus e piante a basso impatto idrico; “Il giardino del ritorno” dagli accostamenti innovativi; l’ “Orto archeologico” che coniuga ortaggi a km 0 e storia; il giardino dei limoni ispirato alla costiera amalfitana.

Si sono poi visti agrumi antichi e moderni, esotici e orientali; rare orchidee e una tra le più grandi collezione europee di fruttiferi antichi; le orticole dimenticate e fiori commestibili; piante grasse e succulente africane; piante aromatiche e rose di ogni tipo (moderne, antiche, rampicanti, paesaggistiche, inglesi, cinesi), papaveri, gerani odorosi dell’Inghilterra vittoriana, bonsai e piante carnivore, ortensie e agapanthus.

Sucesso per il mattone di terra fertile, un vero semenzaio oggetto di green design per micro orti da città; la bio casa tecnologica per una edilizia a basso impatto ambientale; le proposte eleganti e su misura dei giovani artigiani del ferro; le biostufe in ceramica a forma di catus; gli arredi d’epoca e le serre bioclimatiche; i tessuti da esterno e i prodotti di agricoltura biodinamica.

Specie rare e preziose sono state protagoniste poi della sfilata di abiti di Giulia Mondolfi, giovane designer fiorentina firma di Alberta Florence, che per la sua “capsule collection” si è ispirata a Ellenn Wilmott, studiosa di rose e narcisi, icona di femminilità e femminismo, sostenitrice di numerose spedizioni alla scoperta di nuove specie.



Camilla Di Biagio
The Way Magazine ha un occhio sulla "grande bellezza" di Roma (e non solo) grazie a Camilla. Sempre attratta dal fashion world lo vive sin da giovanissima. Se tre è il numero perfetto, la perfezione nasce dal connubio moda, musica, spettacolo. Fashion designer, fashion stylist ed event planner, si dedica alla scoperta ed alla formazione di giovani creativi, preferendo il dietro le quinte alle luci della ribalta. Dopo una lunga stagione dedicata alla produzione e all'allestimento di sfilate (Milano Moda, Alta Roma) e alle mostre d'arte, ora affianca alla sua professione anche l'insegnamento allo Ied di Firenze.
Travel - 23/01/2018

Ecco come Santani ci accoglie col “lusso intelligente”

Il metro per giudicare il gradimento di una vacanza può essere anche un post sui social network di [...]

Society - 03/04/2017

Per Sempre Stelle, le vite delle star della danza

Per Sempre Stelle, lo spettacolo unico di cui vi abbiamo raccontato qui, ha riportato alla ribalta a [...]

Luxury - 29/09/2018

Il mall più esclusivo è a Montecarlo: benvenuti al Metropole

Se state progettando shopping autunnale in Europa non lasciatevi sfuggire questo gioiello di classe [...]

Top