Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 20/06/2019

Al Summer Show della Fondazione Modena Arti Visive

Giunta all’ottava edizione, The Summer Show 2019 presenta i progetti artistici – fotografie e video – elaborati dagli allievi del Master sull’immagine contemporanea della Scuola di alta formazione di Fondazione Modena Arti Visive – Fondazione Fotografia.

La mostra di fine corso degli studenti si chiama per il 2019 “Esisto solo quando vengo colpito dal sole” ed è in programma dal 21 giugno al 21 luglio 2019, all’interno di The Summer Show, l’appuntamento estivo di Fondazione Modena Arti Visive dedicato alle nuove tendenze della fotografia e dell’immagine in movimento.

 

“Formare una nuova generazione di artisti – afferma Claudia Löffelholz, responsabile della Scuola di alta formazione e docente – nell’era della (ri)produzione accelerata di immagini, in un mondo tappezzato di fotografie, è la sfida della nostra Scuola. Il Master non si limita alla formazione e offre agli studenti una piattaforma dinamica di sperimentazioni interdisciplinari, di stimoli e spunti di riflessione per sviluppare un linguaggio individuale e raggiungere un profilo professionale da protagonisti nel sistema dell’arte“.

 

Il percorso di The Summer Show si divide tra le sale superiori di Palazzo Santa Margherita, dove nella sezione dal titolo Esisto solo quando vengo colpito dal sole sono allestite le opere degli studenti che quest’anno terminano il biennio e – novità di questa edizione – gli spazi della Chiesa di San Nicolò ad AGO Modena Fabbriche Culturali, con la sezione Mid-term riservata ai progetti in corso degli studenti del primo anno.

 

Esisto solo quando vengo colpito dal sole accoglie i lavori di Sara Amodio (1992, Genova), Pierpaolo Curini (1993, Macerata), Ornella De Carlo (1991, Acquaviva delle Fonti, BA), Emanuela Cristina Destefani (1994, Milano), Chiara Di Loreto (1986, Giulianova, TE), Laura Furlanetto (1988, Montebelluna, TV), Giulia Gamberini (1992, Ravenna), Isabella Nardon (1992, Trento), Jacopo Noera (1991, Modena), Federica Porro (1994, Como), Bartolomeo Rossi (1993, San Daniele del Friuli, UD), Marco Santagata (1997, Bologna), Tommaso Valli (1991, Biella), Giorgio Varvaro (1991, Mazara del Vallo, TP), Nicola Vercelli (1994, Asti).

Accompagna l’esposizione un catalogo edito da Fondazione Modena Arti Visive e concepito dagli studenti stessi come parte integrante del percorso formativo, con un testo che lo scrittore Andrea Parlanti ha ideato a partire dalle suggestioni provenienti dalle immagini degli studenti.

 

Protagonisti della sezione Mid-term sono Luna Belardo (1998, Pavullo nel Frignano MO), Leonardo Bentini (1994, Roma), Nicola Biagetti (1995, Bologna), Sara Sani (1984, Modena), Manfredi Zimbardo (1993, Palermo).

 

The Summer Show si completa con la sezione dal titolo Anamnesi. Interazioni visive allestita nella Sala ex cappella di AGO Modena Fabbriche Culturali e dedicata ai progetti realizzati nel corso del Master e frutto di importanti collaborazioni con le istituzioni del territorio. Durante gli anni accademici 2017/2018 e 2018/2019 gli studenti hanno infatti potuto lavorare, sotto la guida del docente Mario Cresci, negli spazi del Palazzo Ducale di Sassuolo, grazie alla collaborazione con le Gallerie Estensi, e all’interno del complesso di AGO Modena Fabbriche Culturali



Leisure - 23/05/2019

Il ritorno di “Aladdin”, la recensione

Tutti noi abbiamo dei piccoli e grandi desideri da esaudire. Pensiamo ai desideri particolari, diffi [...]

Bona Fide Biz - 29/04/2019

Un film per “il fattore umano” fa riscoprire l’etica del lavoro

Dopo aver girato l’Italia dei festival e dei cineforum, diventando un piccolo “caso”, il film [...]

Design of desire - 24/05/2018

Luigi Ghirri, foto di architettura alla Triennale

Dal 25 maggio al 26 agosto 2018, la Triennale di Milano ospiterà “LuigiGhirri. Il paesaggio dell [...]

Top