Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 06/03/2020

“Alto Adige. Territorio Umano”, foto suggestive e la bellezza della gente con gli animali

Per una campagna della birra Forst i protagonisti sono stati immortalati dal fotografo di animali belga di fama mondiale Paul Croes.

C’è un contadino col suo cavallo, un signore che si fa ritrarre col cane, un’anatra protagonista. Le foro del belga Paul Croes hanno già incantanto il mondo con la loro bellezza, rendendo gli animali veri soggetti fashion senza mai antropomorfizzarli. Ora in Alto Adige un’ammirevole campagna sul rapporto tra uomini e animali del luogo fa scalpore nel centro cittadino di Merano.

La mostra fotografica dal titolo „Alto Adige. Territorio umano”, voluta dalla Birra FORST, vuole mostrare in un momento fotografico del tutto speciale, come territorio, persone e animali siano radicati e uniti tra di loro. I protagonisti sono stati immortalati dal fotografo di animali belga di fama mondiale Paul Croes.

Calendario 2020 con 12 differenti immagini inerenti alla mostra fotografica di Birra FORST “Alto Adige. Territorio umano” che mettono in risalto il profondo rapporto tra uomo e animale, rivelando come territorio, persone e animali siano radicati e uniti tra di loro.

Fotografo: Paul Croes

Paul Croes e Inge Nelis ti danno il benvenuto sul loro sito web. È il luogo in cui puoi trovare informazioni sul nostro lavoro e sul nostro studio di viaggio.

Puoi anche ordinare bellissimi calendari e altri materiali stampati dai tuoi amati animali. Qualsiasi animale che va dai piccoli topi ai bellissimi cavalli forti può essere fotografato nel loro studio mobile.
Per 15 anni sono stato un fotografo di moda in Belgio per negozi e riviste, questa è stata la mia prima scelta per essere attivo nel mondo della fotografia professionale. In Belgio, le possibilità non sono abbondanti, a causa del vuoto vuoto e della sgradevole atmosfera di questo in combinazione con le possibilità finanziarie e di carriera che ho sofferto di un esaurimento.

A quel tempo, facevo una specie di lavoro libero con un grosso Borzoi bianco, questo cane ha posato in alcune foto come un vero modello elegante e bello! Nel mondo della moda belga è frustrante se sei un perfezionista come me, non lavori con i migliori modelli, con il miglior parrucchiere, il miglior truccatore, non puoi fare foto come i grandi nomi perché non hai le risorse. Nella fotografia dei cani non hai bisogno di tutto ciò per avere un’immagine perfetta, sia che il cane sia vecchio o cieco o che abbia una gamba mancante, sia troppo grasso o troppo magro, ogni cane è come un modello di punta e non ha bisogno di haute couture o un famoso parrucchiere, è perfetto da solo! Grazie alla mia esperienza nella moda, sono felice di poter catturare i proprietari dei cani in modo meraviglioso.

Anno dopo anno, più cani e proprietari si sono fatti strada nel mio studio perché abbiamo un modo molto diverso di lavorare durante le riprese. Partiamo sempre dalle capacità del cane e lavoriamo passo dopo passo, facciamo molte pause … Cerco sempre di cercare la bellezza in ciascuno dei modelli di cani e ovviamente qua e là con un po ‘di divertimento.

Non ci sono trucchi, a parte il fatto che usiamo spuntini e premi per i cani. Ci prendiamo abbastanza tempo e pazienza per le riprese. Dopo aver viaggiato in studio e due ore di giochi e commando in studio, i cani mostrano una certa stanchezza, che dà loro un’altra espressione. Dal 2014 ho lavorato con un assistente permanente, Inge Nelis, che assume la guida dei proprietari e funziona molto bene. È molto importante in quanto Inge, la mia assistente, è molto calma e gentile con gli animali ma anche risoluta, prende di più dai cani rispetto ai proprietari, questo perché molti cani che troviamo nello studio sono cani da salvataggio e loro non sono abituati a ricevere molti comandi, quindi ascoltano molto di più una bella terza persona in combinazione con snack o caramelle per cani. La sessione fotografica è pensata per essere educativa per il cane (specialmente per i cani spaventati). Voglio dire che vogliamo che i cani trascorrano un buon pomeriggio mentre si sente più a loro agio con nuove persone, nuove situazioni e nuovi ambienti. La combinazione di tutte queste nuove cose, il lungo viaggio in studio e molti comandi che i cani si stancano e si sentono più a loro agio con noi e quindi nella terza della quarta ora delle riprese iniziano i momenti magici, è il momento in cui i cani possono essere di nuovo se stessi.

Per il momento, viaggiamo molto in altri paesi per le riprese di cani, in ogni paese abbiamo un organizzatore che ci invita, pianifica e comunica con i modelli prima delle riprese. Ovunque andiamo, le persone sono così gentili, è come se un sogno diventasse realtà! Non potrei desiderare di più, beh, sì, forse un giorno un bel libro da tavolino con le mie foto preferite 🙂



Leisure - 13/11/2019

Gianna Nannini, la prima volta nello stadio a Firenze per “La Differenza”

Difficile immaginarsi che il nuovo disco di Gianna Nannini, "La Differenza" sia nato piano, voce e c [...]

Society - 11/11/2016

Tricarico e l’arte: “Mi aiuta a mettere in ordine le cose”

Francesco Tricarico mi accoglie nel cortile di Fabbrica Eos a Milano, la galleria di Giancarlo Pedra [...]

Leisure - 12/07/2018

Korean Wunderkammer apre al Su Muk e alla nuova pittura Min-hwa

La tradizione nel contemporaneo: Korean Wunderkammer termina in bellezza alla Fondazione Matalon di [...]

Top