Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 21/05/2018

Anche a Milano l’arte contemporanea in una chiesa sconsacrata

Fino al 16 giugno la mostra curata da Raffaella Resch Visioni di luce e di tenebra di Omar Galliani e Lorenzo Puglisi.

Lo Studio Museo Francesco Messina presenta, dal 24 maggio al 13 giugno a Milano, Omar GallianiLorenzo Puglisi. Visioni di luce e di tenebra, un progetto espositivo studiato per questo sito significativo per l’arte e la storia di Milano, con una particolare riflessione sull’iconografia religiosa

l’arredo della Chiesa nei tempi del suo massimo fulgore, a cavallo tra il XVI e il XVII secolo. La mostra curata da Maria Fratelli e Raffaella Resch è prodotta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dallo Studio Museo Francesco Messina con la sponsorizzazione di Liquid Art System. Il catalogo edito da Scalpendi conterrà i testi delle curatrici e del critico Mark Gisbourne, oltre alle immagini dell’allestimento delle opere presso lo studio Messina. La Fondazione Maimeri collaborerà alla comunicazione e alla promozione dell’evento.

La storia del sito è veramente particolare e la mostra sarà un’occasione per documentare la storia dell’iconografia dell’edificio di San Sisto, sulla scorta degli studi di Giovan Battista Maderna del 1986. La fondazione della chiesa risalirebbe al re longobardo Desiderio, che nell’VIII secolo fece erigere un convento benedettino, chiuso poi da San Carlo per lo stile di vita non propriamente monastico dei frati.

Omar Galliani e Lorenzo Puglisi sono stati invitati dalle curatrici a confrontarsi all’interno della chiesa sconsacrata di San Sisto quale punto di congiunzione tra sacro e profano, luogo d’elezione dove riscoprire comuni fonti dell’immaginario. I due artisti hanno quindi lavorato sulle tracce della pittura religiosa che decorava la Chiesa a metà del ‘600.
Nei due livelli della chiesa, al piano terreno e interrato, verranno installate dieci o pere di grandi dimensioni, come di consueto per i due artisti, la cui vocazione monumentale ben si attaglia a questo confronto con la pittura delle pale d’altare del ‘600. I soggetti presentati evocheranno santi e demoni, la passione e l’estasi, in una let tura laica di temi religiosi, il cui comun denominatore è la pittura come ricerca di mezzi espressivi che aprano uno spiraglio su una nuova visione Galliani presenta una selezione di opere recenti di cui alcune inedite come la tavola Soltanto rose e una sp iazzante crocifissione del 2004, insieme a Nuovi fiori, nuovi santi , del 2005, dittico devozionale realizzato come di consueto su tavola, e infine Denti , tre tavole a matita del 2009, ispirate al ciclo di Sant’Apollonia. Puglisi realizza per l’occasione u na grande tavola dedicata alla Crocifissione che, insieme alla Natività del 2016, tela dedicata al dipinto omonimo di Caravaggio, e a Il grande sacrificio del 2015, tracciano una sorprendente lettura della vita del Cristo.
Milano, Via San Sisto, 4, 20123 – Milano – Lombardia – dal 16 maggio al 10 giugno 2018.


Trends - 20/07/2017

Aperitivo, il rito che riunisce l’Italia e lo stile millennial

All'estero lo hanno capito da tempo: un rito che unisce l'Italia da nord a sud c'è e si chiama aper [...]

Leisure - 09/05/2017

Lorenzo Marini re dell’italian pop a New York

Si intitola “Typevisual” la personale di Lorenzo Marini in cartello presso la Georges Bergès Ga [...]

Fashion - 30/01/2017

Tipico nylon anni 80 per l’uomo di Oof

I materiali tecnici dal sapore vintage di Oof sono alla base della collezione invernale del marchio [...]

Top