Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 06/10/2019

Anche il WineHunter di Merano alla Milano Wine Week

Cibo e vino non parlano solo il linguaggio della tradizione ma sanno anche stupire in format inediti, come le lezioni di pairing

Il “WineHunter” e patron della 28^ edizione di Merano WineFestival Helmuth Köcher ha inserbo un ricco programma e novità imperdibili, appuntamenti d’intrattenimento e mondanità ‘fuori salone’ dell’internazionale kermesse enogastronomica che si terrà dall’8 al 12 novembre 2019 a Merano.

Il tutto verrà presentato a Palazzo Bovara a Milano durante uno degli eventi più prestigiosi della Milano Wine Week che parte la settimana prossima.

Dal 1992 Merano WineFestival è l’evento icona per gli amanti della qualità e dell’eccellenza wine&food. È la “caccia al miglior vino e prodotto gastronomico” con l’aggiunta dell’eleganza del luogo in cui si svolge: il Kurhaus, una delle location più prestigiose del Vecchio continente.

Alla presentazione milanese interverranno Angelo Carrillo partner per Naturae et Purae e bio&dynamica, Federico Gordini Presidente e fondatore di Milano Wine Week, Manuela Popolizio partner per The Circle, les Collectionneurs partner di Merano WineFestival.

E lo storytelling è entrato a far parte dell’esperienza enologica in tutta la sua grandiosità. Da sabato 9 a lunedì 11 Novembre, dalle 9 alle 23, torna THE CIRCLE, lo spazio che Merano WineFestival dedica al racconto e al confronto.

In pazza della Rena durante Merano WineFestival. Si parlerà di vino e di cibo, ma non solo, e lo si farà con un approccio non convenzionale, per coinvolgere il pubblico oltre ogni tecnicismo.

Un articolato racconto che condurrà alla scoperta di territori di importante tradizione enogastronomica sotto la guida di narratori d’eccezione come Annette Lizotte, wine curator di THE CIRCLE, e Margo Schachter, food curator dello spazio; ad affiancarle il noto conduttore radiofonico e televisivo Tinto (Nicola Prudente) che col suo stile semplice e divertente saprà cogliere sfumature inaspettate e intriganti dei singoli territori. Tra il meglio che l’Italia può vantare si parlerà di Monferrato, terra di Barbera e altri vitigni autoctoni sintetizzati in tredici Denominazioni di origine, ma anche di Prosecco al quale sarà dedicato l’aperitivo ‘social’ del festival con Join the Prosecco Time! in abbinamento alla cucina dello chef Roberto Ottone. Si parlerà dei magnifici territori vitivinicoli pugliesi, dal nord al sud, con il Movimento Turismo del Vino della regione Puglia, ma anche di Famiglie Storiche che dalla Valpolicella arriveranno con un bagaglio di dieci annate in verticale, accompagnate dallo chef Luca Nicolis dell’Antica Bottega del Vino di Verona. In rappresentanza dei Colli Orientali del Friuli Annalisa Zorzettig che nel tempo di un light lunch dialogherà con l’agronomo della sua terra, della sua vita e dei vini Myò, che l’hanno portata all’apice della produzione enologica nazionale. Ogni giorno lo spazio THE CIRCLE offre un ricco programma di eventi che parte alle ore 9,00 con Good Morning Merano!, un ricco Breakfast per i visitatori con le tisane Pompadour, i panettoni e le marmellate artigianali di Foodie Sapori di Casa Miorelli, i croissant della linea Bio di Fraccaro Spumadoro, in attesa dell’apertura della manifestazione alle ore 10,00. A seguire, wine e food tasting che si susseguiranno in area BISTRØ insieme a presentazioni di piccole produzioni di qualità che vanno dai formaggi piemontesi Marenchino, dall’olio marchigiano dell’azienda Montecappone al tonno rosso e la colatura di alici Cetara di Armatore, dall’aceto balsamico di Giuseppe Giusti agli insaccati fatti con le migliori carni della Val Nerina. Nella Lounge presente anche Maurizio Di Maggio per “In viaggio con Di Maggio”. L’amato speaker di RMC, radio partner ufficiale di Merano Wine Festival, ogni giorno trasmette in diretta da THE CIRCLE interviste e curiosità dalla manifestazione più glamour per wine&food lovers. Oltre a lui Wine Tv, il canale tematico nato per dar voce al mondo del vino.

La seconda edizione di THE CIRCLE ha come parole chiave ‘innovazione’ e ‘provocazione’’”, queste le parole di Manuela Popolizio, curatrice dell’evento con Laura Mottura,perché cibo e vino non parlano solo il linguaggio della tradizione ma sanno anche stupire in format inediti, come le lezioni di pairing fuori orario che seguiranno il breakfast, l’unusual pairing dei light lunch e dei light dinner, o l’extreme pairing con soluzioni estreme ad abbinamenti estremi.

 



Society - 11/06/2017

Pasticceria Cova, simbolo di Milano in due secoli di eleganti bontà

Tra i simboli di Milano riconsociuti nel mondo c'è sicuramente Pasticceria Cova. Il marchio è auto [...]

Leisure - 08/07/2018

Le foto fashion di Michael Stabile sono optical

Michael Stabile è un fotografo di moda, specializzato in Fotografia Fashion Advertising che utilizz [...]

Trends - 09/09/2016

A Maison&Object di Parigi il trend è arredare con humour

Alla Maison&Object di Parigi, la fiera delle tendenze di arredamento più autorevole del mondo, [...]

Top