Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 23/02/2020

Antonio Rovaldi: l’arte che mappa le differenze di New York

The Sound of the Woodpecker Bill: New York City è parte del progetto di Antonio Rovaldi End. Words from the Margins, New York City, vincitore della quinta edizione dell’Italian Council.

Antonio Rovaldi, vincitore della quinta edizione dell’Italian Council, ha camminato in cinque quartieri-simbolo di New York (Manhattan, Brooklyn, Queens, The Bronx, Staten Island) esplorandone i confini più estremi. Da questa esperienza nascono Il suono del becco del picchio, la mostra della GAMeC di Bergamo, e il libro The Sound of Woodpecker Bill: New York City, edito da Humboldt Books, che restituisce l’immagine di una New York complessa, periferica e poco conosciuta.

 

L’Italian Council è il programma di promozione dell’arte contemporanea italiana nel mondo della Direzione Generale Creatività contemporanea e Rigenerazione urbana del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo

Da questa esperienza nascono la mostra alla GAMeC di Bergamo“Il suono del becco del picchio”, a cura di Lorenzo Giusti, Steven Handel e Francesca Benedetto, e il libro The Sound of the Woodpecker Bill: New York City, che restituisce l’immagine di una New York complessa, periferica e meno conosciuta. Scrive Lorenzo Giusti: “Camminare è mappare, tracciare punti, linee e cerchi. Ma camminare è soprattutto aprire l’animo al cambiamento. Camminare in un ambiente ibrido e mutevole, marginale, è forse il massimo dell’apertura possibile al cambiamento”.

Nel libro, l’esplorazione per immagini di Rovaldi è accompagnata dalle mappe realizzate da Francesca Benedetto e dai contributi di Francesca Berardi, Cecilia Canziani, Anna de Manincor, ClaudiaDurastanti, Lorenzo Giusti, Steven N. Handel e Mario Maffi.

Antonio Rovaldi (Parma, 1975) è un artista italiano. La sua ricerca si muove intorno alla percezione dei luoghi e del paesaggio, e mette in relazione differenti media, come la fotografia, il video e la scultura. Dal 2006 Rovaldi divide la sua cittàdi adozione, Milano, con New York, dove ha partecipato a diverse residenze.

Francesca Benedetto (Milano, 1981) ha studiato architettura al Politecnico di Milano e all’Universidade Técnica de Lisboa. Nel 2008 ha fondato Yellow Office, studio d’architettura che unisce ricerca e progetto dedicati all’architettura del paesaggio e all’urbanistica.

Ha collaborato con il Politecnico diMilano, London Metropolitan University, University of Limerick, NABA Nuova Accademia di Belle Arti, Domus Academy, IED Istituto Europeo di Design. Nel 2014 ha coordinato il Master in Land Design presso lo IED (Istituto Europeo di Design) di Cagliari, e nel 2015 ha lavorato come ambasciatore italiano per IED. Dal 2016 insegna presso la Harvard Graduate School (MA, USA) nel Dipartimento di architettura del paesaggio.

Lorenzo Giusti (Prato, 1977) storico dell’arte, è direttore della GAMeC –Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo. Dal 2012 al 2017 è stato direttore del Museo MAN di Nuoro, dopo avere lavorato come curatore presso il Centro per l’arte contemporanea EX3 di Firenze. Nel 2016 ha fatto parte del team curatoriale della Terza Biennale dell’Animazione di Shenzhen e nel 2018 è stato tra i curatori del festivalcurated bydi Vienna. È vicepresidente di AMACI, l’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani.



Fashion - 19/04/2017

Frau, da Verona le calzature artigianali hanno anche una sneaker celebrativa

Con la mania dei numeri sulle scarpe (e ovunque) che dilaga, avrà un senso mettersi al piede una sc [...]

Luxury - 10/10/2018

Italy Sotheby’s International Realty apre agli short let

La realtà tra le più importanti società di intermediazione immobiliare di lusso, Italy Sotheby’ [...]

Society - 15/08/2018

Madonna a 60 anni, il suo rebel heart è un bene prezioso

C’è un’atmosfera da giorno del Ringraziamento in questi giorni nelle redazioni dei giornali e s [...]

Top