Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 03/07/2019

Balich trasforma il San Paolo nell’ombelico del mondo per Universiade 2019

Una grande "U" al centro dello stadio. Poi i simboli della Campania millenaria: anche il tuffatore di Paestum. Guest: Malika Ayane, Anastasio e Bebe Vio.

Marco Balich, produttore olimpico italiano e direttore creativo di cerimonie ed eventi, è un uomo appassionato. E nella frenesia dei preparativi dell’evento italiano più grande e maestoso di questo 2019, non risparmia dettagli. Ci troviamo a Napoli, dove allo Stadio San Paolo stasera ci sarà l’apertura della 30a Summer Universiade Napoli 2019. La cerimonia è stata creata e prodotta da Balich Worldwide Shows, con più di 1000 artisti e talenti famosi sul palco per celebrare gli atleti universitari di tutto il mondo.

Il team Balich è già a lavoro per Tokyo 2020 e Milano-Cortina 2026. In queste foto, da sinistra Marco Balich, Lida Castelli, Marco Cisaria, artistic director. (foto di Maurizio De Costanzo per The Way Magazine).

RECORD – Il più grande evento in Italia del 2019 si svolgerà il 3 luglio alle 21 allo stadio San Paolo, rinnovato per l’occasione.

La “U” del logo Universiade rappresenta un grande abbraccio, all’interno dello stadio, con due enormi braccia tese verso gli 8000 atleti universitari provenienti da 127 paesi, che invaderanno la città di Napoli. Poi lo stadio San Paolo, che sembra il Golfo di Napoli, diventa un luogo di grande accoglienza e vivacità culturale.

Lo stadio San Paolo nel sopralluogo che il nostro inviato ha effettuato ieri, 2 luglio 2019. Fotoservizio di Maurizio De Costanzo per The Way Magazine.

In queste foto di Maurizio De Costanzo scattate alla conferenza stampa di presentazione del progetto della cerimonia (opening e closing) Marco Balich con il suo team raccontano il concept dietro lo show.

Il primo segmento vede Mariafelicia Carraturo, una apneista napoletana famosa del mondo, che interpreta un’incantevole sirena per raccontare il mito di Partenope, la dea dell’antica “Neapolis”, portando il mare a invadere il campo di gioco.

Il palco si trasforma poi in una cartolina iper-tecnologica, con un Vesuvio tridimensionale per i segmenti tributi agli atleti di tutto il mondo e in Italia, con due donne cariche di forza, coraggio e coraggio: Malika Ayane, una delle la più eclettica e apprezzata cantante della scena italiana e Bebe Vio, studentessa universitaria, medaglia d’oro paraolimpica e simbolo dell’Italia.

Il famoso affresco del “tuffatore di Paestum”, rappresenta l’unione tra passato e presente, sport e cultura, è il soggetto di uno dei momenti più spettacolari che riproduce l’immagine in una scena mozzafiato.

La musica di Anastasio, 22enne studente e rapper napoletano, vincitrice dell’ultima edizione italiana di X Factor, farà eco alla voce delle nuove generazioni, illuminando il “fuoco della conoscenza” mentre centinaia di judoka, alcuni dei quali provenienti da il centro sportivo di Gianni Maddaloni a Scampia, si esibirà illustrando le discipline sportive in gara.

La cerimonia di apertura sarà trasmessa in tutto il mondo.

Da sinistra Lida Castelli e Stefania Opipari del team Balich (foto Maurizio De Costanzo per The Way Magazine).

Appuntamento stasera a Napoli allo Stadio San Paolo dalle 21 alle 23,30 e in tv alla stessa ora su Rai Due e Rai Sport.

Creative and Executive Production
Balich Worldwide Shows

Creative Director
Marco Balich

Direction and Artistic Direction
Lida Castelli



Design of desire - 03/10/2016

A NoLo il design sbarca al Crespi Market

NoLo, Nord di Loreto, il quartiere milanese che negli ultimi mesi ha attirato l'attenzione di media [...]

Leisure - 18/11/2016

La storia di Milano rivive con la street art di Pao

Vedere Pao tra i saloni di Palazzo Giureconsulti a Milano che illustra la sua idea di storia antica [...]

Fashion - 15/01/2018

Isabel Benenato debutta con la pulizia nell’eleganza

Eleganza è pulizia ed essenzialità. Di questi tempi capita di scordarcene eppure il debutto a Mila [...]

Top