Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 15/06/2017

Bestiale! Anche gli animali al cinema hanno una mostra

Dieci sezioni di una singolare esposizione alla Mole Antonelliana. Una cavalcata (è il caso di dire) tra protagonisti che hanno popolato le storie di generazioni.

Effetti speciali, animali e comunicazione. Alla mostra torinese Bestiale! c’è il cinema che si ciba di questi elementi da sempre e un dubbio attira nelle sale milioni di spettatori nel mondo: ma come si fa?

A far recitare gatti e cani, a catturare quell’istinto in movimento che sembra studiato. Da sempre gli animali fanno parte dell’immaginario cinematografico, pensiamo a Rin Tin Tin e Lassie fino alla nuova ondata di protagonisti a 4 zampe che caratterizzano la produzione contemporanea, dal Balthazar di Bresson allo squalo di Spielberg. Una mostra a Torino ora mette in evidenza come la narrazione sul grande schermo abbia attinto dal mondo animale che non cessa di fornire materia per storie di tutti i tipi.

Il percorso espositivo si sviluppa all’interno della Mole Antonelliana ed è articolato in dieci sezioni tematiche che raccontano allo spettatore un universo multiforme, dove fotografie, manifesti, storyboard, costumi di scena, memorabilia e animatronics dialogano con le sequenze dei film assemblati in montaggi speciali.

Gli oltre 440 pezzi in mostra ripercorrono la costante e trasversale presenza degli animali nella storia del cinema, seguendo due temi principali. Il primo racconta cos’è un animale star e, in particolare, qual è la relazione tra icona popolare e animale in carne e ossa (spesso non un singolo, ma più di uno, che lo interpretano sullo schermo).

Il secondo indaga il ruolo dell’animale-attore, interrogandosi se esista una “recitazione animale”, soprattutto oggi, quando animatronics ed effetti speciali digitali spingono verso personaggi di animali che sembrano sempre più esseri umani, mutandone la natura stessa.

Il Museo Nazionale del Cinema è molto orgoglioso di ospitare questa bellissima mostra dedicata al rapporto tra cinema e animali – sottolinea Paolo Damilano, presidente del Museo Nazionale del Cinema di Torino – è il frutto di un grande lavoro di équipe all’interno del museo ed è stata resa ancora più preziosa dalle collaborazioni con importanti e prestigiose istituzioni internazionali, andando ad aggiungersi alle tante altre iniziative che il museo ha realizzato in questi primi sei mesi del 2017 e che hanno portato ben 20.000 visitatori in più rispetto allo stesso periodo del 2016; un trend in crescita che ci auguriamo continui per tutto il 2017”.

Per tutta la durata della mostra sono previste attività per i centri estivi, per le scuole e per il pubblico che comprendono incontri con gli insegnanti, visite e laboratori al Museo e proiezioni al Cinema Massimo, nell’ambito della rassegna dedicata alla mostra. Per favorire la visita alla mostra sono a disposizione del pubblico Informazioni ad Accesso Facilitato. In un apposito totem all’inizio del percorso, si possono prendere in consultazione le schede della mostra ad alta leggibilità in diverse lingue, testi facilitati in italiano e inglese, mappe concettuali per DSA, testo in Braille per non vedenti.

Lungo il percorso espositivo sono presenti etichette braille sul corrimano e QR codes/NFC per attivare i contenuti audio-video con interprete LIS (Lingua Italiana dei Segni) e sottotitoli in italiano.king kong

Nell’area Caffè Torino si trovano tre modelli visivo tattili di Cita, Rhubarb e Uggie, e il nuovo libro multisensoriale Che cos’è un animale star? con immagini, disegni visivo-tattili, testi, audio-video LIS e mappe concettuali.

A completamento della mostra, il ricco catalogo Bestiale! Animal Film Stars edito da Silvana Editoriale, a cura di Davide Ferrario e Donata Pesenti Campagnoni, in collaborazione con Tamara Sillo e Nicoletta Pacini. Il catalogo comprende testi di Donata Pesenti Campagnoni, Davide Ferrario, Marco Paolini, Nicoletta Pacini, Tamara Sillo, Petrine Day Mitchum, Randy Haberkamp, Emanuela Martini, Peppino Ortoleva, Riccardo Fassone, Silvio Alovisio, Enzo Lavagnini, Grazia Paganelli, Giovanna Maina, Federico Zecca, il tutto corredato da un ricco apparato di immagini. Dall’11 ottobre al 1 novembre 2017 il Cinema Massimo propone Bestiale. Animal Film Stars, un’ampia rassegna legata ai temi e alle suggestioni della mostra, una carrellata eterogenea che va dai classici hollywoodiani al cinema d’autore europeo, a dimostrazione di quanto determinante sia stato l’apporto dato dagli animali al cinema. Anche la prossima edizione del Torino Film Festival dedicherà una piccola sezione ai gatti nel cinema.

Design of desire - 07/07/2016

TOILETPAPER alle Galeries Lafayette: Parigi come non l’avete mai vista

Toiletpaper, il magazine di tendenza e arte fondato dall'artista Maurizio Cattelan e dal fotogra [...]

Design of desire - 24/02/2017

Troels Flensted design danese per specchi bruciati e tavoli di polvere minerale

Il desgin danese colpisce ancora. Abbiamo incontrato Troels Flensted, il creativo che ha uno spazio [...]

Luxury - 23/01/2017

VicenzaOro January, l’inventiva italiana e la creatività solidale

Fino al 25 gennaio Vicenza è capitale mondiale della gioielleria grazie a VicenzaOro January, l'app [...]

Top