19 Maggio 2024

Cronache Furiose, teatro pedagogico

In scena MaTeMù - Centro giovani e Scuola d’Arte di Roma al Teatro Centrale Preneste il 22 e 23 maggio 2024.

19 Maggio 2024

Cronache Furiose, teatro pedagogico

In scena MaTeMù - Centro giovani e Scuola d’Arte di Roma al Teatro Centrale Preneste il 22 e 23 maggio 2024.

19 Maggio 2024

Cronache Furiose, teatro pedagogico

In scena MaTeMù - Centro giovani e Scuola d’Arte di Roma al Teatro Centrale Preneste il 22 e 23 maggio 2024.

Sarà in scena a Centrale Preneste – il 22 e 23 maggioCRONACHE FURIOSE, il nuovo spettacolo di BARTOLINI/BARONIO,con le ragazze e i ragazzi di MaTeMù – Centro giovani e Scuola d’Arte di Roma di Cies Onlus. Il gruppo si è ritrovato a prendere parola, a raccontare di ferite e sogni, di aspirazioni e solitudini, d’amore e di fuga, di migrazioni e paure, di coraggio e voglia di stare insieme, di terre lontane, di pezzi di sé da lasciare andare, di umanità da ritrovare, di razzismo e bullismo, del desiderio di costruzione e non di distruzione, di essere disposti a lottare anche quando è difficile vincere, di libertà e rispetto per l’altro e per se stessi, di sentire e trovare nel passato degli oppressi e delle loro lotte ancora una strada possibile.

Bartolini/Baronio è una formazione artistica romana nata nel 2009 dal sodalizio artistico tra Tamara Bartolini e Michele Baronio

Note di Bartolini/Baronio

Il viaggio iniziato ad ottobre con Matemù si apre alla città in un esito dal titolo CRONACHE FURIOSE, e che raccoglie tutte le attività di questo spazio aperto alle ragazze e ai ragazzi dagli 11 ai 25 anni, in un dialogo tra teatro e rap, breakdance, batteria e chitarre. È stata una gioia conoscere tutta questa umanità e vederla viaggiare alla scoperta del proprio furore. Il gruppo si è ritrovato a prendere parola, a raccontare di ferite e sogni, di aspirazioni e solitudini, d’amore e di fuga, di migrazioni e paure, di coraggio e voglia di stare insieme, di terre lontane, di pezzi di sé da lasciare andare, di umanità da ritrovare, di razzismo e bullismo, del desiderio di costruzione e non di distruzione, di essere disposti a lottare anche quando è difficile vincere, di libertà e rispetto per l’altro e per se stessi, di sentire e trovare nel passato degli oppressi e delle loro lotte ancora una strada possibile. Giorno dopo giorno ognuno di loro ha ascoltato il proprio furore salire tra le pagine di un diario, dentro una stanza chiusa, dentro il cuore, nei corridoi di una scuola, tra le strade di paesi lontani e tra i vicoli di Roma. Insieme abbiamo seguito questo furore andando piano, con i tempi di cui il gruppo aveva bisogno. Tra musiche e canzoni, danze e narrazioni, abbiamo fatto lo stesso viaggio degli indimenticabili protagonisti del libro, della famiglia Joad scacciata dalla terra, per diventare anche noi una piccola famiglia, una piccola comunità, un piccolo mondo.

“D??? ??? ??? ????? ??? ?????? ??? ??????? ??? ??????? ?? ??? ?????, ? ????? ???????? ??? ??? ??? ?? ?’????? ??’????? ????? ???. ???? ??? ????? ???????? ??? ??? ????? ???? ?? ???????? ?? ??’????? ?????? ? ??????. ???? ??? ?? ??????? ??? ?????? ????, ??????́ ?? ??? ???????? ?? ????? ??? ??????? ? ?????? ?? ??? ????? ??? ????? ??? ????? ????????, ? ??? ?????? ??’????? ??????.”

Cronache Furiose ci ricorda l’impegno di coltivare spazi di vita viva, di praticare l’essere insieme, nella pratica pedagogica e nel teatro.

Tamara Bartolini e Michele Baronio

Cronache Furiose è l’esito del percorso di laboratorio che Tamara Bartolini e Michele Baronio, hanno svolto conle ragazze e i ragazzi di MaTeMù – Centro giovani e Scuola d’Arte di Roma di Cies Onlus.

Che cos’è MaTeMù

creato e gestito dal CIES Onlus in collaborazione con il Municipio Roma I, nei cui locali è ospitato. È un punto di incontro, di crescita artistica e culturale, di ascolto, orientamento e divertimento. È un incredibile incrocio di idee e futuri possibili. MaTeMù nasce nel 2010 ed è un luogo in cui ragazze e ragazzi di tutte le culture e provenienze possono esprimere la propria creatività, vivere in modo diverso il tempo libero, trovare sostegno. È un posto dove tutte le differenze sono viste come valori stimoli per esplorare nuove possibilità. È un laboratorio di idee e iniziative che offre spazi liberi per stare insieme e dar vita ad attività espressive, ludiche, di supporto scolastico, di aiuto nei momenti di difficoltà. È un posto dove si può imparare a suonare, cantare, rappare, recitare, danzare. MaTeMù è completamente gratuito, organizza attività rivolte a preadolescenti, adolescenti e giovani. Ma è anche uno spazio dove associazioni, cittadini attivi del quartiere o artisti possono trovare un punto di riferimento per incontrarsi e lavorare con e per i giovani o per la città. Ogni giorno MaTeMù ospita in media 34 ragazze/i, con punte di 60 al giorno. Più di 7.000 utenti attivi nei 13 anni di vita del Centro.

TEATRO CENTRALE PRENESTE

VIA ALBERTO DA GIUSSANO,58

Biglietti 5 euro

I biglietti si acquistano in teatro.

Per info e prenotazioni ➤ cies@cies.it – 06.77264611

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”