Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 20/02/2020

Da Caravaggio a Pistoletto, l’umano nell’ingegno e nell’arte

Fino al 9 aprile a Bologna è possibile visitare l'antica alleanza tra arte e scienza in uno spazio di design.

Due Michelangelo simboleggiano l’arte italiana degli ultimi 500 anni: Merisi, ovvero Caravaggio,, e Pistoletto. Inedita accoppiata, fino al 9 aprile a U.MANO – Arte e scienza: antica misura, nuova civiltà, la mostra di Fondazione Golinelli è visitabile a Bologna al Centro Arti e Scienze Golinelli.

Curato da Andrea Zanotti con Silvia Evangelisti, Carlo Fiorini e Stefano Zuffi, il percorso espositivo è dedicato alla mano, elemento di raccordo tra la dimensione del fare e quella del pensare e fortemente rappresentativa della prospettiva di azione di Fondazione Golinelli di recuperare il segno di un legame oggi perduto: quello tra arte e scienza, che proprio nella cultura italiana ha raggiunto il suo culmine.

La mostra U.MANO diventa esempio concreto del superamento della dicotomia arte-scienza, della creatività che diviene reale e della dimensione dell’utile e del fruibile che si compenetra a quella del bello. Si possono ammirare anche due atlanti anatomici straordinari: il De humani corporis fabrica di Andrea Vesalio e i Deux Livres de chirurgie di Ambroise Paré. Si tratta di un percorso che conduce a conoscere il capolavoro realizzato nel corso del Settecento a Bologna delle cere anatomiche di Anna Morandi Manzolini, strumento di conoscenza e di riproduzione mimetica della realtà, ma anche straordinaria opera scultorea

«L’antica alleanza che un tempo teneva unite arte e scienza – spiega Andrea Zanotti, presidente di Fondazione Golinelli – sottintendeva intuizioni della mente e opere delle mani volte alla ricerca di quella discontinuità che nutre il progresso umano. È vero infatti che possiamo indagare il volto del futuro attraverso il calcolo delle probabilità e la capacità computazionale che toccano oggi nei big data il vertice più elevato; ma è vero anche che l’intuizione del futuro sta nelle anticipazioni, solitarie e dolorose, di scienziati e artisti che scrutano orizzonti a noi preclusi. È la solitudine di Leonardo che immagina con quattrocento anni di anticipo la capacità dell’uomo di volare».

 

La mostra U.MANO è allestita nel Centro Arti e Scienze Golinelli, uno spazio progettato da Mario Cucinella Architects, che per l’occasione sarà trasformato in un tempio classico.

Fino al 9 aprile a Bologna. U.MANO – Arte e scienza: antica misura, nuova civiltà

A cura di: Andrea Zanotti con Silvia Evangelisti, Carlo Fiorini e Stefano Zuffi

Prodotto da: Fondazione Golinelli

Ideazione concept e installazioni originali: Carlo Fiorini

Sede: Centro Arti e Scienze Golinelli | Opificio Golinelli, via Paolo Nanni Costa, 14 – Bologna

In apertura: Arto bionico, Mostra U.MANO alla Fondazione Golinelli; ConTatto – Michelangelo Pistoletto

Foto di Giovanni Bortolani.

 



Leisure - 27/01/2020

Premi, pittura in spolvero e visitatori in crescita per Arte Fiera a Bologna

Gradimento in crescita per la 44a edizione di Arte Fiera, organizzata da BolognaFiere. Confermato il [...]

Society - 05/06/2020

Enrico Schettino: “Attenti al Giappo, c’è ancora tanto da imparare”

Da fondatore del gruppo di gastronomia Giappo, Enrico Schettino, imprenditore ed esperto di cucina g [...]

Design of desire - 13/10/2017

Nello studio di Ettore Sottsass, sperimentatore eclettico

Il grande archivio di 14mila materiali e 24 sculture donate dal designer e architetto Ettore Sottsas [...]

Top