Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 27/12/2018

David LaChapelle a Parigi manda una “lettera al mondo”

Fino al 29 dicembre 2018 alla Templon Gallery le immagini del famoso fotografo che continua a stupire con setting alla Caravaggio.

Dalle Hawaii, dove si è rifugiato, a Parigi, la città dell’arte e della moda che gli ha dato la popolarità per 30 anni. David LaChapelle torna a Parigi con un’esposizione di grandi dimensioni progettata per lo spazio Rue du Grenier Saint-Lazare della Galerie Templon. Concepito come un viaggio nell’immaginario di LaChapelle, Letter to the World , questo il titolo della mostra, riunisce pezzi iconici e la drammatica nuova opera del fotografo.

Il layout dei due livelli dello spazio della galleria è progettato per creare un dialogo tra due mondi contrastanti: dalla distruzione all’utopia, dall’eccesso alla redenzione.

Al livello inferiore, una selezione dinamica di opere iconiche illustrano la visione di LaChapelle della civiltà umana sull’orlo del collasso, vacillando sotto la pressione dei pericoli ambientali e degli eccessi della cultura del consumo e dell’idolizzazione delle celebrità. Il virtuosistico Seismic Shift (2012) così come la definizione di Death by Hamburger (2001) e Addicted to Diamonds (1997) affiancano i notevoli ritratti di Andy Warhol, David Bowie e Michael Jackson. Questi punti salienti, insieme a nature morte e paesaggi industriali radicali, sollevano questioni politiche e esplorano il ruolo dell’artista e dello spettatore, esaminando la nostra moderna indulgenza e il desiderio di bellezza materialista e di una gioventù che dura da sempre.

Al livello superiore, l’artista risponde a questo universo apocalittico con un fantastico mondo nuovo. Attirando la sua ammirazione per i grandi maestri dell’arte, sviluppa una visione onirica di un paradiso selvaggio.

Nell’ultimo anno, LaChapelle ha pubblicato il più ampio progetto di libri della sua carriera fino ad oggi. Lost & Found e Good News For Modern Man segnano i volumi finali di un’antologia di cinque libri, iniziata con LaChapelle Land (1996), e proseguita con Hotel LaChapelle (1999) e Heaven to Hell (2006).

David LaChapelle si trasferì nella giungla delle Hawaii dieci anni fa. Ispirato dalla sua ricerca di spiritualità e da una vita più isolata, i suoi nuovi lavori rivelano un aspetto sorprendente delle sue ricerche. Intriso di un’esplosione di colori insoliti e elettrici, le sue immagini sono composte come collage. Ricordano gli esperimenti della prima fotografia e evocano William Blake, Leonard de Vinci e l’iconografia religiosa.

Per la prima volta, LaChapelle esibisce un poetico assortimento di fotografie che ha realizzato dal 1983 al 1989. Realizzato utilizzando un processo analogico con cui dipinge sui suoi stessi negativi, questi primi lavori dimostrano la sua sensibilità artistica e il fascino della natura già in gioco. Le fotografie sono intrecciate con le opere più recenti di LaChapelle che usano la stessa tecnica.

Negli ultimi trenta anni, il prolifico lavoro di LaChapelle ha ampliato il genere della creazione di immagini e ha stabilito il fotografo come un punto fisso nell’arte contemporanea.

Fondendo sapientemente la storia dell’arte con riferimenti alla cultura popolare, domande metafisiche con la cultura di strada, David LaChapelle dipinge un inquietante ritratto di valori e stili di vita del 21 ° secolo. I suoi ritratti, i suoi lavori teatrali e cinematografici sono diventati archetipi dell’America. Dal 2006, si concentra sul lato artistico del suo lavoro.

Fotoservizio da Parigi: Andrea Agostinelli per The Way Magazine

David LaChapelle Letter to the World

30, rue Beaubourg 75003 Paris

www.templon.com



Fashion - 05/03/2020

Moncler Genius conquista le città e dei designer

Moncler nasce nel 1952, in Francia a Monestier-de-Clermont, sulle montagne vicino a Grenoble, con un [...]

Luxury - 17/05/2016

Christofle, gusto reale per argento di classe

Christofle è uno storico brand francese di alto profilo di gioielli in argento e arte di decorare l [...]

Leisure - 03/03/2019

Al Tefaf di Maastricht l’arte degli appartamenti di stato

Fondata nel 1988, TEFAF, The European Fine Art Fair, è considerata la principale fiera mondiale di [...]

Top