Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 23/01/2021

De Giovanni scrive, Guanciale recita, “Il Commissario Ricciardi” è un successo assicurato

Tutta made in Naples la genesi e realizzazione della nuova saga che su Rai 1 torna per sei film-tv dal 25 gennaio.

Dal 25 gennaio su Rai 1, e per i nostri lettori all’estero anche su Rai Italia, torna “Il Commissario Ricciardi” in prima serata con sei puntate sceneggiate per la tv con il personaggio ideato da Maurizio De Giovanni. Fino al 1° Marzo, su Rai1, andrà in onda il primo episodio della serie evento tratta dai romanzi dell’autore napoletano, perlopiù di romanzi gialli, diretto dal regista Alessandro Alatri ed interpretato da Lino Guanciale. La serie sarà composta da sei film per la televisione della durata di cento minuti ciascuno. ‘Il senso del dolore’, ‘La condanna del sangue’, ‘Il posto di ognuno’, ‘Il giorno dei morti’, ‘Vipera’ e ‘In fondo al cuore’.

I titoli dei rispettivi episodi sono, in realtà, omonimi dei romanzi sviluppati dallo scrittore partenopeo e pubblicati da Einaudi Editore.

Era il lontano 2007 quando, per la prima volta nelle librerie, appariva questo personaggio solitario, misterioso e che si muoveva in una Napoli diversa da come, fino adesso, è stata mostrata. Molto lontana, fortunatamente, dallo stereotipo negativo che l’assilla di continuo e trasportata in un limbo particolare in cui due generi, pur letterari, e all’antitesi fra loro s’incontrano originando un’ambientazione vicina, quasi, alle storie ideate da Stephen King.

Un po’ forte come paragone, indubbiamente, ma, in Italia, non si era mai visto un poliziotto, per la precisione un commissario, seppur della Regia Questura al tempo di Mussolini, fosse dotato di ‘poteri soprannaturali’. In realtà tale espressione snatura un po’ le vere capacità di Alfredo Luigi Ricciardi, nome del protagonista. Il dono o anche inteso come una vera e propria maledizione è quella di vedere le anime di coloro che hanno avuto la sfortuna di lasciare questo mondo per morte violenta. Ed è con questo dono che il commissario Ricciardi rende giustizia alle vittime degli omicidi.

Un giallo, quindi? Non completamente. Infatti non mostrando, fin dal principio, come l’assassino ha commesso il delitto, almeno da ciò che emerge dai romanzi, è, semmai, un poliziesco abbinato al genere ‘fantasy’, grazie all’elemento del soprannaturale appunto, con ambientazione storica.

Sicuramente ci saranno delle innovazioni rispetto alle trame in ambito letterario e che, tali variazioni, sono già evidenti, per chi ha già letto tutta la saga, già in questi primi sei episodi.

Per esempio dal punto di vista dei libri l’ordine preciso è questo: ‘Il senso del dolore – L’inverno del Commissario Ricciardi’; La condanna del sangue – La primavera del Commissario Ricciardi’; ‘Il posto di ognuno – L’estate del Commissario Ricciardi’; ‘Il giorno dei morti – L’autunno del Commissario Ricciardi’; ‘Per mano mia – Il Natale del Commissario Ricciardi’ e ‘Vipera – Nessuna resurrezione per il Commissario Ricciardi’.

Fermandoci solamente ai primi episodi letterari e collegandoci ai titoli dei primi episodi indicati all’inizio si nota una differenza nella cronologia delle storie ideate da De Giovanni. E’ risaputo che lo stesso autore ha sempre cercato di tracciare due linee di diverse per le storie dei suoi personaggi. Infatti in quest’ultimo decennio, De Giovanni, ha visto accrescere la sua notorietà grazie alla serie tv ‘I Bastardi di Pizzofalcone’ tratta, anche questa, da un’altra saga letteraria sempre di sua invenzione e, di questi giorni, la messa in onda anche un’altra serie di storie, sempre di sua ideazione, sull’assistente sociale interpretata da Serena Rossi ‘Mina Settembre’. Tutte saghe ambientate nella sua Napoli e tutte con differenze tra il libro e serie tv.

L’ordine naturale della storia, nella serie tv di prossima partenza, appare modificato dopo ‘Il giorno dei morti’, per poi proseguire direttamente con Vipera e ‘In fondo al cuore’. Si ipotizza, molto probabilmente, il mescolare le carte relativo ad alcuni eventi previsti ne ‘Il natale del Commissario Ricciardi’ e il romanzo pubblicato successivamente. Ma, sempre in ambito letterario, quali sono gli altri titoli della saga di Ricciardi? ‘Anime di vetro’, ‘Una domenica con il commissario ricciardi’; Serenata senza nome. Notturno per il commissario Ricciardi’; Rondini d’inverno. Sipario per il Commissario Ricciardi’; Il purgatorio dell’angelo. Confessioni per il Commissario Ricciardi; Il pianto dell’alba. Ultima ombra per il Commissario Ricciardi’. Nel mezzo due racconti: ‘L’omicidio Carosino – la prima indagine del Commissario Ricciardi’ e ‘Febbre’. Una serie di romanzi che ha, addirittura ispirato, anche la trasposizione fumettistica grazie al ‘padre’ di Tex Willer, Sergio Bonelli e ora la serie tv.

Ad aumentare la schiera degli attori, dunque, che hanno prestato il volto ai suoi personaggi ci pensa, questa volta, l’interprete Lino Guanciale. Popolare attore di fiction come ‘La Porta Rossa’, di cui prossimamente si girerà il terzo ciclo di episodi e ‘L’allieva’, la cui terza stagione ed ultima è terminata proprio nel 2020. Guanciale, allievo della scuola del compianto Gigi Proietti, ha il difficile compito di immortalare, nell’immaginario collettivo, il personaggio di De Giovanni attraverso il piccolo schermo. Un personaggio, come già detto solitario, che a causa di questo dono, visto come una maledizione, non lega quasi con nessuno.

Con Lino Guanciale un cast ben assortito di caratteristi come Antonio Milo, nei panni del simpatico Brigadiere Maione; Enrico Ianniello, nel ruolo del medico legale Bruno Modo; Nunzia Schiano, che impersona la tata di Ricciardi; Serena Iansiti e Maria Vera Ratti, nei rispettivi ruoli di Livia ed Enrica. Sono loro le donne di Ricciardi.

Nel ricostruire la Napoli degli anni ’30 sono stati usati diversi luoghi come il Teatro San Carlo, la zona collinare di Capodimonte, Capua e addirittura Taranto. Le riprese vennero inaugurate nel maggio del 2019 e sono terminate lo scorso 30 novembre 2020. La serie è stata prodotta da Clemart e Rai Fiction.

Testo a cura di Vincenzo Pepe



Design of desire - 07/10/2018

SEAir, l’unico specialista dei sistemi a lamina per barche

In molti dicono che il sistema a lamina foil è per le barche quello che è l'ala per i volatili. Un [...]

Fashion - 19/01/2019

Loriblu, storia di una scarpa che ha lasciato il segno. Anche su Gigi Hadid

La storica azienda Loriblu rappresenta una delle eccellenze italiane del settore delle calzature con [...]

Leisure - 29/02/2020

Elio Germano miglior attore alla Berlinale. Ecco tutti i suoi premi

Elio Germano ha vinto l'Orso d'Argento come miglior attore a Berlino questa sera. Germano è un atto [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!