29 Ottobre 2019

Ecco come cambia il MoMA di New York

Riaperto questa settimana, il più famoso luogo espositivo per l'arte contemporanea nel mondo si è rifatto il look. Ecco cosa c'è da vedere.

29 Ottobre 2019

Ecco come cambia il MoMA di New York

Riaperto questa settimana, il più famoso luogo espositivo per l'arte contemporanea nel mondo si è rifatto il look. Ecco cosa c'è da vedere.

29 Ottobre 2019

Ecco come cambia il MoMA di New York

Riaperto questa settimana, il più famoso luogo espositivo per l'arte contemporanea nel mondo si è rifatto il look. Ecco cosa c'è da vedere.

A New York il Museum of Modern Art MoMA ha aperto il suo campus ampliato il 21 ottobre 2019, con una presentazione e area espositiva reinventata di arte moderna e contemporanea.

L’espansione, sviluppata dal MoMA con gli architetti Diller Scofidio + Renfro, in collaborazione con Gensler, aggiunge più di 3700 metri quadrati di spazi per gallerie e consente al Museo di mostrare significativamente più arte in modi nuovi e interdisciplinari.

Il cuore del museo presenterà programmi dal vivo e spettacoli che riprendono, mettono in discussione e sfidano le storie dell’arte moderna e l’attuale momento culturale. Un innovativo laboratorio di creatività al secondo piano per l’istruzione inviterà i visitatori a connettersi con l’arte che esplora nuove idee sul presente, sul passato e sul futuro. Le gallerie a livello della strada, gratuite e aperte a tutti al piano terra aumentato di volume, collegheranno meglio il Museo a New York City e avvicineranno l’arte alle persone nelle strade del centro di Manhattan.

La presentazione della collezione di apertura del MoMA per il 2019 evidenzia le affinità e gli attriti creativi prodotti mostrando pittura, scultura, architettura, design, fotografia, media, performance, film e opere su carta insieme. Concepita e installata da team di curatori intersettoriali a tutti i livelli di anzianità, la prima mostra mette in primo piano relazioni complesse tra opere d’arte e sfrutta la nuova architettura per incoraggiare molti percorsi possibili attraverso le gallerie. Una nuova generazione curatoriale rinnoverà continuamente l’esperienza del Museo attraverso installazioni e mostre, commissioni di artisti e programmi che incoraggiano il dibattito e la scoperta.

Le gallerie della collezione del quinto, quarto e secondo piano offrono un’esperienza più profonda dell’arte attraverso tutti i mezzi e da artisti provenienti da aree geografiche e sfondi più diversi che mai. Un dorso cronologico generale unisce i tre piani e funge da pietra di paragone di continuità per i visitatori. Le singole gallerie, alcune delle quali saranno di medio livello, approfondiscono le presentazioni di arte e idee che solo la collezione del MoMA può offrire.

Riconoscendo che non esiste una storia singola o completa di arte moderna e contemporanea, il museo ruoterà sistematicamente e reinstallerà un terzo di queste gallerie di raccolta ogni sei mesi. Entro il 2021, il MoMA avrà ri-coreografato ciascuna delle sue gallerie attraverso il quinto, il quarto e il secondo piano e rinnoverà costantemente la presentazione.

Due le mostre-simbolo della riapertura di questo autunno newyorkese. La prima è sull’arte concettuale dell’America Latina e si intitola Sur moderno: Journeys of Abstraction―The Patricia Phelps de Cisneros Gift, resa possibile grazie all’arrivo di quadri, sculture e lavori su carta donati dalla Colección Patricia Phelps de Cisneros tra il 1997 e il 2016.

La seconda è negli spazi del MoMA PS1 a Long Island ed è una mostra collettiva su larga scala che esamina le eredità dell’impegno militare guidato dagli americani in Iraq a partire dalla guerra del Golfo nel 1991. Si chiama Theater of Operations: The Gulf Wars 1991–2011 (dal 3 novembre 2019 al primo marzo 2020).Attraverso oltre 250 opere, la mostra esplora gli effetti di queste guerre sugli artisti con base in Iraq e diaspore, così come quelli che rispondono alla guerra dall’Occidente. Con il lavoro di oltre 75 artisti tra cui Afifa Aleiby, Dia al-Azzawi, Thuraya al-Baqsami, Paul Chan, Harun Farocki, Tarek Al-Ghoussein, Guerrilla Girls, Thomas Hirschhorn, Hiwa K, Hanaa Malallah, Monira Al Qadiri, Nuha al -Radi e Ala Younis

Read in:

Picture of admin

admin

Siamo una testata giornalistica di lifestyle maschile e femminile. Ci rivolgiamo a persone interessate alle novità anche di lusso, non solo di prodotto ma anche di tendenza e lifestyle. La nostra mission: celebrare l’ambizione puntando all’eleganza dei potenziali lettori “Millennial” (età 18-34).
Ti potrebbe interessare:

Borderline Danza, export culturale nel mondo

Borderline Danza, compagnia tra le più in vista nel panorama campano, si fa in quattro. Quattro palcoscenici diversi, in Italia e all’estero, attendono le creazioni del

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”