Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 06/10/2019

“Extravergine” su FoxLife: commedia surreale con Lodovica Comello

Su FoxLife. Nel cast Pilar Fogliati, Melissa Anna Bartolini, Stella Pecollo, Stefano Rossi Giordani, Irene Ferri, Massimo Poggio, Giulio Corso, Valentina Banci e Mario Acampa

Dopo Romolo + Giuly. La guerra mondiale italiana, Fox Networks Group Italy prosegue il suo impegno nelle produzioni originali con EXTRAVERGINE, la nuova serie comedy in 10 episodi da 30’, co-prodotta con Publispei di Verdiana Bixio in onda su FoxLife (Sky, 114) e Fox (Sky, 112) dal 9 ottobre il mercoledì alle 21.15.

Una commedia dai toni surreali tutta al femminile firmata da Roberta Torre (Tano da morire, Angela, I baci mai dati, Riccardo va all’Inferno), una delle registe più visionarie del cinema italiano. Protagonista di EXTRAVERGINE è Lodovica Comello, cantante, conduttrice (Italia’s Got Talent, Singing in the Car) e già attrice di successo nei film campione d’incassi Poveri ma ricchi e Poveri ma ricchissimi di Fausto Brizzi.

Come una Alice nel mondo delle sexy meraviglie, o una Amelie nel magico mondo del sesso, Extravergine ruota intorno alle vicende tragicomiche della protagonista, la ventinovenne Dafne Amoroso. Dafne vive a Milano e lavora per #Audrey, una rivista online molto trendy, dove cura la rubrica più “sfigata”, quella dedicata ai libri. Intelligente, timida, appassionata di fumetti, letteratura e videogiochi, Dafne è una nerd che sopravvive a stento in un ambiente di lavoro dove tutti, ma proprio tutti, si considerano, e di fatto sono, più cool di lei.

Lodovica Comello e Mario Acampa alla presentazione milanese di “Extravergine” (foto di Roberto Zita per The Way Magazine).

Dafne (Lodovica Comello) è una giovane e graziosa ragazza che lavora nella redazione di una rivista online molto trendy. Segno particolare: è ancora vergine alla soglia dei trent’anni. La sua verginità non nasce da un’infanzia passata in un ambiente rigido e bigotto, anzi; quella ricevuta da sua madre è stata un’educazione molto libertina. Dafne, però, già di indole solitaria e perfezionista, ha reagito opponendosi caparbiamente alla sua educazione fricchettona e sviluppando un sistema di valori del tutto opposto a quello della madre.

Lorenzo ovvero Stefano Rossi Giordani.

Mario Acampa nei panni di Edoardo.

 

Ma c’è una cosa prima di ogni altra che rende Dafne diversa dalle sue coetanee: alla soglia dei trent’anni Dafne è ancora vergine. Essere vergine in un mondo ipersessualizzato, fa di lei una mosca bianca sospesa fra l’esigenza di proteggere il suo prezioso microcosmo e il desiderio (nascosto) di una vita normale, simile a quella delle sue coetanee. Insomma, la vita per Dafne è un vero groviglio di emozioni che si complica ancora di più quando si scontra con la madre Irene (Valentina Banci, I delitti del BarLume, Medea), donna invadente dai costumi estremamente libertini, con un passato da popolare icona sexy degli anni Ottanta, che non perde occasione per far pesare a Dafne il suo “problemino”.

Il destino di Dafne cambierà radicalmente in occasione della festa in maschera organizzata dalla rivista per cui lavora. È proprio all’esclusivo party che, per una serie di circostanze, si ritrova a scambiare il suo travestimento con un costume da Marge Simpson cedutele da una donna misteriosa. Durante la serata entra maldestramente in contatto con Lorenzo (Stefano Rossi Giordani, Rocco Schiavone, Il mondo sulle spalle, L’uomo del labirinto), noto fotografo di moda che collabora con Audrey, rimanendone da subito folgorata. Nei giorni seguenti, un filmato sexy con protagonista una misteriosa “Hot Marge” (della quale non si riconosce la vera identità) inizia a circolare su Internet diventando virale. Dafne diventa una vera e propria star del web e in redazione, tutti sono infatti convinti che sia lei la disinibita “Hot Marge” del video, tanto che Claudio (Massimo Poggio, La finestra di fronte, Zodiaco, Che Dio ci aiuti) decide di nominarla sex columnist di Audrey.

Ad accompagnare Dafne nelle sue avventure in una Milano romantica e super scintillante, ci sono l’amica del cuore e coinquilina Ginevra (Melissa Anna Bartolini, 1994, Fin qui tutto bene), la classica milanese radical chic sempre alla ricerca del fidanzato perfetto, e le colleghe Violante (Stella Pecollo, Riccardo va all’inferno, Il giorno in più, La fabbrica di cioccolato) la food blogger di #Audrey in astinenza da sesso con il compagno Edoardo (Mario Acampa, Balliamo sul mondo, Fuoriclasse) e Samira (Pilar Fogliati, Un passo dal cielo, Forever Young, Task Force 45) la carismatica fashion influencer di origini mediorientali, firma di punta del giornale, bella ricca e sensuale con un fascino esotico a cui nessuno sa resistere. Tre donne molte diverse che sapranno a loro modo consigliare Dafne sul come affrontare la missione verginità.

In questo universo femminile colorato e spesso sopra le righe c’è anche un uomo, Andrea (Giulio Corso, Soledad, Grease,Il paradiso delle signore), il migliore amico di Dafne sempre pronto ad ascoltarla e aiutarla.

Completano il cast principale Irene Ferri (Tutti pazzi per Amore, Immaturi – La serie, Sorelle), che interpreta il ruolo di Giorgia Van Heck, trasgressiva nuova azionista di #Audrey; i tre esperti in tendenze giovanili i post-adolescenti Karma (Sara Zaffignani), Paolo Wong (Edoardo Hu) e Robertino (Emanuele “Emilife” Ferrari).

Il cast è aricchito anche dal cameo di uno dei più grandi interpreti della musica italiana, Massimo Ranieri nelle vesti di uno psicologo.

MUSICA – La musica ha un ruolo fondamentale nel racconto di Extravergine. Grande cura e ricerca per la scelta della colonna sonora che vanta brani musicali mai scontati e accostamenti assolutamente inaspettati. Ad affiancare musiche contemporanee come quelle dei Radiohead (Creep cover eseguita da Richard Cheese), Ghemon (Magia nera) o Goblin (Zombi /La via della droga),  ci sono brani di assoluto prestigio scelti dal catalogo del Gruppo Editoriale Bixio. Musiche e testi firmati dai più grandi compositori italiani: Piero PiccioniCarlo Savina, Piero Umiliani, Luigi MalatestaPino Donaggio, Cesare Andrea Bixio, Andrea Guerra e molti altri.

 

Le musiche inedite sono firmate da Federico Novelli, emergente di grande talento, che ha composto 16 brani originali ed ha inoltre realizzato un particolare arrangiamento del brano Creep dei Radiohead, reinterpretato in chiave swing da Lodovica Comello in uno dei momenti più significativi della puntata iniziale.



Leisure - 12/03/2018

Giudizio Universale, grande show all’Auditorium a Roma

Pierfrancesco Favino che fa la voce narrante, Sting che canta il tema principale, e i Musei Vaticani [...]

Leisure - 10/03/2018

Godot solca il mare dell’arte

Arte, mare e terzo occhio, la fotografia, sono gli elementi che compongono l'immaginario espressivo [...]

Leisure - 18/04/2019

The Voice of Italy: “Abbiamo rivoluzionato il format”

Alla sesta edizione, con un po' di sano respiro (silenzioso) alle spalle, torna The Voice of Italy p [...]

Top