Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 02/06/2019

Fausto Roma opening a Venezia

La mostra a Palazzo Zenobio dall'8 giugno al 28 luglio: il valore paradigmatico dell’elemento acquatico.

La Romberg Arte Contemporanea presenta un progetto espositivo studiato in esclusiva per la location di Ca’ Zenobio degli Armeni di Venezia, visitabile dall’8 giugno al 28 luglio, in contemporanea alla 58° Esposizione Internazionale d’Arte. Un’occasione per mettere in luce il ruolo centrale dell’elemento acqua in una città che con questo elemento è fortemente interconnessa.

L’artista, il pittore e scultore Fausto Roma, la mostra, una suggestiva personale dal titolo “Acquatica”, e un’accurata selezione di lavori realizzati nell’ultimo anno in un approfondimento del significato profondo di questa sostanza. Sono opere pittoriche di grande e grandissimo formato dalla forte personalità, realizzate con la tecnica dell’acrilico su tela, che si accostano a un tappeto d’artista in cui il richiamo a un’arte antica come quella tessitoria incrocia un sapore fortemente contemporaneo.

Dopo aver esplorato a fondo negli ultimi anni l’elemento terra, l’occhio dell’artista sposta il focus verso l’elemento liquido, che dal territorio nasce e scorre: acqua come fonte di vita, via di salvezza, bisogno irrinunciabile, come purezza e limpidezza di sentimenti.

Le grandi tele prodotte per la mostra sono in dialogo con l’intimo splendore barocco dello storico Palazzo veneziano, che si affaccia esso stesso su una riva d’acqua. Uno scambio di battute tra interno e esterno, e tra l’elemento stesso e la città lagunare.

Un’indagine che dalle creature marine che popolano i corsi d’acqua come il Phlyctenanthus australis, l’Holacanthus ciliaris, il Tridacna crocea e l’Octopus briareus – che danno anche il titolo alle opere – si trasla in vivide mappe concettuali che come dei percorsi segnici, trasformano la rappresentazione fisica in una sintesi d’indagine simbolica.

La ballata allegorica degli organismi acquatici permea anche il morbido tappeto realizzato a mano, posato a terra al centro della stanza, una superficie di trame intrecciate dai colori vivaci, che spinge il fruitore ad un approccio cha abbraccia più sensi – l’opera si vede, si tocca, si percorre in un rapporto mediato dalla sua natura di oggetto decorativo, di suolo sacro e di manufatto in grado di farci volare con la mente.

La mostra esplora, con il suo intreccio di trame e pennellate, il valore paradigmatico dell’elemento acquatico che dal particolare conduce a un tutto di rinnovate realtà e esperienze sensoriali attraverso il passaggio ideale di un ponte metaforico di ricordi astratti in un’atmosfera di peculiare unicità.

Foto d’apertura: da sinistra, Fausto Roma, Octopus briareus, 2018. Acrilico su tela stampata, 200×200 cm. Crediti fotografici Matteo Canestraro, courtesy Romberg; Lactophrys polifonia, 2019. Tappeto in lana acrilica 50%, tecnica tufting, 175×175 cm. Crediti fotografici Matteo Canestraro, courtesy Romberg.

Dall’8 giugno al 28 luglio Fausto Roma a Venezia

Palazzo Zenobio – Collegio Moorat Raphael

Dorsoduro 2596 – Venezia

Giorni e orari di apertura_

Martedì – Domenica h 10-18



Travel - 20/01/2018

Rome Cavalieri, un’oasi dove appagare mente e corpo

Rose e fiori d'arancio, lavanda e tea tree, incenso sandalo camomilla e geranio, ma anche rosmarino, [...]

Design of desire - 09/04/2017

Tagliare il pane è un’arte (di design) con Marechiaro di Studio 74 Ram

Il pane protagonista a The Essential Taste of Design, il concorso di Matteo Ragni Studio per la Mila [...]

Luxury - 13/11/2017

La carica glamour della sfida di Lapo: Garage Customs

Duemila invitati per una notte da sogno firmata Lapo Elkann. Ed è un sogno che diventa realtà quel [...]

Top