Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 01/03/2021

Febbraio 2021, riaprono le gallerie d’arte a NoLo

Andrea Arrigoni, bn+ BRINANOVARA, Francesco Ciavaglioli, Nicola Gobbetto, Iacopo Pesenti, Camilla Rocchi espongono a Dimora Artica. Alessandro Agudio da Fanta MLN. Spazio Bidet apre in una vineria.

Con le disposizioni allentate dal punto di vista sanitario, a NoLo, il quartiere milanese a nord di Piazzale Loreto, a febbraio 2021 si è assistito a un progressivo ritorno all’attività espositiva. Le gallerie d’arte a febbraio 2021 hanno riaperto. Parte della fortuna e popolarità di questo quartiere è fondata sulla matrice sperimentale delle iniziative culturali e Dimora Artica, Fanta MLN e Spazio Bidet sono i tre luoghi che abbiamo scelto per raccontarvi di questa momentanea rinascita espositiva.

Colpo d’occhio di una sezione espositiva di Dimora Artica a NoLo, Milano. Alla parete, produzione di Nicola Gobbetto (1980). È dal mondo della narrativa fantasy, della mitologia, del cinema e dello sport che Gobbetto trae ispirazione. Le tecniche che sperimenta spaziano dalla pittura al video, dall’installazione alla scultura, alla fotografia, al collage digitale e al disegno. In terra, Camilla Rocchi (1998), “Organismi metamorfici”, ceramica, cera, pigmenti.

DIMORA ARTICALunar Stories, mostra collettiva che unisce le opere di sette artisti emergenti di diverse generazioni, è fondata su una partenza comune alle opere scelte per l’esposizione della galleria Dimora Artica (via Dolomiti, 11 – metro Turro), con la curatela di Andrea Lacarpia (fondatore) e Francesco Pacelli.
L’atmosfera notturna illuminata dal chiaro di luna, associata all’incorporeità del digitale, è la suggestione dalla quale nasce il progetto, in cui le opere dei diversi artisti si mostrano come altrettante storie in una raccolta di racconti.



bn+ BRINANOVARA, Echo Fiction 5, 2020, legno, stucco poliestere, stucco epossidico, smalti, vernice acrilica fosforescente, 8,5 x 8,5 x 24 cm, da Dimora Artica, Milano.

Andrea Arrigoni, bn+ BRINANOVARA, Francesco Ciavaglioli, Nicola Gobbetto, Iacopo Pesenti, Camilla Rocchi, sono gli artisti emergenti di diverse generazioni, che espongono assieme nel white space in zona Martesana. Ammirare queste opere è come passeggiare nelle tecniche del contemporaneo e incontrarle assieme. I gesti artistici tradizionali, come la pittura e la scultura, restano come l’appropriazione di immagini della storia dell’arte. Ma negli ultimi anni l’espressione artistica è permeata dal digitale. L’estetica prodotta dai render generati al computer, dai programmi di grafica e dai videogiochi influenza l’attuale produzione artistica, connotata da una particolare attitudine immaginifica e una libertà nella manipolazione delle immagini che spesso possono ricordare l’immaginario dei giochi fantasy o l’approccio compositivo del graphic design.

Gallerie d’arte riaperte a NoLo. Da Dimora Artica c’è Iacopo Pesenti, “Enigma”, mixed media on canvas, 90 x 50 cm. Al centro della ricerca di Iacopo Pesenti (1990) c’è la dialettica tra espressione vitale e idealizzazione, in una tensione interna che si apre a un altrove indecifrabile.
Da Dimora Artica: i dipinti di Andrea Arrigoni (1996) nascono dall’osservazione e dalla rielaborazione delle immagini che costituiscono l’ambiente contemporaneo.
La quotidianità si trasforma attraverso una lente personale portando al limite l’idea di sospensione, avvalendosi di una vivace gamma cromatica e delineando forme con colori uniformi.


Veduta di una sezione dell’esposizione di Alessandro Agudio da Fanta MLN, NoLo, via Merano a Milano.

FANTA MLN – Alessandro Agudio, “Residence Acquario” è invece la mostra chiusa da poco a Fanta MLN, ex Fantaspazio, che si trova sotto gli archi della strada ferrata che taglia viale Monza (via Merano, 21 – Milano).

La resa scultorea della balla di fieno richiama i luoghi ai margini della città. È simile al potere dello sguardo piccolo-borghese e in questo sguardo, l’artista vede che nel tableau vivant domestico c’è un surplus di vita: la micro-narrazione è fantastica, evasiva. L’alternanza di natura e creazione umana si riconosce in questa installazione: la campagna non è infinita, all’orizzonte scorge sempre la fabbrica, l’autostrada, la città, l’altra città. Ormai non è più possibile scoprire la provincia con gli occhi di bambino: il sentimento di amore e odio che accompagna ogni ricordo del proprio luogo di nascita è proprio di questa visione.

La vetrina di Spazio Bidet a via Giacosa a NoLo, Milano è una novità tra le gallerie d’arte in zona. Still da video dell’account www.instagram.com/nolomilano

SPAZIO BIDET – Di recentissima apertura sempre a NoLo Spazio Bidet One shot art shows & Cabinet de curiosités alla via Giuseppe Giacosa 11. Lo spazio attiguo alla vineria La Botte è l’eredità del collettivo di artisti Bidet a Boire che comprende Thomas Ferembach, Francesca Mussi e John Mirabel e che da anni opera in multi-spazi a NoLo con gallerie estemporanee e progetti specifici. Oggi, per coniugare la convivialità del buon vino e l’arte democratica, una delle vetrine dello shop è dedicata a Spazio Bidet e dentro vi si trova una sezione espositiva di oggetti che hanno reso popolari il collettivo, come i bicchieri decorati con soggetti alternativi.

La decorazione sui bicchieri è uno dei gesti artistici che ha fatto conoscere a NoLo Bidet a Boire, il collettivo di artisti che opera a Milano.

Di particolare interesse è lo spazio in vetrina di arte democratica ed effimera che di volta in volta si alterna per la visione dall’esterno. Anche a NoLo si rispetta il distanziamento e il non assembramento con l’arte, dunque. Il Bianco di Meudon, chiamato anche Bianco di Spagna, è carbonato di calcio proveniente da antichi giacimenti di conchiglie marine che, triturate, lasciate in decantazione ed essiccate, formano una finissima polvere bianca. La vetrina disegnata è realizzata “scrostando” la materia e creando figure e disegni visibili per sottrazione.

Per le aperture delle gallerie d’arte si consiglia la consultazione dei vari account social media per aggiornamenti sulle disposizioni di orari e visite.



Leisure - 16/07/2017

A Nuoro Amore e Rivoluzione ai tempi prima del Soviet

A Nuoro una coraggiosa e singolare mostra celelbra le avanguardie russe pre-rivoluzione sovi [...]

Fashion - 22/02/2017

Kristina Ti sogna la donna cigno

Bello sentir dire dalla stilista Kristina Ti (al secolo Cristina Tardito) "Life Loves Me". Perché [...]

Fashion - 03/07/2020

Montegallo, tradizione marchigiana in testa

Montegallo Alice Catena è la sintesi di un viaggio immaginario in luoghi lontani, esplorati dalla [...]

Top