Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 28/04/2017

Francesco Gabbani: “Il mio Magellano va oltre il sicuro”

Il cantante toscano parla del boom di popolarità che lo ha colto di sorpresa. Quando si stava per ritirare dalle scene. Il segreto? “La naturalezza”.

Quando entra nella sala del Touring Club a Milano è subito festa: Francesco Gabbani è uno a cui ridono pure gli occhi, si capisce che è in un momento di grazia. Il cantante toscano, vincitore di Sanremo 2017 con Occidentali’s Karma, è tornato ai media dopo due mesi di “ritiro”. C’era Magellano, il suo terzo disco da solista da finire. “Non che non fosse pronto prima di Sanremo – ci tiene a precisare – è solo che non abbiamo lavorato con pressioni. L’80% dei pezzi erano già scritti prima della vittoria. L’unica canzone che è nata dopo è il nuovo singolo Tra le Granite e le Granate”.

Singolo e album hanno la grafica di Shipmate, lo studio che aveva curato il design di Marco Mengoni.

Singolo e album di Francesco Gabbani hanno la grafica di Shipmate, lo studio che aveva curato il design di Marco Mengoni. Le foto sono di Chiara Mirelli e i vestiti di Paul Smith.

Il disco che esce oggi (all’estero con il titolo Magellan e tutto in italiano con l’aggiunta di Amen del 2016) non vi deluderà. C’è tutta l’ironia del pezzo di Sanremo che ha superato le 100 milioni di views su YouTube e il nuovo singolo parla con sarcasmo di un altro aspetto della nostra vita attuale, il divertimento a tutti i costi. “Il fil rouge del disco – dice il cantautore – è la voglia di cercare e conoscere l’ignoto, l’ho chiamato con il nome del navigatore più famoso proprio per questo, perché indica la necessità di andare oltre il sicuro. Ma non è un viaggio solo geografico, sono tappe per la conoscenza più difficile, che è quella di se stessi”.

Francesco Gabbani andrà in tour da giugno. Prima tappa il 19 a Verona, ultima San Vito Lo Capo in Sicilia il 22 settembre.

Francesco Gabbani andrà in tour da giugno. Prima tappa il 19 a Verona, ultima San Vito Lo Capo in Sicilia il 22 settembre.

Difficile accettarsi? “Credo sia la cosa più difficile, ovvio. Ma questo è un concept album involontario quindi c’è un po’ tutto di me. È una sintesi di come sono, c’è la parte ironica e la parte melodica. È solo che mi sono reso conto ultimamente che per portare il tuo pubblico a conoscerti completamente, a volte bisogna passare per delle trovate sceniche da impatto”.

A tal proposito “la scimmia nuda” che balla, pare che dopo il 13 maggio all’Eurovision di Kiev, andrà in congelamento. “Voglio portare il pezzo all’Europa così come lo hanno visto gli italiani – dice Gabbani – ma mi piace pensare di poter essere apprezzato anche per altro”.

Francesco Gabbani è un divoratore di musica, anche scritta: "Da bambino sognavo di avere uno spartito mio. Così per questo disco usciranno i testi e gli accordi ufficiali"

Francesco Gabbani è un divoratore di musica, anche scritta: “Da bambino sognavo di avere uno spartito mio. Così per questo disco usciranno i testi e gli accordi ufficiali”

Lo sa Gabbani che parte di quei 100 milioni di click sono per la curiosa trovata, che poi nascondeva un riferimento alto filosofico (Desmond Morris). Ma è abbastanza sicuro di sé per lasciarsi andare a considerazioni, diremmo, easy: “Vivo con molta naturalezza la popolarità che è arrivata a 35 anni. L’ultimo anno è stato denso, ma non rinuncio a divertirmi con il mio lavoro. Che faccio in tutti gli aspetti con estrema naturalezza, è questo il segreto, non sento la necessità di prestazione. È vero, stavo per smettere di essere perfomer in prima persona e pensavo a un futuro da autore. Devo ringraziare la mia etichetta BMG che mi ha sempre fatto lavorare in libertà”. Una libertà che gli ha permesso di accettare anche un impegno non propriamente musicale, come la conduzione degli Mtv Awards a Roma il 27 maggio. Alcuni prevedono faville per un futuro televisivo del cantante. “Ma no – si schernisce – non è un piede in un altro settore, anche se non lo escludo. Per il momento ho accettato perché quei premi hanno una tradizione di artisti che li presentano”.

Il disco si conclude col brano Spogliarmi: "Come se fosse la conclusione del viaggio, quando ci si spoglia si è pronti ad avere di nuovo fame di scoperta".

Il disco si conclude col brano Spogliarmi: “Come se fosse la conclusione del viaggio, quando ci si spoglia si è pronti ad avere di nuovo fame di scoperta”.

Con la produzione di Luca Chiaravalli, aiutato dal fratello dell’artista Filippo Gabbani e dal fido Fabio Ilacqua, l’album Magellano è un giusto mix di canzoni allegre che fanno pensare e che hanno l’indubbio gusto teatrale che permette di visionarne già la performance mentre le si ascoltano. L’omaggio ad Adriano Celentano con la cover di Susanna aumenta questa percezione di creatività da palcoscenico. L’interessato non si sottrae: “Ho intenzione di fare un tour che possa assomigliare a un musical con interventi che si spingono nel teatro. Mi presto a quel tipo di spettacolo, mi muovo, ballo. È una dimensione aggiuntiva alla musica che mi piace, anche perché sono polistrumentista quindi sul palco c’è molto da fare”.

Ora partono gli incontri nei negozi di dischi, poi il concertone del primo maggio e la tappa a Kiev. “Saranno 10 giorni in cui potrò farmi conoscere meglio, anche se siamo rimasti sorpresi già dalle prime due tappe in Olanda e a Londra, la canzone piace così com’è in italiano e abbiamo avuto un interesse incredibile”, dice soddisfatto. Che bissi la vittoria anche all’estero? “Se ci penso mi viene l’ansia da responsabilità, la mia intenzione è di andare all’Eurovision come sono, senza finzioni”.

Per info sul tour: www.internationalmusic.it

Supporter dei concerti: Hugolini

Fotoservizio: Christian D’Antonio (The Way Magazine) al Touring Club Italiano – Milano



Design of desire - 14/02/2020

Jo Coenen architetto d’Europa ci insegna come cambia l’urbanizzazione

Il Politecnico di Milano ospita dal 3 al 13 marzo 2020 negli spazi della Galleria del Progetto JC 40 [...]

Leisure - 04/01/2020

Nella reggia di Carditello coi Borbone e Lucio Battisti

Gran finale stasera per la rassegna Natale a Carditello, iniziata a dicembre con l'insediamento del [...]

Design of desire - 19/12/2016

I principi di progettazione di Moroso

Il design e la comodità, l'eleganza e l'avanguardia. Il rispetto della storia, non da ultimo, sono [...]

Top