2 Febbraio 2022

Giusy Ferreri: “Sul palco di Sanremo giro un nuovo Cortometraggio”

Nella serata dei duetti canterà Battisti in duetto con Andy dei Bluvertigo. "Viviamo una sorprendente quotidianità che spesso varia e a volte si ripresenta ciclicamente”.

2 Febbraio 2022

Giusy Ferreri: “Sul palco di Sanremo giro un nuovo Cortometraggio”

Nella serata dei duetti canterà Battisti in duetto con Andy dei Bluvertigo. "Viviamo una sorprendente quotidianità che spesso varia e a volte si ripresenta ciclicamente”.

2 Febbraio 2022

Giusy Ferreri: “Sul palco di Sanremo giro un nuovo Cortometraggio”

Nella serata dei duetti canterà Battisti in duetto con Andy dei Bluvertigo. "Viviamo una sorprendente quotidianità che spesso varia e a volte si ripresenta ciclicamente”.

Giusy Ferreri è in gara al 72° Festival di Sanremo con il brano “Miele”, contenuto nel nuovo album di inediti “Cortometraggi” , disponibile in preorder in formato CD e vinile al seguente link: https://giusyferrei.lnk.to/Cortometraggi_preorder e in pre-save e pre-add (https://giusyferreri.lnk.to/cortometraggi). Si tratta del sesto album in studio di Giusy Ferreri dal suo esordio a X Factor Italia nel 2008, che arriva a 5 anni di distanza dal precedente “Girotondo”, uscito nel 2017. 

Dal suo clamoroso esordio nel talent televisivo ad oggi, Giusy Ferreri ha collezionato risultati unici e straordinari costruendo una carriera di traguardi e record, tra hit radiofoniche, 1 disco di diamante e 18 dischi di platino.

Sono 5, ad ora, gli album in studio, e innumerevoli, invece, i brani che negli anni, hanno mostrato l’incredibile capacità della Ferreri di interpretare generi e stili più disparati, spaziando dal rock al pop, dal blues alla world music, tra cui, solo per citarne alcuni, “Non ti scordar mai di me”, “Novembre”, “Il Mare Immenso”, “Ti Porto A Cena Con Me”, “Partiti Adesso”, “Volevo Te”.

Una vita segnata da grandi successi e importanti collaborazioni con alcuni dei nomi più rilevanti del panorama italiano quali Tiziano Ferro, Nicola Piovani, Marco Masini, Michele Canova, Sergio Cammariere, Takagi & Ketra, Corrado Rustici, Federico Zampaglione, Bungaro e molti altri, e con Linda Perry autrice internazionale originariamente nelle 4 Non Blondes.

Proprio su Miele, il brano in gara al Festival, Giusy Ferreri ci ha detto: 

“Questo brano l’ho scelto perché all’interno dell’album “Cortometraggi” risulta essere una chicca. E’ un brano malinconico con un testo semplice che ripropone le scene di una vita quotidiana di una coppia che può capitare si separino e poi capiti tornino insieme.  Ha un testo molto semplice e diretto e mi piaceva l’idea di arrivare a questo Festival con una veste sobria. Non volevo creare un distacco dal percorso di questi ultimi anni e con il mio team, Takagi, Ketra, Federica Abbate e Davide Petrella abbiamo deciso di provare ad immaginare qualcosa di diverso mantenendo un alone di orecchiabilità e immediatezza. Sul palco volevo arrivare con una brano differente da come avevo vissuto i precedenti Festival. Nel 2011 “Il Mare immenso” aveva delle atmosfere più rock a quel tempo inaspettate, poi “Ti porto a cena con me” una bellissima ballad e poi  “Fa talmente male” un brano più pop ed energico.”

Giusy Ferreri ha eseguito ieri sera, nella serata di martedì 1° febbraio, la prima performance di “Miele” sul palco dell’Ariston, utilizzando in due momenti del brano un megafono vintage per trasformare la sua voce e trasportare da subito gli ascoltatori nel mood retrò del brano. Accanto al direttore d’orchestra, inoltre, è stato posizionato un grammofono d’epoca, altro elemento che ha contribuito a farci immergere nell’atmosfera d’altri tempi.

Su questa scelta Giusy Ferreri ci ha raccontato: “La scelta del megafono e del grammofono è stata dettata dalla volontà di ricondurre “Miele” a tutto il progetto “Cortometraggi” che ha un sapore cinematografico. Nell’album ci sarà un omaggio anche a Federico Fellini proprio con il brano scritto da Diego Mancini che porta  il nome del grande regista come titolo. Mi faceva molto sorridere il fatto che “Miele”, partendo con dei “Tu no Tu no” facesse proprio pensare ad un regista che in quel momento sta cercando di riprendere qualcuno (ride).”

Circa la sua partecipazione al Festival Giusy racconta di viverla “con molto entusiasmo e da mamma, pensare che mia figlia da casa mi sta guardando, lo rende ancora più bello e questo mi da molta più energia e grinta da trasmettere alle persone. Stare su questo palco è un privilegio e ci arrivo dopo cinque anni con un progetto nuovo che segna un nuovo capitolo della mia vita. Certo il momento della classifica può essere stato demolitorio (ride) perché non mi aspettavo di essere decima, ma ci sta lo si accetta. Per quanto avessi pensato a questo brano in questa formula, forse non è arrivato nell’immediato o magari ci si aspettava qualcos’altro da me. A me  è sempre piaciuto spiazzare come avevo fatto già nel 2011.” 

Nella serata di venerdì 4 febbraio, Giusy Ferreri, accompagnata sul palco da Andy dei Bluvertigo, interpreterà Io vivrò (Senza te)”, celebre brano del 1969 diLucio Battisti e su questa scelta ci ha detto:

«“Io vivrò (Senza te)” di Battisti Mogol è un capolavoro, è un brano molto intenso, che ho scelto di cantare appunto perché ritengo sia tra i brani più belli ed espressivi del repertorio della musica italiana. È una canzone che sento fortemente e l’ho da subito immaginata suonata dai musicisti che mi accompagnano solitamente durante i miei live, contribuendo così alla ricerca del suono con gli arrangiamenti di Enrico Brun. Ho da subito fortemente desiderato la presenza del Maestro Enrico Melozzi per aggiungere e curarne la giusta fusione tra il suono rock della band e la musica classica orchestrale. Ho anche da subito immaginato la presenza di Andy dei Bluvertigo per fondere contemporaneamente la magica atmosfera dei synth e aggiungere un viaggio nel tempo. Andy è un artista e polistrumentista completo, la sua presenza darà un tocco affascinante grazie alla sua consapevolezza e al gusto che lo contraddistingue. Ci lega una forte amicizia e stima reciproca, abbiamo avuto già occasione di condividere il palco insieme. Sarà bellissimo condividere anche quello del Teatro Ariston”.

È online il video ufficiale di “Miele”, scritto e diretto da Fabrizio Conte per la produzione di Borotalco.tv, girato in piano sequenza. Il clip racconta le due facce di una storia d’amore, dove Giusy e il suo alter ego non riescono ad incontrarsi. “Il video – spiega la cantante milanese – voleva rappresentare una stessa persona ma con due parti di un’anima in contrasto ed è un aspetto che riconosco essere presente anche in me anche se oggi la vivo in modo più consapevole riuscendo a trovare un’armonia tra le due parti contrastanti.” 

Sul suo nuovo album  Cortometraggi, Giusy Ferreri racconta lo stretto legame con le sue performance:

“Il titolo Cortometraggi nasce dai miei live. Durante i concerti amo definire alcuni brani che ho scritto come dei cortometraggi musicali e questo album racchiude come la narrazione di tanti piccoli film che esprimono concetti, situazioni e stati d’animo di vario genere. Ogni cortometraggio è un piccolo viaggio che ogni volta ha sapori e atmosfere differenti, colori, stili, generi e intensità diverse. È bello pensare che ogni individuo viva ogni giorno una sorprendente quotidianità che spesso varia e a volte si ripresenta ciclicamente”.

Tre ritratti di Giusy Ferreri a opera di Cosimo Buccolieri.

Questa la tracklist di “Cortometraggi”: 

1.  Miele

2. Qualsiasi amore

3. Federico Fellini

4. Gli Oasis di una volta

5. Causa effetto

6. Angoli di mare

7. L’amore è un tiranno

8. La forma del tuo cuore

9. Quello che abbiamo perso

10. Cuore sparso

11. Il diritto di essere felice

12. Ricordo

Read in:

English English Italian Italian
Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?