Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 22/06/2021

Hit estive 2021, da Orietta Berti a Dany De Santis

L'Italia canta la spensieratezza ritrovata d'estate. Ecco le hit su cui puntare. A partire dal trio con Achille Lauro e Fedez.

Vglia di spensieratezza e voglia di tornare al mare. Questa estate è destinata a rimanere nella mente di tutti come quella della ripartenza, dopo le vicende che tutti conosciamo e che siamo lieti di buttarci alle spalle. Le hit estive 2021 hanno quindi questo senso innato di “ricominciare”.

A partire da Dany De Santis, pseudonimo di Dayniel Castillo, cantante, compositore, musicista e produttore musicale cubano naturalizzato italiano. Laureato al Conservatorio Amadeo Roldan de L’Avana, durante la sua lunga carriera ha collezionato collaborazioni nazionali ed internazionali del calibro dei BoomDaBash, Selvaggia Roma, Pamela Prati, Malcom, Jacob Forever, Insurrecto, Yulien Oviedo, Los 4 e molti altri, che l’hanno reso un punto di riferimento nel mercato latinoamericano ed europeo. Il celebre producer, cantante e compositore Dany De Santis, dopo illustri collaborazioni con artisti italiani ed internazionali ed il successo delle sue precedenti release, torna sulle scene con “Pazzo Di Te” (No Limit Group/GTS Music Records/Mgmt Antonio Ricevuto), il suo nuovo singolo che lo vede al fianco del poliedrico Emanuele Laimo.

diretto, romantico e passionale possibile: due cuori che si abbracciano e diventano «stesso cuore, stessa anima», senza barriere e senza filtri, con la sola voglia di amare e di amarsi, sussurrando all’altro, in un concerto di sentimenti ed emozioni, che «sarà quel che sarà, a me basta che saremo noi due».Ad accompagnare il brano, il videoclip ufficiale, diretto da Federica Di Pasquale, che segue il mood frizzante, ma al tempo stesso romantico e seducente del pezzo e ci invita a lasciarci andare.
Con Glicine, firmato da Ginevra Lubrano, Francesco Fugazza, Tattroli e Dario Faini che ne ha curato anche la produzione con il suo team di producer chiamato Dorado Inc. e i Muut, l’artista è tornata sul palco dell’Ariston forte di un rinnovamento personale e artistico profondo che l’ha portata a esplorare sonorità diverse e colori inediti della sua voce. Il brano ha anticipato l’album “Metamorfosi” uscito lo scorso 5 marzo per Sony Music Italy, un progetto per la prima volta autobiografico dove il pop incontra l’underground in modo contemporaneo e credibile. 
L’album è stato realizzato lavorando a stretto contatto con gli autori e i produttori da cui Noemi ha deciso di farsi affiancare

Noemi e Carl Brave sono la coppia dell’estate romana. Dopo aver duettato con Fiorella Mannoia e Franco Battiato, la giovane rossa rinvigorita dal successo sanremese “Glicine”, una hit che è cresciuta col tempo, allunga la lista delle collaborazioni con una mossa intelligente.

Il producer romano da 29 Dischi di Platino e oltre 2 milioni di streaming mensili su Spotify, firma anche la produzione del brano che mescola pop e indi a calde sonorità esotiche.

Con “Makumba” Noemi prosegue il lavoro di ricerca iniziato con “Metamorfosi” e “Glicine”, recentemente certificato Platino, e incontra uno degli esponenti di spicco della scena alternativa romana che ormai da qualche tempo sta vivendo un momento magico.

Noemi e Carl Brave si divertono in un brano positivo, brillante e fresco, che rispecchia il mood del loro incontro personale e artistico e dell’ estate in arrivo. 

La Malcostume nasce con nome anagrafico di Marco Cardona, nel novembre del 1989, in provincia di Reggio Calabria. Dopo essere stato cantante dei Bombay, Cardona si dedica a questo progetto che debutta questa estate, col primo singolo “Dove credi di andare?”, accompagnato dal relativo videoclip (prodotto da On The Roar Productions), con la distribuzione di “(R)esisto Distribuzioni” e l’etichetta del MEI “Materiali Musicali”. Sound anni Ottanta anti-banalità e testo incalzante come i primi Bluvertigo.

Un trio come non se ne vedevano dall’epoca delle super-band: dopo il debutto alla #1 nella classifica Fimi/Gfk dei singoli più venduti della settimana, il singolo “Mille” di Fedez e Achille Lauro feat. Orietta Berti, prodotto da d.whale, ottiene la certificazione di disco d’oro, a poco più di una settimana dalla pubblicazione. In pochi giorni la canzone ha già superato 20 milioni di stream, di cui 8.8 milioni dal video ufficiale. 

C’è pure un product placement internazionale nel video di cui Giulio Rosati ha curato la regia per Maestro Production, riproduce lo scenario tipico di una calda giornata d’estate negli anni ’60, in linea con la sonorità del singolo, tra bagni in piscina con le vistose cuffie colorate e i vestiti tipici del tempo, passerelle a bordo vasca e gossip dal parrucchiere. L’apparente tranquillità iniziale e la sensazione di relax trasmessa si tramuta gradualmente in una situazione di caos totale ma silenzioso, tanto che lo spettatore quasi non riesce a percepirlo, prima delle scene finali, confuso dalle espressioni statuarie dei protagonisti della clip, indifferenti a ciò che li circonda. 

Nel ritornello Orietta Berti canta “labbra rosso Coca-Cola” e proprio l’iconica bevanda ha scelto il video di “Mille” per svelare in anteprima assoluta il nuovo design di Coca-Cola Zero Zuccheri, parte della nuova campagna di comunicazione.

Con Achille Lauro l’idea di fare qualcosa insieme era nell’aria già da un po’, Orietta è un’icona della musica italiana: la compagnia ideale per portare un po’ di leggerezza. E poi c’è la speciale collaborazione con Francesco Vezzoli, un evento eccezionale avere la sua firma sulla realizzazione della cover del brano” – commenta Fedez.

Mi hanno proposto un nuovo twist. Non potevo dire di no. E Twist sia!” – afferma Achille Lauro.

Tutto è nato da un collegamento su Instagram con Fedez, nel penultimo giorno del Festival: Federico mi aveva lanciato la proposta di fare una canzone. In seguito, mi ha inviato un provino che ho ascoltato, rimandandogli poi la mia versione cantata. L’ho registrata nel periodo in cui ero in trasmissione da Enrico Papi. Mi hanno detto che ci sarebbe stata una “bomba” e, poco dopo, mi hanno svelato che ci sarebbe stato anche Achille Lauro. Una piacevolissima sorpresa! Il pezzo è bellissimo e a me piace tanto! Trasmette quella voglia di estate e quella leggerezza di stagione di cui abbiamo davvero bisogno. Tre generi diversi che si sono uniti perfettamente: gli opposti si attraggono. La mia voce mette in risalto la loro così come la loro mette in risalto la mia. Non sarà più quella lirica sanremese ma un’inedita alchimia nata dalle nostre voci” – commenta Orietta Berti.


Carlo Mey Famularo (foto di Amy Eoukich), è un cantautore e musicista napoletano, noto come l’interprete maschile della sigla della celebre soap-opera italiana “Un Posto Al Sole”.  Inizia la sua carriera musicale nel 1991, suonando con Billy Preston e Sam Moore in una data della loro tournée Italiana. A giugno 2020 ha pubblicato “Soul Cafè” il primo singolo che anticipa l’album “Cuba Cafè” che vedrà la luce all’inizio del 2021.

Carlo Mey Famularo, in attesa dell’album “Cuba Cafè” previsto per l’autunno, ci aveva preannunciato già altri brani. E ora arriva una gradita conferma, Un giorno in più” , un pensiero sincero per chi è in cerca di serenità. Il cantante partenopeo, celebre per essere la voce della sigla della soap opera Rai “Un Posto al Sole”, racconta:

«Durante la mia infanzia, a causa delle difficoltà economiche, la mia famiglia si trasferì in Venezuela nella città di Caracas. Per la prima volta ho avvertito il disagio e la tristezza che si prova quando si lascia la propria terra. Ricordo ancora con chiarezza la nave che ci portava in Venezuela e i parenti che ci salutavano dalla banchina, un misto di speranza e tristezza difficile da spiegare. Questa canzone è dedicata a tutte quelle persone nel mondo che per motivi di guerra, lavoro, persecuzione sono costretti a lasciare la loro terra. Mi fa male quando sento chi si oppone strenuamente all’immigrazione, perché subito penso alla mia storia e a quella dei 20 milioni di italiani che in 100 anni hanno dovuto lasciare la propria terra per essere accolti da paesi stranieri“.

Prodotto e arrangiato da Max Marcolini (producer di Zucchero “Sugar” Fornaciari),“Un giorno in più” è un brano intenso, di atmosfera, ricco di sonorità, perfetto per il relax al tramonto estivo. Gli autori del brano sono Carlo Mey Famularo e Max Marcolini. I cori sono di Stefania Orrico.


L’anno scorso si è parlato molto di lui per “Ci abbracceremo forte”, ispirata dal terribile periodo della pandemia, che raggiunge 1 milione di visualizzazioni. Lui si chiama Frassi e per l’estate 2021 “Compro un limone”, una canzone che è un misto di melanconia e voglia di libertà che invitano a dimenticare il passato e affrontare l’inizio di un nuovo viaggio. Con questo brano ci si trasportare dalle onde del mare, ricordando che “vale più il percorso che la meta” e che “tra un tramonto e un’alba non c’è differenza”.

“Compro un limone” è una canzone in puro stile Frassi, che in questo nuovo singolo usa la sua dolcezza unendola a sonorità indie-elettroniche affiancate ad archi e chitarre – l’arrangiamento è di Stefano Fumagalli dello studio HD di Lecco, che ha già collaborato in passato con Frassi.

Frassi (Gianluca Frassinelli), nasce a Vasto (CH), il 12.04.1972. Cantautore, si autoproduce, non ha manager né casa discografica. Bollatese di adozione, nel 2001 entra a far parte della band rock metal “Dr brown”. L’avventura solista inizia nell’ottobre 2003, con una virata verso il genere pop-rock. Il suo primo demo si intitola semplicemente “Frassi”, 5 brani pubblicati nel 2006. Il primo album è “Conseguenze di un istante” (2010), che contiene “Ti spalmo di Nutella” che ancora oggi è molto apprezzata dal pubblico. Nel 2018 arriva l’album “A.I. on Mars” che raccoglie 20 anni di canzoni, alcune anche in inglese, e 4 inediti. una canzone nello stile Frassi, in un misto di melanconia e voglia di libertà che invitano a dimenticare il passato e affrontare l’inizio di un nuovo viaggio facendosi trasportare dalle onde del mare, ricordando che “vale più il percorso che la meta” e che “tra un tramonto e un’alba non c’è differenza”. Frassi in questo nuovo singolo usa la sua dolcezza unendola a sonorità indie-elettroniche affiancate ad archi e chitarre – l’arrangiamento è ancora una volta di Stefano Fumagalli dello studio HD di Lecco.

Francesca De Andrè canta l’amore nel nuovo singolo estivo “Champs Élysées“. De.a alias Francesca De André, ha lanciato il suo nuovo singolo dal titolo “Champs Élysées. Prodotta dalla Syr Gabryel Planet e fortemente voluta dal produttore Gabriel Grillotti, la De André (nota showgirl e nipote dell’indimenticabile Fabrizio De Andrè) è pronta a stupire tutti con questa canzone che racchiude dentro di sé tutti i sapori di un amore fanciullesco e quasi adolescenziale.

“Chi di noi non ha avuto le farfalle nello stomaco durante l’adolescenza? – afferma la De André. Ho sposato pienamente questo progetto perché credo che alla fine siamo sempre alla ricerca di quell’amore perfetto, quell’amore che ci faccia sempre sentire ragazzini”. A fare da cornice al videoclip una Parigi romantica, patria per eccellenza degli amori forti. Il ritmo fresco e ballabile ci apre le porte alla prossima estate e di certo le sue sonorità potranno essere la cornice adatta per gli amori nascenti ma anche quelli disarmanti. 

Il ritmo fresco e ballabile del brano ci apre le porte alla prossima estate e di certo le sue sonorità potranno essere la cornice adatta per gli amori nascenti ma anche quelli disarmanti. Il singolo, distribuito da Warner Music, ha un video di Management Kyrone Music Movie s.r.o.

Il nuovo brano di Marco Mengoni è invece un’immersione nelle sonorità della disco-funk e dell’elettronica degli anni ‘80 rielaborate per renderle contemporanee e portarle alla modernità dei giorni nostri. E proprio quell’atmosfera nostalgica è protagonista anche nel videoclip, realizzato in Sardegna, nello scenario unico de La Maddalena, con la regia di Roberto Ortu. La canzone si chiama “MA STASERAe fa da annuncio ai primi live di Marco Mengoni negli stadi per l’estate 2022. Il cantantesarà, infatti, protagonista di due concerti eccezionali, un’esplosione di energia e condivisione con il suo pubblico, in una dimensione per lui fino ad ora inedita: MARCO NEGLI STADI sarà il 19 giugno 2022 allo Stadio San Siro di Milanoe il 22 giugno 2022 allo Stadio Olimpico di Roma. 

Un racconto in movimento: corse senza meta in motorino che profumano di estate, Marco che pedala lungo una strada deserta, nella natura selvaggia, e il suo tuffo liberatorio in mare; immagini che parlano di estate e libertà e che appartengo un po’ a tutti noi. Ad intervallare la narrazione la danza di un ballerino su dune bianche, ancora un rimando alla voglia di godere a pieno ogni istante a partire da questo momento; la voglia di muoversi domina anche il quadro finale dove nella notte una misteriosa figura, con un casco integrale in testa e un microfono in mano, balla nello scenario un po’ surreale di un distributore di benzina deserto, per svelare solo nel finale la sua sorprendente identità.

Il testo di “MA STASERA”, scritto dallo stesso Marco con Davide Petrella (Musica di F. Catitti/F. Abbate/D. Petrella), è la fotografia di un rapporto umano vero, complicato, ricco di contraddizioni.



Bona Fide Biz - 14/04/2021

A Montevarchi in Toscana la bellezza della street art grazie a Moaconcept

Una crew di street artist ha riqualificato diverse zone degradate di Montevarchi, in provincia di A [...]

Design of desire - 28/02/2021

Glutineria Annoni, senso dello stile nella pubblicità e insegna

La dicitura completa era Glutineria Alta Italia Attilio Annoni S. a. s. (Milano). La villetta in zo [...]

Design of desire - 28/05/2021

Sunoo Temple House, ecco la casa innovativa di Saket Sethi

Con la sua interpretazione del dialogo tra elementi umani e naturali, il designer indiano Saket Set [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!