Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 05/11/2020

Il Linecheck Festival svela online la sua ricca line-up

Kharfi, Marta DG, M¥SS KETA tanti speaker da tutto il mondo. E i colelgamenti si pagano perché la proprietà intellettuale va tutelata.

A due settimane dall’inizio della principale music conference italiana, Linecheck rafforza la sua dimensione internazionale con oltre 50 appuntamenti con più di 150 speaker. 

Linecheck innova attraverso l’internazionalizzazione, con un’applicazione concreta di inclusione e diversità: apre su campo neutro un dialogo di chi non si conosce o si oppone, include attori del mercato emergenti e sperimentali, i ‘disruptor’, gli indipendenti del momento quanto multinazionali ed istituzioni, promuovendo così una diversità che va ben oltre il concetto di genere.

Tutti i contenuti verranno trasmessi in streaming a pagamento, su live.linecheck.it, una piattaforma digitale sviluppata in 9 diverse rooms (3 meeting, 3 festival, 1 networking e 2 academy), ciascuna delle quali disporrà di un player per le dirette streaming e di chat per l’interazione tra delegates e le domande agli speaker.

TEMI – Il tema portante di quest’anno – Sound Values – riecheggerà in tutti i meeting, toccando le corde di argomenti come il copyright & publishing, la diversità e inclusione, l’innovazione, la questione import/export, il turismo musicale, il mondo delle etichette e distribuzione, passando dal rapporto tra promoter e agenti, tra sync e brand, le nuove tecnologie fino ad  esplorare il gap valoriale che si è creato tra l’artista e il consumatore, dando luogo ad una distorsione della percezione da parte dell’utente. Un contenuto deve avere un prezzo, avendo alle spalle talenti, professionalità e investimenti.. Al festival si parla delle tematiche più discusse al momento: si parte dal tema portante Sound Values in una conversazione con una leggenda dell’industria come Keith Harris (UK), noto come manager di Stevie Wonder, della Motown e come rappresentante della società di diritti connessi PPL. Si prosegue con riflessioni sul live-streaming con Ari Evans (US), Founder e CEO della piattaforma Maestro, che ha recentemente ospitato l’attesissimo concerto di Billie Eilish e sulla proprietà intellettuale con Ali Condon (UK) della società di collecting inglese PRS e con Francesca Trainini, Chair di IMPALA.

Si affronta poi il tema su come finanziare musica con Ronny Krieger (DE), General Manager di Patreon Europe, discutendo dianalytics e algoritmi con la manager, label, DJ e fotografa Abbey Braden Raymonde (UK) di Bella Union esi apre un dibattito sulla sincronizzazione con Lynden Campbell (UK), Head of Synchronisation dell’iconica label & publishing Domino. Si discutedi esportazione musicale con Robert Meijerink (NL), head of program & booking dell’Eurosonic, principale evento europeo per il business e i nuovi talenti, di concerto con Neus Lopez (DE), capa export di Initiative Musik, agenzia pubblica tedesca di finanziamento della musica. Si parlerà anche della musica in quanto tale, in particolare di come lo psych rock ha dato una spolverata alla world music con Phil Perrone (US), fondatore del Desert Daze Festival californiano e di musica elettronica, analizzando i nuovi scenari del clubbing e gender gap con Katatonic Silentio e Carolaina Losa (Resident Advisor). 

Il tema delle differenze di genere, approfondito nel 2019, si ritrova anche nel 2020, sia come partner del programma Keychange, nonché attraverso la collaborazione con shesaid.so Italy sul tema di essere genitori nel business musicale, con Robyn Stewart (CA), Executive Director and CEO of the Western Canadian Music Alliance and BreakOut West.

Si parlerà di cosa succede in Italia adesso e di cosa è urgente: partendo dal value gap con sigle come BelieveUniversalSonyMaciste, passando dalla musica live, dal riconoscimento dei club e festival per il sistema paese, fino ad arrivare al turismo musicale.

Il paese ospite ufficiale 2020 è il Regno Unito, essendo l’evento artistico che chiuderà la stagione “UK/IT Season 2020 ‘Being Present'” del British Council. UK/Italy Season 2020 è il programma di eventi culturali, in formato digitale, ideato dal British Council e realizzato grazie alla collaborazione di partner nel Regno Unito e in Italia, con lo scopo di supportare scambi culturali a livello internazionale e di creare comunità più resilienti. In risposta alla crisi, il programma si sviluppa intorno al tema Being Present (Essere presenti), esplorando le opportunità emergenti per i settori della cultura in Italia e nel Regno Unito, in un momento in cui stiamo rivalutando ciò che significa Essere presenti sia nello spazio fisico che in quello virtuale.

Dal Canada arriva virtualmente una delegazione di 25 delegati da tutti i settori del music business, sia in panel che in apposite sessioni di network, in collaborazione con l’Ambasciata del Canada in Italia e con l’International Trade Branch, Cultural Affairs del Department of Canadian Heritage. 
Si prospetta anche una delegazione in collaborazione con la Reale Ambasciata di Norvegia e Music Norway.

LINE-UP – Il Music Festival di Linecheck sarà animato da una line-up ricercata, che vedrà in alternanza nuovi scenari musicali e volti affermati, come: l’indie pop chitarristico di Birthh con il suo nuovo album il cui tour è stato rimandato già due volte per la pandemia, il neo soul della giovane e super promettente Cecilia, l’electro indie della svizzera Camilla Sparksss, il melting pop urban-techno-trap dei Fuera, l’electropunk del duo romano Fivequestionmarks, l’elettronica sofisticata di Godblesscomputers, con il suo nuovo album in arrivo, i beat EDM del giovane produttore milanese Kharfi, lo psych pop a tinte world del duo francese Ko Shin Moon, il funk minimale e contaminato delle londinesi Los Bitchos

E ancora il cantautorato sottile di Marta DG, l’indie chitarristico dei romani Mòn, l’electro-rap-pop in latex di M¥SS KETA, l’ibrido jazz-house-hip hop del collettivo franco-inglese Neue Grafik Ensemble, lo shoegaze degli inglesi Penelope Isles, l’urban-pop cerebrale dei francesi QuinzeQuinze e il rap potente come un cazzotto dritto in faccia di Speranza, che presenta in anteprima assoluta il suo primo album ufficiale appena uscito per Sugar e il suo live che porterà in tour (covid permettendo) nel 2021.

Piattaforma streaming e modalità di accesso


Tutti i contenuti verranno trasmessi in streaming a pagamento, su live.linecheck.it, una piattaforma digitale sviluppata in 9 diverse rooms (3 meeting, 3 festival, 1 networking e 2 academy), ciascuna delle quali disporrà di un player per le dirette streaming e di chat per l’interazione tra delegates e le domande agli speaker.

I delegates di Linecheck potranno scegliere tra diverse tipologie di biglietto: l’abbonamento online, che include tutti i contenuti (FULL PASS Meeting + Festival) prevede un prezzo di 40€, per il biglietto daily (Meeting + Festival) il prezzo è 15€ mentre per usufruire solo dei contenuti serali del Festival il prezzo è di 6,90€.

Su Ticketmaster è possibile acquistare i biglietti per tutte le tipologie di contenuto della music conference (meeting+festival, academy e solo festival): https://www.ticketmaster.it/artist/linecheck-biglietti/1038512



Travel - 09/04/2018

Ci sono 100 ristoranti con stelle Michelin nelle Fiandre

Dimenticatevi solo birra e cozze. L'amore per il cibo e il sapore è nel sangue dei fiamminghi, i be [...]

Leisure - 05/02/2019

Sanremo 2019: il disco, la scenografia e i programmi collaterali

IL DISCO - Esce l’8 febbraio per Warner Music ”Sanremo 2019” l’unica compilation con tutte l [...]

Trends - 03/03/2017

Il lusso della qualità nella natura: il miele Casa del Sole

Il miele come bellezza, rispetto della natura, lusso della qualità. Abbiamo scoperto un gruppo di 3 [...]

Top