Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 15/01/2019

Il moderno e contemporaneo fianco a fianco alla BAF di Bergamo

Giacomo Manzù e Giorgio Tentolini tra gli artisti visti alla fiera di Bergamo. Che ha una costola contemporanea, IFA, che dura fino al 20 gennaio.

Il nuovo anno di Promoberg alla Fiera di Bergamo si apre all’insegna dell’Arte, della Cultura e della Storia, con Italian Fine Art (IFA) e Bergamo Arte Fiera (BAF), i due prestigiosi appuntamenti dedicati nell’ordine all’eccellenza dell’Alto Antiquariato e dell’Arte Antica italiana, e dell’Arte moderna e contemporanea.

La 15a edizione di Bergamo Arte Fiera, sotto la direzione artistica di Sergio Radici, è in programma dal 12 al 14 gennaio 2019, mentre la 4a edizione di Italian Fine Art si svolgerà dal 12 al 20 gennaio 2019.

Per il secondo anno consecutivo le due importanti mostre mercato sono state di scena contestualmente durante il primo weekend “lungo” da sabato 12 a lunedì 14 gennaio. Ifa poi prosegue sino a domenica 20 gennaio.

L’artista Giò Manzoni in visita alla BAF di Bergamo ammira il lavoro di Giorgio Tentolini.

Promosse da Ente Fiera Promoberg ed ospitate come sempre nel quartiere fieristico di Bergamo, le due manifestazioni già nelle precedenti edizioni si sono contraddistinte per essere eventi artistici di punta per i rispettivi settori. Entrambe hanno potuto usufruire di un positivo effetto di contaminazione reso possibile dalla contestualità delle date di svolgimento, che hanno permesso ad un pubblico qualificato e autorevole di poter ammirare le collezioni presentate da oltre 150 espositori tra cui figurano primarie Gallerie d’Arte italiane ed d’oltre confine.

A complemento della parte espositiva la Mostra di Piero Cattaneo (1929-2003), noto scultore bergamasco e una collaterale con alcuni piccoli quadri del pittore Mario Sironi (1885-1961).

“E’ un momento importante per entrambi i settori, poiché l’Arte è sempre contemporanea dall’antichità ad oggi – afferma Sergio Radici, Direttore Artistico delle due mostre mercato -; BAF e IFA vogliono pertanto rappresentare un unicum nel panorama espositivo nazionale“.

Il lavoro di Mario Tozzi visto alla BAF di Bergamo. La fiera IFA è ancora in corso.

 

Mario Tozzi esposto da Galleria d’Arte Cinquantasei presso la fiera IAF, Italian Fine Art, la parte contemporanea BAF, è sicuramente uno degli highlight di questa edizione. Così come Giorgio Tentolini e le sue opere figurative esposte, realizzate con rete meltallica. L’artista, in carnet da Colossi Arte di Brescia, ha di recente realizzato con questa particolare tecnica un ritratto del Papa.

Alessandro Papetti è noto per il suo prediligere opere, spesso su carta, di grandi dimensioni. Nato a Milano nel 1958, recentemente alla Everard Heard di Fulham a Londra, ha esposto dipinti assieme alla scultura di Aron Demetz. L’occasione ha segnato la prima volta in mostra di opere collaborative che sono state realizzate o concepite mentre lavoravano nello studio Demetz in Val Gardena, nel nord Italia.Papetti e Demetz condividono un fascino di lunga data con la figura umana e infatti il nesso di questo progetto collaborativo è la manifestazione infinitamente complessa e ambivalente della forma umana.

 Papetti si è visto a BAF con questo lavoro illustrato nell’immagine pervenutaci dall’inviata Michela Ongaretti:
 Nelle foto successive in gallery (scattate sempre da Michela Ongaretti per The Way Magazine), anche una scultura di Giacomo Manzù che testimoniano le presenze della qualità dell’arte contemporanea storicizzata e di artisti viventi alla fiera bergamasca.


Luxury - 25/09/2017

A Genova il glam della nautica

Il Salone Nautico di Genova, giunto alla 57esima edizione, ha avuto un momento di assoluta eleganza [...]

Design of desire - 14/04/2019

Fadi Sarieddine crea la lampada di marmo ispirata a Banksy

L’architetto libanese Fadi Sarieddine e il suo studio Fadi Sarieddine Design Studio hanno presenta [...]

Leisure - 26/01/2018

Affordable Art Fair, occhio sulle novità

Vi sveliamo alcune storie e novità di questa edizione 2018 della fiera dell'arte accessibile. Che p [...]

Top