21 Maggio 2024

Il murales di Lucamaleonte per l’orso marsicano

L'artista dice: "Spero di sottolineare una situazione preoccupante". L'opera si trova ad Anversa degli Abruzzi.

21 Maggio 2024

Il murales di Lucamaleonte per l’orso marsicano

L'artista dice: "Spero di sottolineare una situazione preoccupante". L'opera si trova ad Anversa degli Abruzzi.

21 Maggio 2024

Il murales di Lucamaleonte per l’orso marsicano

L'artista dice: "Spero di sottolineare una situazione preoccupante". L'opera si trova ad Anversa degli Abruzzi.

All’ingresso del piccolo comune di Anversa degli Abruzzi, in un’area frequentata sempre meno sporadicamente dall’orso marsicano, è stato inaugurato questa mattina il Murales dedicato a questa sottospecie unica al mondo e che potrebbe sparire per sempre vista la sua popolazione di appena 50-60 individui. L’opera dello street artist romano Lucamaleonte è un suggestivo primo piano di orsi accompagnati da alcuni simboli della natura tipica di questo territorio, il variopinto picchio muraiolo e il fiordaliso del Sagittario.

Il WWF ha voluto donare quest’opera alla comunità di questo paesino incastonato tra le vallate che confinano a poca distanza con il Parco d’Abruzzo e che sovrasta l’Oasi WWF Gole del Sagittario. 

La salvezza dell’orso bruno marsicano è nelle mani delle comunità capaci di accoglierlo con benevolenza e rispetto e un’opera artistica può essere capace di comunicare meglio di tante parole l’importanza di difendere questa specie ancora in pericolo e contribuire così a costruire una convivenza pacifica e rispettosa con questo animale che sta tornando pian piano tra noi.

L’iniziativa fa parte delle tante azioni di sensibilizzazione che vedono protagonisti, esperti volontari, ricercatori uniti nel progetto Orso – 2×50 che coinvolgono anche la comunità per riportare la popolazione ad una consistenza numerica maggiore.

La sede dell’opera non è casuale: proprio l’Oasi WWF Gole del Sagittario rappresenta un’area strategica per l’orso marsicano, che più volte è stato segnalato o immortalato dalle fototrappole. L’area riveste cruciale importanza per la connettività della biodiversità appenninica, trovandosi nel cuore del sistema delle grandi Aree Protette tra il Parco Nazionale della Maiella, il Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, il Parco Regionale Sirente Velino.

Il visual sarà inserito anche su t-shirt e felpe che saranno disponibili a partire da lunedì 20 maggio e che potranno essere ricevute attraverso donazioni raccolte dall’ETS Half Earth, partner dell’iniziativa, la quale destinerà la maggior parte del ricavato a sostegno del progetto sull’orso bruno marsicano. L’iniziativa va in continuità con la performance di Lucamaleonte ad Anversa degli Abruzzi.

Minacciati da bracconaggio, avvelenamenti, investimenti stradali e frammentazione dell’habitat, in media ogni anno muoiono due orsi in Appennino: un numero terribilmente elevato per una popolazione così piccola, endemica di un territorio che potenzialmente potrebbe ospitarne più di 200.

COME DONARE AL 45584

Per aiutare il WWF a salvare l’orso bruno marsicano dall’estinzione, ancora per tutta la giornata di oggi si possono donare al 45584 2 euro con sms da cellulari WINDTRE, TIM, Vodafone, iliad, PosteMobile, Coop Voce, Tiscali oppure 5 o 10 euro per le chiamate al 45584 da rete fissa TIM, Vodafone, WINDTRE, Fastweb, Tiscali e Geny Communication e 5 euro da rete fissa TWT, Convergenze e Poste Mobile.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Ed Wilson, food lover a Catania

Cucina contemporanea e club culture, nel cuore della Sicilia orientale tra l’Etna e il mare sono gli ingredienti del ritorno

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”