10 Luglio 2018

Ischia Film Festival, trionfo del dramma psicologico “Il Cratere”

Il film premiato per un linguaggio cinematografico che sfida il legame tra la realtà e l'immagine e scava nel rapporto tra un padre e una figlia. Gli altri in concorso da tutto il mondo.

10 Luglio 2018

Ischia Film Festival, trionfo del dramma psicologico “Il Cratere”

Il film premiato per un linguaggio cinematografico che sfida il legame tra la realtà e l'immagine e scava nel rapporto tra un padre e una figlia. Gli altri in concorso da tutto il mondo.

10 Luglio 2018

Ischia Film Festival, trionfo del dramma psicologico “Il Cratere”

Il film premiato per un linguaggio cinematografico che sfida il legame tra la realtà e l'immagine e scava nel rapporto tra un padre e una figlia. Gli altri in concorso da tutto il mondo.

Nell’epoca del digitale a vincere i festival cinematografici sono sempre più i film che indagano sui sentimenti e le relazioni. Umane che più non si può. Così l’edizione memorabile ad eco internazionale, dell’Ischia Film Festival 2018, si è conclusa con la vittoria del film “Il Cratere” di Silvia Luzi e Luca Bellino: “Per un linguaggio cinematografico che sfida il legame tra la realtà e l’immagine, inseguendo la relazione tra un padre e una figlia nei suoi spettri psicologici più profondi con una grazia che non arretra di fronte all’abisso“. Il film si è aggiudicato anche il premio SonyATV per la migliore colonna sonora.

Il Castello Aragonese, cornice incantevole e di grande impatto scenografico, per otto giorni ha ospitato cinque palchi e numerose proiezioni tra lungometraggi e cortometraggi, con ospiti di spicco quali Gabriele Salvatores, Carlo Verdone, Daniele Vicari, Gabriele Muccino, Fabio De Luigi, Nicola Nocella, Andrea Magnani, i fratelli Manetti, Fontana & Stasi, Pippo Mezzapesa e diversi altri protagonisti provenienti dall’Italia e dal resto del mondo. Era in concorso anche il film di Ari Gold, autore, regista e musicista statunitense che ha presentato per la prima volta in Italia il suo ultimo film: “The Song of Sway Lake“. Il festival del cinema di Ischia è il primo in Italia ad interessarsi particolarmente agli aspetti delle location e dei luoghi, le città dove i film sono girati e questo lo rende appetibile a livello internazionale, nonché molto utile per promuovere il territorio italiano all’Estero.

Ogni sera gli ospiti, registi, produttori, attori ed addetti ai lavori si sono ritrovati a condividere e confrontarsi. Il risultato sarà sicuramente una sinergia maggiore nella scena italiana, specie con quella statunitense.

Ma vediamo quali sono gli altri premi assegnati dalla giuria del Festival.

Il secondo premio è andato a Sambà de La Repubblica Dominicana, per la migliore regia e per la migliore scenografia. La migliore fotografia a Daniel Leo per il film polacco Man Proposes, God Disposes. Il premio per il miglior cortometraggio è andato invece a Domesticado, con una menzione speciale per la breve commedia britannica Call Me Alvy, mentre il premio SonyATV lo ha vinto Eyes. Un interessante riconoscimento è andato invece a Giulio Tonicelli ed il suo Happy Today, per la Location Negata, mentre il premio per il miglior documentario è stato assegnato a Burkinabè Rising, con una menzione speciale per Aperti al pubblico di Silvia Bellotti.

In questa edizione era presente anche sezione competitiva: “Scenari Campani” e il primo BPER Award è andato a Je So’ Pazzo di Andrea Canova, con una menzione speciale per La fortezza di Stefano Russo.

Un altro interessante riconoscimento, quale “Audience Award” votato dal pubblico dell’Ischia Film Festival, è andato a Prima che la notte, il film di Daniele Vicari con protagonista Fabrizio Gifuni, trasmesso su RAI 1 e questo ha consentito di aprire le porte del Cinema ad un prodotto destinato ad un altro target e settore, come quello televisivo.

La Giuria della sezione Lungometraggi era composta dal giornalista e cineasta svizzero Lorenzo Buccella, dalla regista e sceneggiatrice Laura Bispuri e dal critico cinematografico e direttore generale del Molodist Film Festival di Kiev Andriy Khalpakhci.

L’Ischia Film Festival è realizzato sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, con il contributo della Regione Campania e del MIBACT – Direzione Generale Cinema, con il sostegno di Istituto Luce – Cinecittà, Philip Morris, BPER Banca, 7ettanta6ei Gallery, Castello Aragonese di Ischia. Sponsor tecnici: B-Rent, Alilauro, MedMar, Cantine Antonio Mazzella, Ambrosino SRL, Parco Termale Poseidon, Parco Termale Negombo, Ceramiche Mennella, Cloruva. Si ringraziano: Ristorante da Cocò, Blow Up, Farmacia Carlone, Ydeo, Rischi@mo, Il Giardino di Aglio, Olio e Pomodoro, Lei Divina e Union Security.

Testo a cura di Luana Salvatore. Nella foto d’apertura, i vincitori Silvia Luzi e Luca Bellino.

Read in:

Picture of admin

admin

Siamo una testata giornalistica di lifestyle maschile e femminile. Ci rivolgiamo a persone interessate alle novità anche di lusso, non solo di prodotto ma anche di tendenza e lifestyle. La nostra mission: celebrare l’ambizione puntando all’eleganza dei potenziali lettori “Millennial” (età 18-34).
Ti potrebbe interessare:

Cucinelli da La Tenda

Vi rendiamo conto sempre volentieri delle collaborazioni tra marchi e creativi. A La Tenda Experience Fashion and Art, il ciclo

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”