Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 14/10/2020

La Festa del Cinema di Roma si inchina a Steve McQueen

Dal 15 al 25 ottobre nella Capitale la versione 2020 dell'appuntamento internazionale che dovrà fare a meno di molti interventi. Ma il programma è comunque ricco.

“Fuori era primavera” di Gabriele Salvatores sarà decisamente una delle pietre miliari che resterà della Festa del Cinema di Roma 2020, giunta quest’anno alla quindicesima edizione. Una kermesse necessariamente diversa dal solito che non dimentica però i suoi momenti di intrattenimento: ci sarà infatti “Soul”, il nuovo lungometraggio Disney e Pixar firmato da Pete Docter, come film di apertura. Nei dieci giorni della manifestazione dedicata alla settima arte spiccano i nomi del regista vincitore di Oscar, Steve McQueen (“12 years a slave” nel 2013) e di Francesco Totti.

L’ex-numero 10 giallorosso sarà presente in occasione del documentario di Alex Infascelli che racconta la sua storia e che, proprio nei primi giorni della festa, sarà mostrato in anteprima. Nelle sale arriverà per pochi giorni, dal 19 ottobre.

Arriverà poi il regista Steve McQueen, che riceverà il premio alla carriera. La personalità britannica è famosa per provenire dal mondo della videoarte e un tocco di genialità l’ha sempre infusa nelle sue prove sul grande schermo. Probabilmente uno dei pochi registi stranieri a poter vantare in contemporanea, sia la presenza alla Biennale d’arte di Venezia che quella alla Mostra del cinema, sempre in Laguna, con progetti completamente diversi.

Se la Festa dovrà fare a meno di molti pezzi grossi di Hollywood, c’è però da puntare su sorprese di altre provenienze, sullo stile de ‘La belle epoque’ di Nicolas Bedos della scorsa edizione, che ha riacceso gli entusiasmi della festa di Roma per il cinema francese.

Nonostante l’assenza dei grandi film americani, le opere che si contenderanno il miglior film di quest’anno sono ben 24. Tra film e documentari. Senza dimenticare anche i quattordici incontri ravvicinati, sette duelli, cinque omaggi, addirittura ben cinque preaperture, due restauri, cinque eventi per il sociale e per l’ambiente. Numeri importanti, numeri che non sembrano cozzare con quanto stia accadendo o quello che, malauguratamente, potrebbe accadere in caso di contagio proprio all’interno dell’Auditorium della Musica, adesso intitolato al Maestro Morricone.

Oltre al film dedicato a Totti, nella sezione ‘Tutti ne parlano’ ci sono opere da attenzionare come ‘Soul’, il film d’apertura il 15 ottobre; After Love; Fireball; Fortuna; I Carry you with me e The Jump. Ovviamente sono solamente alcuni dei titoli che si ‘fronteggeranno’ per la vittoria finale il prossimo 25 di ottobre. e Gli ospiti? Damiano e Fabiano D’Innocenzo, Gabriele Mainetti e i Manetti Bros.

Tra i duelli, invece, sembrano interessanti quelli su ‘Marcello Mastroianni vs Gian Maria Volontè’; Micheal Bay vs Christopher Nolan; Incontri Ravvicinati del terzo tipo vs Alien; L’uomo dei Sogni vs Fuga Per la vittoria. Senza dimenticare anche gli eventi relativi ad Alice nella città.

Una quindicisima edizione in cui gli organizzatori non hanno alcuna intenzione di ammainare la bandiera del cinema e cercare di portarlo avanti, nonostante le persone che gravitano intorno, lavorano e che quindi vivono della stessa settima arte sono in forte difficoltà. Non è un caso, per esempio, che l’opera cinematografica di animazione, che fungerà da spettacolo inaugurale della festa, non passerà per le sale cinematografiche ma direttamente sulla nuovissima piattaforma streaming Disney Plus.



Design of desire - 30/05/2018

Bentley Power Dock, l’arte di Philippe Starck per la mobilità elettrica

Il mondo dell'automotive e dei trasporti procede di gran lena verso l’elettrificazione. Diversi co [...]

Luxury - 27/01/2020

Cantieri Navali Codecasa, eleganza in mare e premiata sostenibilità

I Cantieri Navali Codecasa S.p.A., nati a Viareggio nel lontano 1825 ad opera del maestro d’ascia [...]

Leisure - 29/03/2016

BASE, dove la cultura nasce (e cresce)

BASE a Milano è il nuovo luogo d'incontro dei creativi e degli amanti della cultura in città. Si t [...]

Top