Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 11/10/2017

La giostra di Naby e l’illusione del divertimento

L'inganno e il piacere che domina la vita degli occidentali. L'invito a "provare" l'opera a Lucca.

Si può provare e fare esperienza con l’arte. Succede a Lucca nella stravagante e originale esposizione “Play with me”, a cura dell’artista NABY, dalla personalità nascosta e sconosciuta al pubblico, che fino al 5 novembre 2017 abiterà gli ambienti del suggestivo spazio espositivo Olio su Tavola.naby horse

In pieno centro Lucca nello spazio espositivo che contiene l’istallazione eccezionale al confine fra l’inganno e il piacere, lo spettatore è condotto a un profonda riflessione elaborata dall’artista sulle contraddizioni della cultura occidentale, sempre più asservita al “dio denaro” e dedita alla ricerca spasmodica del divertimento estremo. La giostra, infatti, emblema centrale dell’esposizione, rappresenta tipicamente un non-luogo, come gli alberghi, i parchi-gioco o i centri commerciali, un “paradiso artificiale”, che al pari di tanti altri prodotti commerciali, è stato progettato per offrire un rapido consumo del piacere.

L’esposizione, dunque, si compone di un’installazione che vede al centro dell’opera un cavallo da giostra montato su un piedistallo e alcune casse di legno disposte attorno ad essa, con all’interno altri cavallini giocattolo realizzati in latta, legno e ceramica.naby play with me

Destinatario diretto dell’opera è il pubblico, invitato a montare il cavallo in tutto il suo splendore e a farsi fotografare fra le luci e i colori della galleria. Le foto realizzate saranno inserite nel catalogo della mostra (previa liberatoria) e parteciperanno attivamente alla sua realizzazione.

L’esposizione, dunque, si compone dell’opera di un cavallo da giostra montato su un piedistallo e alcune casse di legno disposte attorno ad essa, con all’interno altri cavallini giocattolo realizzati in latta, legno e ceramica. Destinatario diretto dell’opera è il pubblico, invitato a montare il cavallo in tutto il suo splendore e a farsi fotografare fra le luci e i colori della galleria. Le foto realizzate saranno inserite nel catalogo della mostra (previa liberatoria) e parteciperanno attivamente alla sua realizzazione.

Un invito, quindi, al divertimento che nasconde allo stesso tempo una profonda riflessione e dove lo spettatore diventa il protagonista di un gioco estremo fra l’ironia e l’illusione.



Fashion - 14/10/2016

Anna K dall’Ucraina una favola in moda alla Jane Birkin

Anna K è una designer ucraina che ben lascia intravedere al mondo cosa sta succedendo di nuovo (e b [...]

Fashion - 15/12/2017

Drumohr e le lane superfini per l’urban chic del 2018

La famiglia Robertson in Scozia aveva iniziato nel 1700 a divulgare il concetto di eleganza preziosa [...]

Leisure - 24/06/2018

Bruno Bavota: “La mia musica a nudo nella mia Napoli da scoprire”

Bruno Bavota è meglio descritto come un polistrumentista neoclassico che compone e arrangia la sua [...]

Top