2 Febbraio 2019

La lingua Sogdiana nei dipinti di Rouslam Botiev

Abita e lavoro a Lisbona, ma è di origine mongola. Parla e scrive una lingua antichissima indo-europea.

2 Febbraio 2019

La lingua Sogdiana nei dipinti di Rouslam Botiev

Abita e lavoro a Lisbona, ma è di origine mongola. Parla e scrive una lingua antichissima indo-europea.

2 Febbraio 2019

La lingua Sogdiana nei dipinti di Rouslam Botiev

Abita e lavoro a Lisbona, ma è di origine mongola. Parla e scrive una lingua antichissima indo-europea.

Nel quartiere arabo di Lisbona, tra ciottolati e botteghe di artisti, vi imbatterete in Rosulam Botiev, un pittore dalla storia straordinaria. Nato il 5 maggio 1963 a Kalmyk, nella parte russa della Mongolia, Rouslam ha studiato letteratura all’Università di Rostov. Dal 1985 si dedica alla scrittura, alla pittura e alla scultura sotto la direzione di suo padre, Stefan Botiev, poi studia presso l’Art Scool dell’Università di San Pietroburgo.

Oggi è famoso per dipingere caratteri orientali apparentemente incomprensibili, lo fa per i turisti, a cui regala anche dei simpatici gatti dipinti. E soprattutto traduce i nomi dei passanti non nella sua lingua, ma in quella Sogdiana, un antico idioma parlato nella Sogdiana, posta tra i territori dei moderni Uzbekistan e Tagikistan. Questa lingua si posiziona come medio-iraniano ed è una delle eredità più affascinanti dell’arte custodita da Rosulam.
Nel 2002, emigrò brevemente a Malaga, poi in Portogallo, a Trasos Montes. Dal 2005, si è stabilito a Lisbona per dipingere e sviluppare una sinergia tra la sua letteratura e le sue capacità artistiche, che esprime anche riportando in vita l’antica calligrafia Sogdien, con cui traccia disegni di inchiostro complessi a una velocità sorprendente. La sua filosofia buddista è presente anche nel suo processo creativo: contemplazione, concentrazione e quindi esecuzione immediata e spontanea.
Ovunque sia, dipingerà su ogni supporto che trova. E soprattutto con i colori anche naturali che si trovano nella sua bottega, un negozio antichissimo tra pietre e legni nel cuore di Lisbona.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
Christian D'Antonio

Christian D'Antonio

Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Ti potrebbe interessare:

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?