Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 27/08/2019

La quarta edizione di WopArt in arrivo a Lugano

Al Centro delle Esposizioni in Svizzera, la fiera internazionale dedicata alle opere d’arte su carta dal 19 al 22 settembre.

In arrivo la quarta edizione di WopArt – Work on Paper Fair, la mostra internazionale dedicata alle opere d’arte su carta in Svizzera.

La fiera, fondata da Paolo Manazza (pittore, giornalista ed esperto di arte) è arricchita quest’anno da un nuovo partner, l’imprenditore Alberto Rusconi, figlio dell’editore Edilio Rusconi, che crede nella carta come veicolo privilegiato per diffondere conoscenza e cultura.

WopArt si terrà dal 19 al 22 settembre presso il centro espositivo di Lugano: una superficie totale di 7.000 metri quadrati di gallerie d’arte da tutto il mondo con opere create esclusivamente su carta, dai disegni antichi alla fotografia d’arte, al moderno e contemporaneo mappe. Saranno organizzate altre sette mostre per mostrare progetti speciali, mentre un ricco programma di conferenze collegherà la città di Lugano a WopArt, attraverso eventi pianificati sia in spazi pubblici che privati.

Paolo Monga – Art Gallery, opera della serie “Architetture”. ARCgallery – Art Research Consultancy
Antonella Giovenzana Via Spalto Piodo,10 – Monza MB
info@arcgallery.it

PROJECT SPACES – I project space sono luoghi in cui si sviluppano progetti d’arte contemporanea senza la struttura della galleria commerciale; luoghi gestiti da collettivi di artisti, critici e curatori; realtà indipendenti e spesso no-profit che, attraverso la propria attività, promuovono le ricerche estetiche più attuali senza avere come finalità prima la vendita.

Una mostra internazionale, sviluppata attraverso l’innovativa modalità curatoriale denominata laser print show, proporrà la più recente ricerca in campo artistico prodotta in questi spazi attraverso un progetto futuribile e interattivo.

Le realtà invitate presenteranno lavori riproducibili su supporto cartaceo. Le opere saranno inserite nello spazio ideato in collaborazione con Fuzz Atelier – studio di architettura con sede a Milano e Parigi – e potranno essere riprodotte al momento, su richiesta del pubblico, con una normale stampante laser a colori e cedute a fronte di un corrispettivo simbolico. Il ricavato sarà devoluto in beneficenza.

Dalla fiera alla città: Timmerman, collettivo di promozione artistica, e District, piattaforma di recruiting creativo, presenteranno, durante i giorni di Wopart, uno spaccato della scena collagista italiana: un’installazione onirica volta a portare lo spettatore nel mondo surreale del collettivo Oltre Collage.

Paolo Amico On-Off, 2019 – penne a sfera su carta, 59×137,5 cm Foto di: Paolo Amico. Courtesy the artist and Floris Art Gallery.

Il concept dell’allestimento vuole assecondare il tema curatoriale del laser print show attraverso uno spazio caratterizzato da una serie di frammenti che identificheranno i project space selezionati. L’allestimento si configura con un’alternanza di pieni-vuoti, spazi espositivi e spazi liberi, nell’ottica di generare una sequenza spaziale equilibrata tra tutte le realtà coinvolte. Il progetto propone una duplice lettura: dall’esterno, un ambiente astratto definito dai pannelli bianchi – metafora della pagina bianca, matrice del laser print show – , all’interno la vera e propria esposizione con tutte le opere proposte dai project space.
INTERNATIONAL LASER PRINT SHOW
 

Supervisione: Luca Zuccala

Ideato da Marco Roberto Marelli
Realizzato a cura di Dario Moalli
Selezione dei project space a cura di: Lucia Aspesi (Assistente curatore Pirelli HangarBicocca), Lorenzo Balbi (Direttore Artistico MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna), Giulia Colletti (Assistente di direzione Castello di Rivoli), Fiammetta Griccioli (Assistente curatore Pirelli HangarBicocca), Dario Moalli (curatore indipendente)
Assistant curator: Chiara Spaggiari
Progetto allestitivo: Fuzz Atelier

 

PROJECT SPACE PARTECIPANTI

Avto (Istanbul) | Adiacenze (Bologna) | Almanac (London/Turin) | Circuit (Lausanne) | CURRENT (Milano) | Kunstverein (Milano) | Like a little disaster (Polignano a Mare) | NON+ultra (Cluj-Napoca) | Sonnestube (Lugano) | Ultrastudio (Los Angeles/Pescara) | Vernåcular Institute (Mexico City)

ROBILANT+VOENA Minjung Kim Red Mountain, 2018
Ink and watercolor on mulberry Hanji paper, 70 x 90 cm (18-088)
Courtesy Robilant+Voena

COLLATERALI – Dal 26 settembre 2019 al 25 gennaio 2020 i Musei di San Salvatore in Lauro presentano l’opera del pittore Andrey Esionov (Tashkent, 1963), grande acquarellista e maestro dell’arte figurativa russa contemporanea.

WopArt è lieta di presentare al suo pubblico, in anteprima assoluta, un piccolo assaggio di dieci opere del Maestro russo in attesa della grande mostra a Roma. Neorealismo figurativo dal sapore simbolista, quasi onirico: la cifra stilistica di Andrey Esionov rappresenta un delicato spaesamento rispetto alla realtà oggettiva, reso attraverso una consapevolezza tecnica impeccabile. La sapiente padronanza della leggera quanto densa poetica del disegno, permette al Maestro russo di cristallizzare la poesia del quotidiano in una dimensione “altra”, dove il tempo e lo spazio perdono ogni tipo di valore.

Una figurazione visionaria che supera la soglia del visibile lasciando che da ogni pennellata affiori l’invisibile. Immagini istantanee della vita di ogni giorno si trasfigurano così in momenti eterni calati in dimensioni immaginifiche.

Il Mick Jagger di Andy Warhol per ArtEvents Mazzoleni.

In apertura: RAUL di ARTRUST



Fashion - 04/06/2018

Ferragamo, l’uomo che fece Hollywood

Mentre si faceva l'Itlalia, nel cuore del Novecento, è giusto dire che alcuni italiani hanno fatt [...]

Society - 13/10/2017

Sananda sfida la musica: un disco di 53 brani

C'è sempre più Italia nella musica e nel mondo di Sananda Maitreya, l'artista americano che un gio [...]

Design of desire - 20/10/2017

I parati sensoriali di Italian Wallcoverings Tecnografica

Italian Wallcoverings Tecnografica  è una storia italiana di carta da parati e rivestimenti. Una b [...]

Top