21 Ottobre 2016

Le cattedrali dell’energia: foto di turbine con l’anima dalla Fondazione Aem

Grandi architetture industriali. Foto di un'affascinante mostra con edifici, luoghi e architetture dell’impresa energetica.

21 Ottobre 2016

Le cattedrali dell’energia: foto di turbine con l’anima dalla Fondazione Aem

Grandi architetture industriali. Foto di un'affascinante mostra con edifici, luoghi e architetture dell’impresa energetica.

21 Ottobre 2016

Le cattedrali dell’energia: foto di turbine con l’anima dalla Fondazione Aem

Grandi architetture industriali. Foto di un'affascinante mostra con edifici, luoghi e architetture dell’impresa energetica.

Fondazione Aem apre l’archivio e si scopre che anche le turbine hanno un’anima. Oltre a ferro e ruggine, grasso e intercapedini polverose, le grandi centrali energetiche che hanno reso possibile lo sviluppo di Milano e Lombardia hanno un cuore caldo e pulsante anche se apparentemente invisibile.

È un potenziale interiore fatto di energia e di movimento, di acqua e di fuoco, di tempo che passa e di forzata inossidabilità. La mostra “Le cattedrali dell’energia. Architettura, industria e paesaggio nelle immagini di Francesco Radino e degli Archivi Storici Aem” svela, anche ai più scettici materialisti, questo volto nascosto e quasi umano delle grandi architetture industriali.

Con oltre cento immagini questa affascinante mostra racconta e descrive gli edifici, i luoghi e le architetture dell’impresa dediti alla produzione dell’energia.

Esposta presso la Casa dell’Energia e dell’Ambiente di Milano dal 21 ottobre al 27 gennaio, la rassegna è ideata e promossa dalla Fondazione Aem, curata da Francesco Radino e Fabrizio Trisoglio e si articola in due sezioni in stretto dialogo fra loro.

La prima è l’inedita campagna fotografica a colori, realizzata da Francesco Radino nel 2016, che illustra gli edifici simbolo di Aem e del Gruppo A2A, tracciando un lungo percorso che dalle centrali valtellinesi porta sino in Friuli.

La seconda è la sezione dal taglio storico, un’accurata selezione di scatti fotografici in bianco e nero, appartenenti al prestigioso patrimonio fotografico conservato negli Archivi Storici Aem. Questa parte illustra con scatti di grandi fotografi qual Vincenzo Aragozzini, Guglielmo Chiolini, Antonio Paoletti, Gianni Moreschi una panoramica delle strutture industriali della prima metà del Novecento, che ritraggono imponenti centrali, officine, ricevitrici e monumenti elettrici di Milano, di Cassano d’Adda e della Valtellina, oltre a dettagli dei macchinari, quadri di manovra per le linee elettriche o per il servizio tramviario.

L’esposizione è corredata da un prezioso volume di oltre 150 immagini di grande valore storico e artistico che approfondiscono significativamente il tema. Il libro è curato da Francesco Radino, uno degli autori più influenti nel panorama della fotografia contemporanea in Italia, che dagli anni Settanta ad oggi si dedica alla fotografia in vari ambiti, da quello industriale al design, dall’architettura al paesaggio.

 

LE CATTEDRALI DELL’ENERGIA. Architettura, industria e paesaggio nelle immagini di Francesco Radino e degli Archivi Storici Aem
A cura di Francesco Radino e Fabrizio Trisoglio
Sede Casa dell’Energia e dell’Ambiente, piazza Po 3 – Milano
Date 21 ottobre 2016 – 27 gennaio 2017
www.fondazioneaem.it

Read in:

Picture of Stefano Corrada

Stefano Corrada

Una vita saporita, tra reazioni di Maillard, prodotti alimentari e racconti di gusto. Dopo la laurea scientifica, si è lasciato vincere dalla passione per tutto ciò che ruota intorno al cibo. E quindi (prima) la divulgazione tecnico-nutrizional-gastronomica e (poi) la scrittura, collaborando con periodici e guide, tra cui Focus, Il Golosario, Viaggi del Gusto e Agrodolce.it. È autore del blog Appuntigolosi, da cui è nato il libro "Appunti Golosi", edito da Jouvence.
Ti potrebbe interessare:

Toscana glam e green, gli hotel dove andare nell’estate 2021

Golf Hotel Riva Toscana a Follonica, Borgo Pignano a Volterra, Hotel Ilio all’Isola d’Elba, Toscana Resort Castelfalfi fuori Firenze, Ristorante Castello di Fighine fuori Siena. Sosta a Parco termale di Terme di Saturnia e ripartenza per Forte dei Marmi all’Hermitage.

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”