Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 28/05/2020

Leggere e spensierate, arrivano le hit estive anche per il 2020

Gionnyscandal, Nahaze, Samuel Heron con Stash, Chadia Rodriguez, The ReLoud, Elodie, Diodato, Ghali, Lo Stato Sociale, Googa, Il Mago.

Quali saranno i brani italiani che ci teraano compagnia in questa estate 2020 anomala? Le hit estive a loro modo ci riportano alla normalitàm sono sempre leggere e spensierate.

Strano sarà necessariamente questo periodo per l’Italia. Ma la voglia di estate in musica non crediamo proprio sarà mutata per i paladini del pop italiano.

GIONNYSCANDAL (foto d’apertura)- Interpreta a pieno ritmo la voglia estiva il nuovo singolo di GionnyScandal “Pesca “. Lui è uno dei maggiori esponenti della generazione rap in grado di mixare sapientemente in un tutt’uno davvero inedito elementi rap, pop, Trap, Emo e sorprendenti melodie vocali.

Dopo l’ottimo riscontro del suo ultimo album “Black Mood” e sulla scia del successo di hit virali che hanno ricevuto milioni di streaming, “Pesca”, in uscita per Virgin Records (Universal Music Italy), è il primo singolo con il quale Gionny si presenta in una chiave rinnovata dal punto di vista delle sonorità divertendosi con il genere estivo per antonomasia: il reggaeton.

“Pesca – dichiara GionnyScandal – vuole essere una canzone leggera e spensierata in grado di farci distrarre anche solo per un attimo da tutto quello che ci è successo nell’ultimo periodo. Abbiamo necessità di evadere e di ritrovare la gioia di vivere. In questo la musica ci può aiutare e con il suo ritmo è in grado di tenerci vivi. Pesca è un singolo in veste reggaeton, un pezzo estivo che nasce proprio con lo spirito di far ballare, non importa se a casa o se in spiaggia, l’importante è lasciarsi trasportare dalle vibrazioni positive che solo la musica è in grado di regalarci… D’ora in poi non voglio sentirmi legato a nessun genere musicale in particolare, desidero solo produrre la musica che mi piace e se mi va di fare un pezzo reggaeton, come in questo caso, lo faccio senza troppi pensieri. La musica è movimento e ispirazione per cui non possiamo limitarci nei testi e nelle sonorità”. 

“Wasted è la concettualizzazione e l’osservazione del tempo che scandisce gli enigmi umani.” – dichiara Nahaze – “Una corsa contro il tempo o il tempo che scorre. Prendere e perdere tempo, mentre si cerca di non sprecarlo. Tenere il tempo in due lingue diverse, senza inizio né fine.”

NAHAZE – Un esordio importante quello di Nahaze che con il suo singolo “Carillon”, in collaborazione con Achille Lauro, Boss Doms, che in inverno ha scalato subito i vertici delle classifiche. Un successo che ha conquistato subito pubblico e critica e che le hanno consentito di essere riconosciuta da tutti gli esperti del settore come la vera rivelazione del 2019-2020, oltre ad essere paragonata ad artisti di fama mondiale come Billie Eilish. Nahaze torna con “Wasted”, prod. Quais (Elektra Records / Warner Music italia). Per la prima volta mostra la sua vera anima artistica, marcata da un requisito che la rende unica nel panorama musicale italiano: il bilinguismo. Nahaze canta e scrive in italiano e in inglese, abbattendo le barriere linguistiche e mescolando le due lingue fino a fonderle in un unico linguaggio universale. La canzone nasce durante una lezione a scuola su Pascal, un connubio di riflessioni partite dalla quotidianità. Un racconto molto introspettivo del pensiero della giovane artista che sente di sprecare il tempo in ogni cosa che fa, nonostante si impegni e cerchi di impiegarlo al meglio tutto sembra inutile, senza un fine. Il titolo fa riferimento al doppio significato della parola waste che tradotta indica sia “stare male” che “sprecare”, un singolo termine dal duplice significato che riflette ed interpreta uno stato d’animo generazionale e globale.

Da venerdì 29 Maggio sarà disponibile su Spotify, ITunes e su tutte le principali piattaforme digitali “Nella pancia della Balena” il nuovo singolo di Samuel Heron feat The Kolors.

SAMUEL HERON CON STASH – Poliedrico e trasversale, Samuel Heron, all’anagrafe Samuel Costa, è un artista in grado di muoversi con agilità tra diversi range e stile musicali. Dalle sonorità più tipiche del rap notevoli sono inoltre le influenze cantautorali che contraddistinguono la sua produzione, senza dimenticare atmosfere blues e melodie swingate elementi tropical, dancehall, e di reggaeton con il quale l’artista ha da sempre abituato la sua fanbase. un ritornello diretto e  vincente impreziosito dalla voce di Stash dei The kolors è un brano che rimane nelle orecchie sin dai primi ascolti, una tra le hit esplosive di questa calda estate 2020 ormai alle porte.

“Nella pancia della Balena – dichiara Samuel – rappresenta metaforicamente la nostra abitazione, unico ambiente in cui siamo in grado di sentirci sicuri e protetti. Nei momenti più difficili, proprio come in questo periodo, sono i luoghi famigliari il rifugio più sereno per ripararsi dalla bufera. Stando a casa abbiamo imparato a recuperare il tempo perduto, riflettendo su quello che è veramente importante nella nostra vita. In questo brano c’è molto del mio vissuto, ricordi d’infanzia e più recenti s’intrecciano in un tutt’uno davvero singolare, dando vita ad emozioni vere e sincere che prendono forma attraverso le parole, la forza dell’immaginazione e della musica. In una realtà logorata da molteplici problematiche Il brano diviene un grido di speranza e al tempo stesso un invito a liberarsi da fardelli inutili per vivere a pieno la propria esistenza, dando valore ai piccoli gesti quotidiani e riscoprendo priorità essenziali che troppo spesso davamo per scontato”.

Chadia Rodriguez, nata in Spagna da genitori marocchini, si è distinta nel filone della trap italiana, portando un tocco di femminilità ma senza rinunciare all’impetuosità espressiva che caratterizza questo genere. “Bella Così” ripercorre i tratti di Chadia, la scrittura, i testi espliciti e diretti che danno spazio ad argomenti che da sempre ritiene importanti e che la riguardano in prima persona. Alla sua voce si aggiunge quella di Federica Carta, in un intreccio di sonorità e personalità che sprigiona forza unendosi sul beat di Big Fish.

CHADIA RODRIGUEZ“Bella così” (Sony Music Italy) è  il nuovo singolo di Chadia Rodriguez in collaborazione con Federica Carta, prodotto da Big Fish. Nel video, prodotto da Borotalco Tv, Chadia e Federica si uniscono a 21 donne di ogni età, completamente diverse una dall’altra. I frame che scorrono in bianco e nero raccontano 21 storie, 21 vite, 21 modi diversi di essere donna. “Bella così” è il cuore di un progetto contro la violenza sulle donne, il cyberbullismo e il body shaming, in cui Chadia ha coinvolto donne con storie complesse e diverse tra loro, che rappresentano la femminilità a 360 gradi. “Bella così” lancia un messaggio di forza e orgoglio alle donne, per farle sentire a proprio agio con se stesse e con il proprio corpo, ciascuna nei propri pregi e nei propri difetti.

L’artwork di Rollercoaster per The ReLoud è stato realizzato dall’artista berlinese Maddalena Bireau, uno dei nomi di punta del panorama illustrativo europeo. Nel corso della sua carriera ha collaborato come illustratrice, storyboard artist e art director con importanti agenzie pubblicitarie, brand e riviste di moda, case editrici, etichette discografiche e band della scena indipendente italiana disegnando le copertine per gli album di artisti come Paolo Benvegnù, Le Vibrazioni, Dente e Pacifico.

THE RELOUD – “Rollercoaster” è il primo singolo che anticipa TO THE OTHER SIDE, il nuovo progetto dei The ReLOUD, duo di producer e dj romani già conosciuti per i remixes di artisti come Vasco Rossi, Jovanotti e Marco Mengoni e per avere attirato l’attenzione di leggende della scena djying tra cui Benny Benassi, Bob Sinclair, Fatboy Slim e Groove Armada. 
Al centro del brano, cantato dalla voce graffiante dell’australiano Alex Whiteman, la figura della giostra, che nell’immaginario del duo è un’efficace metafora per rappresentare la vita, con il suo movimento costante che travolge, scombina le carte, leva il fiato e allo stesso tempo alimenta il desiderio di ripartire. “Rollercoaster per noi è stato accettarci per ciò che siamo, personalmente e musicalmente. È sicuramente un lato diverso del nostro sound ma che era dentro di noi da sempre. È stata la prima canzone a nascere e naturalmente è diventata il primo singolo.” 

Il nuovo singolo di Elodie, “Guaranà”, è prodotto da Dardust.

ELODIE AL CIRCEO –  Elodie per l’estate lancia “Guaranà”, prodotto da Dardust. Nella clip, diretta da Attilio Cusani per Maestro Production, la cifra stilistica del regista sottolinea la coerenza musicale del percorso intrapreso, sino ad ora, da Elodie.

La lente utilizzata, che riproduce le caratteristiche di un filmino amatoriale, il montaggio incalzante con continui cambi di campo visivo, stretti primi piani staccati da ampi paesaggi, e la suggestiva cornice del Parco Nazionale del Circeo, raccontano perfettamente il desiderio di evasione e tutta l’energia “Guaranà”. Si ringrazia per la preziosa collaborazione l’Ente Parco Nazionale del Circeo e il Comune di Sabaudia.  La clip è stata realizzata rispettando tutte le misure di sicurezza a tutela del contenimento del virus COVID-19. La canzone arriva dopo “Andromeda”, scritta da Mahmood e Dario Faini, in arte Dardust, lanciata al Festival di Sanremo 2020 e parte dell’album “THIS IS ELODIE”.

L’album della cantante romana, è composto da 16 tracce e 11 featuring con gli artisti più in voga nel mondo musicale. “Andromeda” feat. Madame, prodotto da Dardust, e “Andromeda” feat. Madame – Merk & Kremont X BB Team Remix sono stati dei riarrangiamenti usciti successivamente al passaggio sanremese.

In queste due versioni, “Andromeda”, brano presentato da Elodie nell’ultima edizione del Festival di Sanremo, certificato disco d’oro e attualmente tra i più trasmessi in radio, trova nuove sfumature grazie alla collaborazione con Madame, una delle giovani artiste più promettenti della scena urban italiana, e sound internazionali grazie al remix di Merk & Kremont, dj e producer milanesi, tra i protagonisti dei più affermati festival di musica elettronica e autori di numerose hit che hanno fatto ballare il pubblico internazionale.

“Un’altra estate”: Il 2020 è l’anno della consacrazione per Diodato: ha vinto con “Fai Rumore” il Festival di Sanremo 2020, il Premio della critica Mia Martini Sanremo 2020, il Premio Sala Stampa Radio Tv e Web Sanremo 2020 e il Premio Lunezia. L’8 maggio gli è stato assegnato il premio David di Donatello “Miglior canzone originale” per il brano “Che vita Meravigliosa”, scritto da Diodato per il film “La Dea Fortuna” di Ferzan Ozpetek.

DIODATO SUMMER VERSIONDiodato, il vincitore di Sanremo 2020 con “Fai Rumore” torna con “Un’altra estate” (Carosello Records). In questi mesi strani di chiusura Antonio sente la necessità di creare musica nuova, di dare senso e valore al tempo, alle emozioni che vive, di mettere nero su bianco le sue sensazioni e riflessioni e scrive un inedito che racconta una normalità sospesa e una quotidianità cambiata, con lo sguardo di chi si affaccia al mondo dalla finestra di casa, scrutando ciò che accade fuori da un punto di vista nuovo, quello di chi osserva da dentro.

 

«Una delle cose ad avermi impressionato e incuriosito di più in questo periodo di lockdown è stato ciò che mostrava la mia finestra. Costretto a rimanere in casa, ho lasciato vagare lo sguardo sul paesaggio cittadino che quello spiraglio dipingeva. Ho visto gli ultimi giorni d’inverno raccontare già la primavera che sarebbe arrivata, mentre nei nostri cuori rimaneva un freddo doloroso, un gelo che ancora ora fatica a sciogliersi. La natura andava avanti, nonostante la nostra assenza e proprio grazie ad essa riconquistava i suoi spazi, i suoi profumi. Una primavera potente e insieme immobile sembrava volerci incoraggiare, quasi stuzzicare in modo crudele o forse solo indicarci la via per tornare con una consapevolezza diversa. Ho aperto la mia finestra a Milano e ho sentito il profumo del mare. Sono gli scherzi che fa il desiderio di tornare a vivere. Arrivare su una spiaggia e ritrovarsi davanti quella distesa misteriosa e potente, densa terra di confine che ti insegna a respirare e a confrontarti con la libertà. Nei miei occhi chiusi, ho mosso i primi passi verso di lei, fino ad arrivare pian piano a farmi avvolgere dal suo infinito abbraccio. Ho scaldato il mio corpo con movimenti lenti ma sempre più costanti, puntando all’orizzonte, perché in fondo io, a quell’orizzonte, ci credo ancora» – racconta Diodato.

Ghali e altre star mondiali hanno aderito alla campagna pubblicitaria a scopo benefico #Valentinoempathy, voluta e pensata da Pierpaolo Piccioli, direttore creativo della maison Valentino. Lo stilista ha chiesto a tutti gli amici della maison, di fotografarsi nei luoghi in cui stanno trascorrendo la quarantena, indossando un look della collezione A/I 2020-21 e lasciandosi immortalare dalle persone che con loro condividono questa fase di lockdown. Il brand ha devoluto un milione di euro a favore dell’ospedale Spallanzani di Roma, in prima linea nella lotta al Covid-19.

GHALI – Ghali: DNA, uscito lo scorso 21 febbraio per Atlantic Warner/Sto Records e già certificato Oro, ha generato la hit ‘Good Times’ ma ora è tempo di Cacao (feat. Pyrex), il primo inedito che si è aggiunto all’album DNA+.

Ghali è anche figura pubblica dal valore sociale: ha accettato con entusiasmo l’invito da parte del comune di Milano di seguire, insieme a Sara Ermoli e TBWA, la direzione artistica di YESMILANO, la nuova campagna di comunicazione che invita al rispetto delle regole nella graduale riapertura della città. Il video scritto e interpretato da Ghali, dura un minuto e sarà visibile da oggi in tutta la città, diffuso sia attraverso i circuiti di comunicazione audiovisiva sia attraverso affissioni, e sui canali social di Comune, Camera di commercio e YesMilano.

Il brano “Autocertificanzone”, scritto e composto in remoto tra Roma e Bologna, assemblato e prodotto da Matteo Romagnoli e Francesco Brini al Donkey Studio di Medicina, è stato rilasciato in anteprima nelle radio in-store delle maggiori catene di supermercati italiani, e rimarrà in diffusione per tutto il mese di maggio, in modo che i fan possano ascoltarlo durante la spesa.

LO STATO SOCIALE IRONIZZA – Dopo l’esibizione al concerto del primo Maggio direttamente da Piazza Maggiore, con la toccante dedica a Mirko dei Camillas, arriva Autocertificanzone, il nuovo singolo de Lo Stato Sociale in uscita per Garrincha Dischi/Island Record. Il collettivo bolognese rilascia questa instant song per raccontare un viaggio immaginario al di là dello spazio vitale delle nostre case. I supermercati, per paradosso, diventano uno dei pochi luoghi dove poter rivedere le persone care, melting pot di voci e sorrisi nascosti dalle mascherine. Il risultato è un viaggio tenero e giocoso che dalle pareti di un appartamento troppo stretto ci catapulta tra le corsie di un supermercato, a rubare baci solo per ricordarci che il mondo non è ancora finito. E si ritorna a casa con le buste più pesanti ma col cuore più leggero, immaginando un futuro sereno dietro le imposte. Una curiosità; viste le norme di necessario distanziamento sociale, i protagonisti del video sono il regista e la sua compagna convivente.

GOOGAGooga, la giovane band che arriva dritta dalla nuova scena indie romana, presenta il nuovo singolo “Lupo Mannaro”. Nonostante il sound semplice e diretto, si tratta di “una canzone scomoda,” spiega il cantante Francesco Siraco, “che si allontana dall’idea di un cantautorato accondiscendente e che vuole provocare molteplici reazioni, raccontandoci cosa non vorremmo diventare, ma che in parte siamo tutti: animali feroci e al tempo stesso esseri umani smarriti alla ricerca della nostra luna, nel bene o nel male, sempre e solo in branco.” “Lupo Mannaro” è autoprodotto, ed è stato registrato, mixato e masterizzato al VDSS recording studio, nei giorni immediatamente precedenti all’esplosione della pandemia da Covid-19.

IL MAGO – Il Mago è un giovane cantautore barese Prodotto ed arrangiato da Cosmophonix Production, “Robin Hood” è un mix di energia, adrenalina e movimento; uno di quei brani che è davvero impossibile ascoltare rimanendo fermi, senza farsi prendere dal ritmo, senza farsi trasportare nell’universo del giovane artista pugliese. Il testo, scritto da Il Mago, è un atto di accusa verso chi “detta legge, ma non vive l’Italia davvero”, verso il momento di crisi economica che stiamo vivendo, nel quale, a farne le spese, sono sempre gli stessi, ed invoca in modo molto provocatorio l’arrivo di Robin Hood che “rubi ai ricchi politicanti per dare ai poveri operai e imprenditori”, che sembrano essere gli unici a dover fare sacrifici.

Dopo il successo di “Se non fossi nato a Bari” (feat. Francesco Pellegrino), Il Mago torna con il brano “Robin Hood”.

Prodotto ed arrangiato da Cosmophonix Production, “Robin Hood” è un mix di energia, adrenalina e movimento; uno di quei brani che è davvero impossibile ascoltare rimanendo fermi, senza farsi prendere dal ritmo, senza farsi trasportare nell’universo del giovane artista pugliese.



Society - 12/10/2018

La Vendemmia di Montenapoleone 2018, 100 boutique in festa

Oltre centodieci boutique delle vie Montenapoleone, Verri, Sant'Andrea, Santo Spirito, Borgospesso, [...]

Leisure - 10/02/2019

La prima volta di Chagall a Napoli

Un paio di anni fa i disegni e gli acquarelli preziosi erano arrivati a Sorrento. Ma dal 15 fe [...]

Leisure - 09/05/2017

Lorenzo Marini re dell’italian pop a New York

Si intitola “Typevisual” la personale di Lorenzo Marini in cartello presso la Georges Bergès Ga [...]

Top