16 Marzo 2017

L’iperrealismo di Luigi Rocca in mostra con i colori della figlia Sabrina

Interessante esperimento al MAC di Milano: Father and Daughter mette a confronto due generazioni di artisti sul tema dei miti americani.

16 Marzo 2017

L’iperrealismo di Luigi Rocca in mostra con i colori della figlia Sabrina

Interessante esperimento al MAC di Milano: Father and Daughter mette a confronto due generazioni di artisti sul tema dei miti americani.

16 Marzo 2017

L’iperrealismo di Luigi Rocca in mostra con i colori della figlia Sabrina

Interessante esperimento al MAC di Milano: Father and Daughter mette a confronto due generazioni di artisti sul tema dei miti americani.

L’iperrealismo americano interpretato da Luigi Rocca ha fatto scuola negli anni 80. Non capita spesso nel mondo dell’arte vedere come di padre in figlio l’esigenza espressiva si rinnovi con vigore e indipendenza di sguardi. È proprio questo quello che accade in Father and Daughter, l’interessante esperimento di accostamento tra l’arte di Luigi e Sabrina Rocca, due artisti che oltre a essere due generazioni della stessa famiglia, sono due nomi che si sono affermati indipendentemente l’uno dall’altro.

Al MAC arrivano con una serie di quadri tematici, prevalentemente divisi tra il bianco e nero del padre e i colori della figlia, ispirati ad alcuni temi iconici della storia americana.

La mostra curata da Luca Beatrice al MAC di Milano riprende il tema delle icone americane, le mette in fila per comporre una “made in USA story” e ci rivela molto di più. Perché con le sue aree tematiche scelte ad hoc e presentate in maniera duale, rappresenta il legame che unisce in modo naturale un padre e una figlia, il desiderio innato di confronto e al contempo indipendenza. “Partecipare a questa mostra con mia figlia è la realizzazione concreta del mio fare il padre”, dice Luigi Rocca. Sabrina ci ha detto: “Sono partita dai temi e li ho sviluppati con il colore e la mia tecnica, traendo spunto da fotografie che in parte avevo scattato e in parte sono talmente iconiche che richiamano immediatamente a un momento della storia americana”.

sabrina rocca the way magazine
Sabrina Rocca in posa per The Way Magazine davanti all’opera Black Panther: “Mi sono ispirata alle polemiche dello scorso Superbowl dove si è esibita Beyoncé con l’omaggio al movimento di Malcolm X”.

Intervenendo all’inaugurazione, organizzata impeccabilmente tra gli altri da Anita Falcetta, l’ambasciatore Philip T. Reeker, conosle generale USA, ha ricordato la grandezza di alcuni momenti storici della storia americana, in particolare “il” presidente Kennedy, leggendo alcune parole della celebre canzone di Cat Stevens: “It’s not time to make a change just relax, take it easy/ You’re still young/ That’s your fault”.

L’alchimia sottile che lega padre e figlia si rivela in Confidential Meeting/Thank You Mr. President del tema History, o nella scelta di Beyoncè (per lei) e degli Who per lui per il tema Music. E poi tutta la cultura love, peace, idealista e sognatrice che dal dopoguerra in poi ha conquistato i cuori di tutto l’Occidente. Qui i temi popopolari esportati da Uncle Sam sono rappresentati in chiave pop e venati di quell’amarezza che appartiene ai sensibili osservatori dei nostri tempi.

Serata inaugurale al MAC di Milano: da destra si vede l'ambasciatore USA, Sabrina e Luigi Rocca.
Serata inaugurale al MAC di Milano: da destra si vede l’ambasciatore USA, Philp T. Reeker e Sabrina e Luigi Rocca.

Da bocca aperta il confronto sul tema Kiss e il pop che riemerge in Out City di Sabrina Rocca contrapposto alla cruda realtà di Army Patrols del padre per il filone War.

La mostra è realizzata in collaborazione con Glauco Cavaciuti Arte per Fondazione Maimeri ed è visitabile al MAC Piazza Tito Lucrezio Caro 1, fino al 19 marzo 2017.

Read in:

English English Italian Italian
Christian D'Antonio

Christian D'Antonio

Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Ti potrebbe interessare:

L’Arbre Blanc di Montpellier

Secondo i progettisti dell’Arbre Blanc di Montpellier che si avvia al completamento in questi giorni, l’edificio ha i balconi a

Anche yacht e fotografia ad Art Basel

Per il secondo anno consecutivo, Sanlorenzo torna a Basilea rinnovando la propria partecipazione ad Art Basel in Basel, la fiera d’arte moderna e

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”