Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 25/06/2019

Michael Jackson, tra musical, libri e radio le celebrazioni resistono

Un musical a Boradway entro l'anno e due libri in uscita in Italia testimoniano ancora l'attenzione verso il "King of pop".

Di questi tempi è il caso di chiedersi cosa resterà di Micheal Jackson? Perché oggi, 25 giugno 2019, a 10 anni dalla scomparsa, i titoloni sono tutti sull’assenza di tributi e ricordi. Ma bollono in pentola iniziative come speical radiofonici, stampe di libri, un musical sulla sua vita on the road che sta per debuttare.

I capolavori musicali del miglior perfomer di tutti i tempi, sono stati in questo 2019 offuscati dal documentario accusatorio “Leaving Neverland” che ha creato un’ondata di indignazione. Ma noi vogliamo ricordare l’artista, a 10 anni dalla morte. Un evento di così grande rilievo che indusse Google a sospendere per circa mezz’ora le ricerche riguardante il suo nome.

Il Re del Pop, in quei giorni precedenti alla sua prematura scomparsa, era totalmente assorto dai preparativi del suo nuovo debutto che si doveva tenere, quanto stabilito in un primo momento, a Londra nei primi giorni di luglio. Dieci date e tutte allo ‘O2 Arena’.

Successivamente il numero dei concerti aumentò, andando a comporre un vero tour in lungo ed in largo nel mondo. Micheal, però, di anni ne aveva quasi 51, da compiere il 29 di agosto. Non arrivò mai a quel traguardo, era dal 2001 che non produceva più, a parte qualche comparsata in particolari anniversari.  La ridda delle mille ipotesi sulla sua salute si rincorsero in quell’estate del 2008. Ma quel suo rientro, datato 5 marzo 2009, spiazzò tutti. Si parlò anche di una morte messa-in-scena per fuggire dal peso di un successo diventato troppo ingombrante e troppo grande da gestire o molto probabilmente per sfuggire da quelle infamanti accuse che avevano minato l’immagine. O peggio, a sordide storie di assicurazioni per gli show che aveva stabilito di fare.

Forse a quella morte di propofol, il potente sonnifero, la superstar arrivò proprio perché sottoposta a pressioni per riuscire a sostenere un rientro sulle scene che doveva stupire a tutti i costi. Lui stesso disse “This is it”. Come a dire, quello show, sarà il definitivo.

Massimo Perna è uno degli artisti contemporanei che tributa a Michael Jackson onori con la sua arte.

Michael Jackson ebbe il rivilegio di essere ritratto da Andy Warhol.

Il libro di Arcana su Michael Jackson esce oggi. Autori: Michelangelo Iossa e Luca Izzo.

Il suo talento, ineguagliabile ancora oggi, lo ha portato ad esser osannato ed imitato da tutti e oggi Michael Jackson è ancora vivo con la sua musica e le sue influenze in tante superstar in classifica mentre scriviamo.

“Don’t Stop ‘til you get enough” (celebre successo da Off The Wall, 1979) è il nuovo musical che celebra l’arte di Michael Jackson, con un libro del due volte vincitore del Premio Pulitzer Lynn Nottage (Sweat, Ruined) e diretto e coreografato dal vincitore del Tony Award Christopher Wheeldon (Un americano a Parigi).

Lo spettacolo dovrebbe debuttare entro il 2019 e passare da Broadway per poi fare il giro del mlndo dal 2020. Lo show porta in scena 25 hit della storia di Michael. La trama porta il pubblico dietro le quinte mentre Michael si prepara per il Dangerous Tour del 1992, fornendo uno sguardo approfondito al suo processo. Mentre Michael ei suoi collaboratori provano la loro epica scaletta, siamo trasportati in momenti cruciali creativi della sua carriera.

STORIA INEGUAGLIATA – Di Jackson si può sostenere che genio e sregolatezza vanno di pari passo e come sempre costituiscono una miscela esplosiva. ‘Off the wall’, uscito il 29 agosto di quarant’anni fa esatti, il pluri-venduto ‘Thriller’, ‘Bad’ e ‘Dangerous’ formano un quartetto di album irripetibile. Forse mai nessun cantante è riuscito a realizzare quattro raccolte d’inediti una migliore dell’altra senza mai sbagliare. Per non dimenticare l’entrata nel concerto di Bucarest nel Dangerous World Tour a inizio anni 90. La personalità che mostrava sul palco, la voglia di stupire, d’inventare cose nuove ed ogni volta sempre spettacolari rappresentavano e rappresentano tutt’oggi un marchio di fabbrica. Alcune stelle musicali di oggi sembrano una pallida riproposizione che fu MJ e niente di più.

COMMEMORAZIONI – A Napoli ci sarà una messa in onore del King of Pop. Per quanto strano possa sembrare, la messa verrà davvero celebrata oggi. A inizio luglio, invece, sempre a Napoli, sede di un vivace fan club della star americana, verrà realizzato un meeting con i fan e la presentazione del libro di Michelangelo Iossa e Lucca Izzo di cui vi abbiamo ampiamente anticipato i contenuti.

La letteratura intorno al mito non si rassegna. La prima edizione italiana del libro del premio Pulitzer Margo Jefferson, “Su Michael Jackson“, a cura di 66th and 2dn, con traduzione di Sara Antonelli, riporta un capitolo aggiuntivo. Dettato proprio dal mood che questo 2019 ha aggiunto alla controversa leggenda di Jacko.

A Milano, il decennale della scomparsa si celebra con lo spettacolo “Jackson live” di Andrea Imparato (Teatro Nuovo, piazza San Babila, ore 20.45, 17.50/31.50 euro).

Oggi RUN RADIO dedica uno special nel decimo anniversario della scomparsa del ‘Re del Pop’ con ospiti, interviste e un’intera playlist dedicata a Jackson.

Nel corso dello special radiofonico verrà presentato in anteprima la biografia italiana “MICHAEL JACKSON – La Storia e l’reità Artistica” di Luca Izzo e Michelangelo Iossa (Arcana Edizioni, giugno 2019). Lo special di un’ora nel decimo anniversario della sua scomparsa MARTEDI 25 GIUGNO 2019 (dalle 13.00 alle 14.00) avrà ospiti, interviste e canzoni del ‘King of Pop’ e Luca Izzo e Michelangelo Iossa ripercorranno l’incredibile carriera di questo “artista dei record”, puntando a individuare l’eredità che Jackson ha lasciato nella cultura contemporanea, dalla musica alla danza, dallo spettacolo alla video-culture fino alla moda e allo stile. La sua arte è arrivata ovunque, riuscendo a ispirare milioni di persone e di artisti, come i valori della sua persona, improntati alla solidarietà e al sostegno al prossimo, che ispirano migliaia di associazioni benefiche ancora oggi attive.

Testo a cura di Vincenzo Pepe. Report aggiuntivo di Christian D’Antonio. Grazie a Michelangelo Iossa per le notizie sulla commemorazione.



Leisure - 29/12/2017

Il “miglior posto”? Per l’arte è a Monza

Il Seicento caravaggesco e l'installazione d'arte contemporanea. Un binomio insolito alla Reggia di [...]

Fashion - 13/05/2018

Raffaele Tufano, stilista romantico metropolitano

Un romantico metropolitano come Raffaele Tufano ha illuminato una location riaperta al pubblico per [...]

Leisure - 24/12/2018

Maurizio Galimberti rivisita le foto di Betty Page

Una delle prime pin-up americane agli inizi del Novecnto faceva scalpore e provocava per essere es [...]

Top