Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 06/09/2019

Milano Wine Week, ecco le prime cantine confermate

Dal 6 al 13 ottobre 2019 cuore pulsante della kermesse anche quest’anno sarà Palazzo Bovara, in Corso Venezia, dove si alterneranno eventi serali, degustazioni, masterclass.

Secondo le fonti ISTAT, nel 2018 la produzione italiana di vini DOC e DOCG è stata da record arrivando a 20,8 milioni di ettolitri. Milano Wine Week é l’evento sul vino a Milano che celebra le eccellenze enologiche italiane con uno sguardo attento alla bellezza del nostro territorio e al futuro delle nuove generazioni. Ha fatto scalpore l’opening dello scorso anno: 3mila calici alzati al cielo in città. E per il 2019 Milano Wine Week (6-13 ottobre), manifestazione dedicata al mondo del vino ideata da Federico Gordini, ha in serbo un calendario ricco di appuntamenti sul vino coinvolgenti: masterclass, degustazioni, seminari e aperitivi al centralissimo Palazzo Bovara, nei vari Wine Districts e in tutti i locali convenzionati.

Già annunciata la partnership tra Cantina San Michele Appiano e Milano Wine Week 2019: per la prima volta APPIUS, il vino da sogno di Hans Terzer, sarà presentato all’attesissimo evento milanese dedicato al vino.

La Cantina San Michele Appiano parteciperà in qualità di supporter alla seconda edizione della  Il 9 ottobre a Palazzo Bovara, il winemaker Hans Terzer presenterà APPIUS 2015, sesta edizione della punta di diamante della produzione della Cantina San Michele Appiano.

Una novità assoluta per la pluripremiata cantina dell’Alto Adige, che dopo cinque edizioni celebrate “in casa”, decide per la prima volta di far sbarcare il “vino da sogno” di Terzer nella metropoli della moda e del design. «Siamo felici di prendere parte alla Milano Wine Week in qualità di partner e di avere l’opportunità di presentare Appius in una nuova location» commenta Hans Terzer «Porteremo a Milano il meglio della nostra produzione vitivinicola, che in Appius trova la sua massima espressione». Oltre alla serata del 9 ottobre a Palazzo Bovara, la Cantina San Michele Appiano terrà una masterclass il giorno successivo, 10 ottobre.

Appius, radice storica e romana del nome Appiano, nasce nel 2010, per iniziativa di Hans Terzer, che dopo 25 anni di esperienza nella creazione dei grandi vini della linea Sanct Valentin, decide di dedicarsi ad un “sogno” coltivato da tempo: realizzare un vino superbo, capace di rappresentare fedelmente il millesimo, selezionando ed assemblando personalmente le migliori uve conferite alla Cantina San Michele Appiano in base a criteri rispondenti alla propria sensibilità e creatività. Non a caso, è l’unico vino sulla cui bottiglia compare la firma di Hans Terzer. Alla prima edizione 2010, presentata nel 2014, ne sono seguite altre quattro (2011, 2012, 2013, 2014) fino ad arrivare alla sesta, Appius 2015 per l’appunto, che verrà svelato il 9 ottobre alla Milano Wine Week. Ogni anno, diverso ed unico nella composizione e nel design, Appius rimane fedele alla stessa formula: bassa resa, uve di altissima qualità da vigneti di 25-35 anni, lavoro meticoloso in vigna ed in cantina.

Il presidente e fondatore Federico Gordini sottolinea l’importanza della Milano Wine Week quale piattaforma moderna di comunicazione enologica per le realtà dei consorzi e dei produttori: «In un mondo del vino che sta attraversando una fase di profondo cambiamento il ruolo di Milano è senza dubbio quello di diventare capitale dell’evoluzione comunicativa e dell’innovazione del settore, luogo di riferimento per le nuove generazioni di addetti ai lavori e di consumatori, nonché fulcro di nuove tendenze di consumo. Un luogo ideale dove presentare i prodotti più importanti, esattamente come succede per altri settori di eccellenza come la moda e il design. Proprio per questo siamo entusiasti ed onorati di iniziare questo percorso con una grande realtà come San Michele Appiano e che Hans Terzer abbia deciso di scegliere Milano Wine Week per presentare l’Appius, il suo “vino da sogno”».

OSPITI – Lo scienziato tedesco Friedrich Balck della Technische Universität Clausthal, una piccola università della bassa Sassonia, ha misurato la velocità che il tappo di una bottiglia di Champagne può raggiungere quando viene aperta. Se la bottiglia viene agitata vigorosamente il tappo verrà espulso ad una velocità di circa 40 Km/h, ovvero 11 metri al secondo. Lasciando invece la bottiglia al sole, la pressione interna sale ed il tappo potrebbe addirittura raggiungere i 100 Km/h.

Francesca Pardini è una tatuatrice di Genova e a giudicare da alcuni dei suoi lavori le piacciono i tatuaggi che hanno come tema il vino.

Berlucchi è Founding supporter di Milano Wine Week, anche quest’anno sarà uno dei grandi protagonisti dell’evento. Cristina Ziliani, Responsabile Comunicazione Guido Berlucchi ha annunciato la partecipazione con questa motivazione: “La Franciacorta è il giardino vitato di Milano”.

MERANO – Durante la settimana milanese ci sarà un evento di presentazione di Merano WineFestival a Milano con l’Anteprima MWF Milano dell’11 e 12 ottobre, che si svolge durante la Milano Wine Week. Anche in questa occasione, alcune grandi eccellenze premiate con i WineHunter Award sono protagoniste per dare un’anteprima sul WineFestival meranese di novembre. L’appuntamento è nella cornice di Palazzo Bovara, splendido edificio in stile neoclassico lombardo situato nel pieno centro città e sede, nel suo glorioso passato, dell’ambasciata napoleonica francese a Milano. In entrambe le giornate l’evento si divide in due momenti, uno dedicato ai visitatori B2B, l’altro per quelli B2C e privati.



Society - 14/06/2018

Mondiali di calcio, Russia 2018 da vedere su Mediaset

Russia 2018 si sta aprendo in queste ore. A Milano sono nati addirittura locali pubblici per seguire [...]

Luxury - 18/02/2016

A Palazzo Reale luccica il bijou italiano

La mostra L’ARTE DEL BIJOU ITALIANO ripercorre la storia degli accessori più glamour dagli anni 5 [...]

Fashion - 26/06/2019

Cosa è “camp” per il Met di New York

Si direbbe cattivo gusto in italiano e tutti a starne alla larga. E invece a New York, complice il l [...]

Top